Utente 374XXX
Buongiorno, mi chiamo L.e sono un ragazzo di 30 anni.
Il mio problema è iniziato il 2 febbraio 2015 con delle forti vertigini stando steso nel letto, che mi impedivano di alzarmi agevolemente. Le vertigini sono state importanti per circa una settimana poi sono calate assumendo VERTISERC 24mg per 3 volte al giorno. La visita dell'otorino ha evidenziato un problema di equilibrio e mi ha indicato di effettuare un esame vestibolare per verificare eventuali problemi al labirinto dell'orecchio. Il 14 febbraio ho avuto una nuova ricaduta, anche se assumevo ancora vertiserc, con forti dolori alla testa e vertigini e mi sono recato in ospedale, i quali dopo avermi effettuato una TAC senza liquido di contrasto , hanno sospettato una labirintite. Il 18 febbraio ho eseguito l'esame vestibolare ,risultando negativo.
In data 24 febbraio ho effettuato un esame neurologico anch'esso risultato negativo.

Premetto che sono un ragazzo molto ansioso e che mi aspetto sempre il peggio, ma voglio mostrare alcune scansioni della TAC nella quale si nota una macchia bianca, nella zona in cui presento mal di testa.

http://i59.tinypic.com/2niqmnn.jpg
http://i59.tinypic.com/30hvivk.jpg
http://i58.tinypic.com/ezqxr5.jpg

Chiedo se non indica nulla di preoccupante e se mi posso finalmente un pò rassicurare nonostante vertigini e mal di testa siano ancora presenti.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Aiello

36% attività
4% attualità
16% socialità
SCIACCA (AG)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Gentile Utente,
il regolamento del sito, ed oggettive motivazioni legate alla necessità di fruire di monitor ad elevata definizione per fare diagnosi sulle immagini, vietano la possibilità di valutare immagini trasmesse online.
Il consiglio che Le si può dare in questa sede è quello di porre il quesito relativo alla "macchia bianca" di cui parla ad un radiologo reale che possa esaminare le immagini in maniera adeguata.
Ciò che è possibile dire è che qualora fossero stati evidenziati reperti importanti sarebbero stati menzionati nel referto.
Pertanto la inviterei a considerare con serena curiosità il quesito che propone.
Non stia in ansia.
Cordiali saluti.
Dott. Alessandro Aiello
Dirigente Medico di Radiodiagnostica
U.O. Radiologia - Ospedale Giovanni Paolo II° - Sciacca (AG)