Utente 184XXX
Salve gentile Dottore,
mia madre (52 anni) si è sottoposta ad una risonanza magnetica integrata da TC alla testa e l'esito è stato il seguente (le ometto i risultati considerati "nella norma"):

Si segnala evidente ispessimento dell'osso temporale di sinistra che presenta basso segnale in tutte le sequenze di studio; viene pertanto eseguita integrazione TC spirale che conferma tale ispessimento, in assenza di soluzioni di continuità del rivestimento corticale e di segni di aggressività loco-regionale. Il reperto, di non univoca interpretazione, è compatibile con iperostosi monostotica di tipo pagetico.

Vorrei sapere in termini più semplici il significato di questa diagnosi e se necessario quale specialista consultare o quali esami fare per approfondire.

La ringrazio in anticipo.
Saluti.


[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora, vedo il suo consulto inevaso e sebbene non sia il mio campo cercherò di rispondere ai suoi quesiti.

Il Paget osseo è il risultato di uno squilibrio tra la produzione ed il riassorbimento dell'osso; rimaneggiamento che noi abbiamo tutta la vita e che è guidato dai geni, da segnali ormonali, da equilibri tra i minerali componenti l'osso. L'origine è ancora sconosciuta. Può localizzarsi dappertutto e consiste in deformazioni, aumenti di volume di zone d'osso, associati ad una maggiore fragilità, artrosi ecc.
La localizzazione cranica e specialmente a livello dell'osso temporale potrebbe dare ripercussioni sull'udito, sui nervi cranici e sulle formazioni vascolari circostanti. In genere il dosaggio della fosfatasi alcalina serve oltre che a confermare il sospetto diagnostico, anche a seguire l'andamento della terapia. Naturalmente la situazione va monitorata nel tempo perché esiste anche e purtroppo, la remotissima possibilità che l'alterazione possa degenerare.

Una scintigrafia ossea forse potrebbe rivelare altri settori corporei affetti che poi naturalmente andrebbero indagati specificamente.

Le porgo i più sinceri auguri per sua mamma

Cordialmente
Dott.Agnesina Pozzi