Utente cancellato
Gentili dottori, sono un ragazzo di 24 anni, premetto che soffro di ansia e attacchi di panico da tanti anni, ho girato diversi specialisti: neurologi pschiatri e pscologi ma non ho concluso nulla. Vi scrivo perché ho effettuato due visite neurologiche per i seguenti disturbi:sensazione di mancanza di lucidità(da tanto tempo) , sensazione di svenimento (da tanto tempo )in questo periodo c'è l'ho tutti i giorni si può dire, vertigini soprattutto da due mesi circa sono più frequenti ,confusione mentale , demenza (a volte ), mal di testa sopra gli occhi , alle tempie oppure da un paio di settimane ho dolore alla nuca,sbandamenti e senso di instabilita' pulsazioni alla testa tra le tempie oppure da un paio di settimane ho dolore alla nuca,sbandamenti e senso di instabilita' pulsazioni alla testa tra le tempie e le orecchie ,formicolio al viso(a volte), alle dita delle mani e la mattina mi alzo a volte con crampi al braccio destro oppure durante la notte ogni tanto mi sveglio con crampi al braccio sinistro, nausea,sensazione di vomito, tachicardia durante il giorno(la frequenza varia da 70-95-100 circa) mentre la sera si abbassa sotto i 70 (62-65) circa mentre l'altra notte ho notato che era sotto i 60 55 circa, astenia,dispnea a volte e bruciore alla gola come se fosse dallo stomaco,e in più soffro di emicrania con aura.Da premettere che questi disturbi si presentano in modo casuale e non tutti in una volta, e soprattutto alcuni non spesso. Ho effettuato una tac con il seguente referto: Regolare la sede e la morfologia del quarto ventricolo,ampia la cisterna magna, in asse il terzo ventricolo, asimmetrici I ventricoli laterali con il destro che appare inferiormente assottigliato e di ampiezza ridotta rispetto al controlaterale, questo è il referto della tac effettuata di recente.Mentre 12 anni fa ho effettuato una tac a causa di un trauma cranico ed è risultata sempre l'assimetria ventricolare e la cisterna magna ampia, ho fatto vedere al neurologo la tac e mi ha detto che per lui non c'è niente, ma io sono preoccupato lo stesso, secondo voi è qualcosa di grave? Vi ringrazio in anticipo per la risposta
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

già le immagini le ha viste un neurologo e non ha riscontrato nulla di particolare.
Inoltre ha avuto lo stesso esito già 12 anni fa per cui è possibile che l'asimmetria dei ventricoli sia congenita, cioè dalla nascita ed in tal caso rappresenta una variante anatomica che non è da considerare patologica.
In ogni caso un'immagine stabile da 12 anni non crea preoccupazioni.

Ovviamente questa è un'ipotesi a distanza senza nessuna pretesa diagnostica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, e scusi se per l'ennesima volta l'ho disturbata , ma purtroppo i sintomi ancora persistono anche se a dire la verità non ho iniziato la cura del neurologo prendo solo alprazolam al bisogno, perché mi ha detto di rivolgermi ad uno pschiatria e infatti la settimana prossima ho l'appuntamento, quello che le volevo chiedere è la nausea può essere causata dall'ansia? E poi la frequenza cardiaca sotto 70 la sera (60-65) e a volte sotto i 60 (55-60) può essere causata dall'assunzione di alprazolam o dall'ansia? Il medico curante mi ha controllato il cuore e mi ha detto che è a posto , e poi in guardia medica mi hanno controllato il ritmo del battito ed era sinusale di origine ansiogena cosi hanno detto. Possono essere dovuti alla stessa causa?
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

innanzitutto Le dico che la frequenza cardiaca è normale, infatti il medico curante l'ha rassicurata.
In generale la nausea può essere causata dall'ansia.
Faccia la visita psichiatrica e stia tranquillo.

Cordialmente


Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, le volevo chiedere un'ultima cosa da 2 mesi circa ho vertigini oppure senso di sbandamento l'ho detto al neurologo e mi ha dato il luteonerv a base di curcuma l'ho preso da giorni circa ma non ho avuto miglioramenti, possono essere dovuti all'ansia?
La ringrazio per la risposta
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, esistono vertigini causate dall'ansia, vengono definite pseudovertigini.
Questo in generale, non posso sapere però se sia il Suo caso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore la ringrazio ancora per il consulto, vedremo come andrà la visita ,le auguro una buona serata
Cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona serata anche a Lei.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
344006

