Utente 101XXX
Una angio rmn cerebrale senza mezzo di contrasto eseguita mesi fa per ben due volte evidenziò una focale stenosi vasale ateromasica nel segmento prossimale del tratto A2 dell'arteria cerebrale anteriore sinistra . Cortesemente vorrei sapere quale altro esame diagnostico ( a parte l'angiografia ) è in grado di diagnosticare con precisione il grado di stenosi e/o l'eventuale falsa positività dell'angio rmn eseguita .Sono molto preoccupato .Grazie .

[#1] dopo  
267801

Cancellato nel 2013
Gent.le Sig.re
una assimetria di dimensioni delle a.cerebrali intracraniche non è necessariamente segno di qualche problema. Perchè si è sottoposto ad una angio-RMN? Quali sono i sintomi di cui è affetto. Sicuramente la angio-RM ha dei limiti di risoluzione ....la cosa più ovvia è portarla in visione ad un neurochirurgo che potrà spiegarle specificamente il significato di quanto sopra. Cordialmente
Dr. Roberto Neri Bristot
Specialista in Neurochirurgia
r.bristot@tiscali.it

[#2] dopo  
Utente 101XXX

Gent.mo Dott.re ho eseguito l'angio rmn a tre anni dalla precedente nella quale non era presente la focale stenosi, per un controllo, e anche perchè da anni ho un acufene all'orecchio sx.e qualche capogiro .Premesso che ho 57 anni ,fumatore e che assumo 1/2 cp di lobivon al mattino , 1 cp di cardioaspirin 100 mg.dopo pranzo e 1 cp di Folina al dì . Mi sono già sottoposto a visite e esami neurologici in Day Hospital presso il reparto di neurologia , eeg, rmn encefalo rachide cervicale e angio rmn senza m.d.c. dei tronchi epiaortici..con la seguente diagnosi :Fini irregolarità ateromasiche parietali dei vasi epiaortici .Modesto restringimento del calibro vasale all'origine della ICA destra .Piccola incisura ateromasica all'origine della ICA sinistra .Decorso leggermente flessuoso dei tratti V2 prossimali delle arterie vertebrali .Focale stenosi vasale ateromasica nel segmento prossimale del tratto A2 dell'arteria cerebrale anteriore sinistra .Regolare calibro e decorso dei restanti vasi arteriosi intracranici .Non si apprezzano circoli patologici neoformati nè malformazioni vascolari aneurismatiche , nei limiti risolutivi della metodica.Questo il referto della rmn senza m.d.c. dell'encefalo Sistema ventricolare sopra e sotto-tentoriale in sede ,di normale volume e morfologia .Piu' ampi che di norma gli spazi subaracnoidei della volta e della base cranica , per note di atrofia corticale .Assenza di definite alterazioni di segnale nel contesto del tessuto encefalico .Piccolo diverticolo aracnoideo intrasellare (empty sella parziale primaria).R.A: poliposi antro-coanale destra : sinusite etmoido -mascellare .Risultano normalissimi gli altri esami .Solo l'omocisteina negli ultimi tempi risulta lievemente alta (18) ..E' utile sottoporsi all'angio tac con m.d.c.dei vasi ? ho paura di eseguirla
a causa di possibili allergie .Grazie .

[#3] dopo  
267801

Cancellato nel 2013
Gent.le Sig.re
con i limiti di un consulto-parere on line direi che gran parte della sintomatologia da lei accusata è fisiologica in base all'età e comportamento di vita....fumo etc...ma oramai quella angio-rm è diventata il fulcro su cui tutta la sua attenzione si è focalizzata. Immagino e spero che un Collega (neurochirurgo) abbia valutato la documentazione in oggetto e soprattutto abbia effettuato un esame obiettivo neurologico. Se così non fosse questo mi sembra il primo step da compiere. Infatti gli esami effettuati e lo stesso videat neurologico sono nella norma (smettere di fumare non sarebbe male), ma l'esatta morfologia della a. cerebrale anteriore va attentamente valutata da uno specialista.
cordialmente
Dr. Roberto Neri Bristot
Specialista in Neurochirurgia
r.bristot@tiscali.it

