Utente 276XXX
Salve, ho 26 anni ed un angioma piano congenito nell'area del trigemino (seconda branca). Ho saputo che esso potrebbe essere associato ad analoghe malformazioni vascolari a livello cranio-encefalico. Per altri motivi ho eseguito RMN encefalo tradizionale, risultata negativa, ma vorrei sapere se un'eventuale malformazione vasale (o correlabile all'angioma) sarebbe risultata dalla risonanza o se è necessario eseguire Angio-RMN o altri esami.

Grazie :)

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

per la ricerca delle malformazioni vasali cerebrali, a volte visibili anche con la RM tradizionale, sono maggiormente indicati l'angio-RM o l'angio-TC dei vasi intracranici, almeno come esami non invasivi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 276XXX

Grazie Dottore.. leggo però un articolo proprio qui su Medicitalia.it dove si dice che per lo studio degli angiomi è preferibile la RM tradizionale con mdc rispetto all'Angio-RM che è invece utile per studiare i grossi vasi.
A questo punto mi domando, con un angioma piano in V2, sarebbe il caso di eseguire anche Angio-RM?
Ho 26 anni e mai nessun medico (nemmeno pediatra) mi ha mai suggerito di fare esami di questo tipo: per quanto riguarda l'angioma a limite si sono messi a dare suggerimenti di tipo estetico su tecniche laser; sono venuta a sapere di questa "correlazione" solo recentemente, grazie ai miei studi. Il mio angioma copre esattamente tutta l'area V2.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le confermo che tra le metodiche non invasive l'angio-TC e, forse meglio, l'angio-RM dei vasi intracranici con mezzo di contrasto sono altamente indicate nella diagnostica di queste patologie.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 276XXX

Grazie Dottore per la sua prontezza e gentilezza, mi scusi se rispondo dopo così tanto tempo.

A volte ho dei "mal di testa" che non sono proprio mal di testa..mi spiego meglio: sono più che altro delle fitte che durano pochi secondi, possono capitare da un lato o dall'altro della testa e soprattutto nella zona delle tempie.

Lei mi consiglierebbe di effettuare una Angio-RM? Considerando che la RMN normale è negativa. Sono abbastanza allertata per quanto riguarda i problemi neurologici perchè sto avendo alcuni sintomi dubbi, con visita neurologica negativa (riscontrata solo ipoevocabilità dei riflessi addominali).

Ripeto che il mio angioma copre esattamente l'area V2, tutta quanta!

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le fitte dolorose migranti alla testa non dovrebbero avere una correlazione con l'angioma. Potrebbe trattarsi di una cefalea trafittiva primaria (idiopatica) che presenta le caratteristiche che Lei descrive. Se venisse confermata questa diagnosi (la mia infatti è solo un'ipotesi) sarebbe una condizione assolutamente benigna che non necessita di terapia a meno che le fitte siano particolarmente frequenti ed interferiscano con la qualità della vita.
Circa l'angio-RM ne parli col Suo neurologo, personalmente sarei favorevole.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 276XXX

Grazie Dottore, mi ha rassicurata riguardi a questi doloretti..no effettivamente non sono così frequenti e così forti da procurarmi problemi di sorta, avevo semplicemente paura che potessero essere la spia di qualcosa collegato all'angioma.
Per il resto chiederò al neurologo..
Grazie mille!

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le ricordo però che la mia non è una diagnosi ma solo un'ipotesi a distanza non suffragata da visita neurologica, tale ipotesi va confermata o meno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 276XXX

Sì Dottore, ovviamente..
..devo fare un po' il punto con il neurologo perchè ho diversi sintomi, come accennavo, che mi preoccupano non poco.
Dal punto di vista esclusivamente neurologico ad oggi ho RMN con e senza mdc di tutto il SNC, negative (ad eccezione di "aspetto cistico della g. pineale come reperto occasionale"), e visita neurologica negativa se non per "ipoevocabilità dei riflessi addominali".
Leggendo l'elenco delle prestazioni in risonanza c'è una differenziazione tra Angio RM- cranio venoso e cranio arterioso.. in linea teorica dovrei eseguirle entrambe? In correlazione all'angioma intendo..

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
E' preferibile l'esame completo, con dizione "Angio-RM dei vasi intracranici", sempre su indicazione del neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro