Utente 191XXX
Buongiorno

Sono un uomo di 35 anni, da circa 4 mesi soffro di un forte dolore oculare, inoltre il dolore molte volte parte dallo zigomo fino alla nuca, e un dolore molto forte che si presenta sia come un dolore pungente all'occhio sx all'arcata sopracigliare e anche con dolori forti alla testa come se il dolore provenisse dal cuio cappelluto.
Sospettando che il dolore provenisse dall'occhio ho effettuato una visita oculistica con esito negativo e mi ha consigliato una visita neurologica dopo avermi consigliato una TAC ai seni paranasali per sospetta sinusite, anche questa per fortuna negativa. Il neurologo dopo la visita, ha diagnosticato una cefaleo di tipo muscolo tensiva e mi ha dato degli esami del sangue e una risonanza magnetica all'encefalo con mezo di contrasto ma dicendomi che la risonanza potevo farlo tranquillamente con calma senza urgenza. La domanda che vi pongo è: ma il mezzo di contrasto ha degli effetti indesiderati? Ho letto che il gadolinio può avere come conseguenza La fibrosi sistemica nefrogenica, e ho paura di fare quest'indagine . Che possibilità c'è di poter avere questo effetto indesiderato? grazie

[#1] dopo  
Dr. Nunzio Paolo Nuzzi

24% attività
0% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Gentile Utente 191772,

il rischio di fibrosi sistemica nefrogenica esiste solo per chi ha insufficienza renale grave e per le persone trapiantate di fegato. Per gli altri, con una funzionalità renale normale, non vi sono pericoli di questo tipo.
Esiste anche la possibilità di reazioni di tipo "allergico" al gadolinio (in genere lievi ma in rarissimi casi anche gravi); ma tale rischio esiste praticamente con ogni farmaco esistente al mondo.

Per il quesito clinico che la riguarda, comunque un esame RM senza mdc e un'angio-RM (sempre senza mdc) sono probabilmente sufficienti.
Fare l'esame RM con il contrasto non sempre vuol dire fare un esame "migliore" rispetto a quello senza. Il contrasto è davvero necessario solo in casi particolari.

Cordialmente
Dr. Nunzio Paolo Nuzzi
Direttore S.C. Neuroradiologia Diagnostica e Interventistica - E.O. Galliera Genova
paolo.nuzzi@galliera.it

[#2] dopo  
Utente 191XXX

Buongiorno dottore

Grazie di aver risposto al mio quesito, infatti penso che effetuerò l'esame senza mezzo di contrasto anche se ho letto su internet che la risonanza magnetica può provocare Il riscaldamento di alcune parti del corpo, soprattutto nella zona in cui è posizionata la bobina e quindi La contrazione involontaria di alcuni muscoli.Tutto ciò mi ha spaventato dovendo fare quest'esame alla testa, inoltre avevendo delle capsule dentarie ho paura che provochi delle conseguenze.