[#4] dopo  
Utente 101XXX

Preg.mo Dott. Un suo collega mi ha gia' sottoposto per due volte ad esame obiettivo neurologico ( normale ) e ha visionato gli esami praticati , alcuni effettuati presso il proprio reparto di neurologia , a me sembrerebbe che non dia particolare peso alla stenosi ,vera o presunta , dell'arteria cerebrale.Diversamente , io vorrei approfondire per chiarire se è presente o meno e/o il grado di stenosi , tutto qui' .Se l'Angio TC con mezzo di contrasto risulta essere un valido mezzo diagnostico e non rischioso vorrei eseguirla anche per eliminare una fonte non utile di ansia .Buon fine settimana , grazie per le risposte.

[#5] dopo  
267801

Cancellato nel 2013
Gent.le Sig.re
se un Collega ha già effettuato per ben due volte un esame ob neurologico risultato negativo, e visionato la angio-rm da lei effettuata io starei tranquillo, poiche le ripeto che un'assimetria di uno o più vasi intracranici non è davvero indizio di patologia se preso da solo; al contrario se è stato il Collega a consigliare l'approfondimento con un'angiografia cerebrale mi sembra logico effettuarla. cordialmente
Dr. Roberto Neri Bristot
Specialista in Neurochirurgia
r.bristot@tiscali.it

[#6] dopo  
Utente 101XXX

Ho eseguito in data 30/10/2012 un ecodoppler di controllo dei tronchi sovraortici , in attesa di eseguire un angio-tac dei vasi intracranici ed extracranici , questo il referto :Assi carotidei di calibro normale a decorso regolare.Ispessimento intimale, a superficie modicamente irregolare lungo gli assi carotidei .A dx alla biforcazione si osserva una placca eccentrica , ad ecogenicità mista di circa 1,8 mm di spessore che non determina turbolenza al color doppler .A sx . al bulbo si nota una placca eccentrica, ad ecogenicità mista di circa 1,6 mm di spessore , che non induce turbolenza al color doppler Vertebrali pervie ed a decorso tortuoso .Conclusione :Malattia aterosclerotica degli assi carotidei in assenza di stenosi emodinamicamente significativa .La scorsa primavera l' Omocisteina risultò elevata :18 .e ho assunto acido folico 1 cp al dì di 5 mg. Assumo una cardio aspirina al di' dopo pranzo.Sembrerebbe che la malattia aterosclerotica stia degenerando .Cortesemente puo' dirmi quali esami , e quali terapie mediche possono essere utili per evitare o rallentarne il decorso ' Cordiali Saluti.

[#7] dopo  
267801

Cancellato nel 2013
Gent.le Sig.re la malattia aterosclerotica è fisiologica con il passare degli anni.....può essere accelerata o meno dipendentemente da fattori di vario genere: genetici, quindi una predisposizione congenita, fumo iperetensione arteriosa diabete etc etc. Io non vedo particolari problemi nel suo caso se non un probabile stato d'ansia che se confermato da uno specialista andrebbe seguito. cordialmente
Dr. Roberto Neri Bristot
Specialista in Neurochirurgia
r.bristot@tiscali.it

[#8] dopo  
Utente 101XXX

Ringraziandola per le risposte esaustive , volevo chiederle quali esami ritiene siano utili nell'aterosclerosi carotidea onde poter mettere in atto strategie terapeutiche per rallentarne il decorso e/o ridurre le placche già presenti. (statine , vitamine , antiaggreganti ? ) Cordiali Saluti. Buona Pasqua .

[#9] dopo  
267801

Cancellato nel 2013
Gent.le Sig.re
questa è una domanda che può trovare più giusta risposta facendo riferimento ad un Collega che si occupa di patologie vascolare. cordialmente
Dr. Roberto Neri Bristot
Specialista in Neurochirurgia
r.bristot@tiscali.it