dal 2017
Gentili dott.Ferrarolo, scuso se ancora la disturbo, sono stato dal psichiatra e mi ha detto di fare pscoterapia e in più mi ha dato una terapia farmacologica con lyrica per 2 volte al giorno e maveral ,mentre come ansiolitico mi ha detto che posso sostituire l'alprazolam con il diazepam c'è differenza tra o due farmaci?Il medico curante mi ha prescritto il diazepam, secondo lei la terapia puo' essere è buona?
E mentre che le scrivo le volevo riportare il reperto della tac di 12 anni fa:Regolare ampiezza delle cisterne della base e dei solchi subaracnoidei della convessita' celebrale,cisterna magna ampia,complesso ventricolare in asse,modicamente asimmetrico per Modica maggiore ampiezza delle sezioni di sinistra.Non evidenti alterazioni densitometriche focali del parenchima celebrale sovra e sottotentoriale dell'esame diretto. Non evidenti immagini da riferire ad ematomi extra e subdurali,ne focolai emorragici parenchimali od emorragia subaracnoidaodea.Non evidenti lesioni ossee traumatiche a carico della teca cranica.
La ringrazio in anticipo per la risposta, Cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il referto TC di 12 anni fa confermerebbe il reperto riscontrato nell'ultima. Se ha le immagini di allora le faccia confrontare al neurologo con quelle attuali.
Alprazolam e diazepam sono entrambe benzodiazepine.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor ferrarolo, la ringrazio per la risposta, purtroppo non ho le immagini di della tac di 12 anni fa, secondo lei potrebbe essere una cosa congenita? E sugli asioliotici qual'è il migliore rispetto ai 2?
Cordiali saluti

[#11] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, quello che volevo dire è se ci fosse stato qualcosa di patologico come un tumore o una lesione si sarebbi visto nell'ultima tac scusi ancora Cordiali saluti

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, potrebbe essere un'anomalia congenita considerato che esiste almeno da 12 anni.
Certamente tumori o lesioni importanti sarebbero stati evidenziati.
Per quanto riguarda l'ansiolitico non c'è un "migliore", i due farmaci si differenziano essenzialmente per la loro emivita, essendo più lunga per il diazepam, cioè ha una maggiore durata di azione dopo una singola assunzione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, quindi in linea di massima considerando i limiti del consulto a distanza i reperti e la visita neurologica negativa e le analisi del sangue negative potrebbe essere ansia somatizzata tutti questi disturbi che le ho riferito?
Cordiali saluti

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La possibilità che i sintomi riferiti siano somatizzazioni esiste, sempre con i famosi limiti del consulto a distanza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio ancora per il consulto la auguro una buona serata, Cordiali saluti

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Grazie, anche a Lei.
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor ferrarolo, mi scusi ancora se la disturbo, le scrivo perché ho iniziato la terapia che mi ha prescritto il pschiatra, lyrica da 25 mg una compressa la mattina e una la sera e poi il maveral da 50 mg per i primi 4 gioni dopo pranzo, stamattina ho preso però il maveral e dopo 3 ore circa 18 gocce di diazepam e mi sono sentito male,ho avuto tachicardia, sudorazione vampate di calore e nausea e anche un attacco di panico si può dire, ho chiamato la psichiatra e mi ha detto di prendere il meno possibile le benzodianzepine e soprattutto a bassi dosaggi e mi ha rimproverato il fatto di non aver rispettato la terapia.Quello che le volevo chiedere è pericoloso prendere il maveral con l'alprazolam per il fatto che può aumentare la concentrazione plasmatica?
La ringrazio in anticipo per la risposta
Cordiali saluti

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è pericoloso associare al maveral un ansiolitico, anzi è una pratica usata dalla maggioranza degi specialisti che si occupa di queste problematiche. Ovviamente l'ansiolitico andrebbe utilizzato solo nelle prime settimane di terapia, poi è opportuno ridurlo fino a sospenderlo secondo le indicazioni dello specialista, nel Suo caso della psichiatra.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, la sintomatologia che le ho riferito può essere dovuta a effetti collaterali? L'importante è che i farmaci non provocano iterazione
Cordiali saluti

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Potrebbe essere ma è solo un'ipotesi a distanza.
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, scusi ancora se la disturbo ma volevo riferle un episodio che mi è successo ieri.Per tre giorni ho sospeso la cura della pschiatra per gli effetti collaterali, ieri mattina mi sono svegliato con l'influenza che tutt'ora ho ed ero agitato perché avevo tachicardia , e ho preso una zerinol flu per il raffreddore, dopo 3 ore circa ero sempre agitato e ho iniziato a sentire come si mi parlassero con il microfono e anch'io mi sentivo in quel modo come se avevo un microfono mi sono agitato e ho avuto la sensazione di non poter parlare cioè parlavo e gli altri mi capivano,ma io avevo la sensazione di afonia ero cosciente e lucido e sono andato subIto al pronto soccorso mi hanno controllato la pressione ed era 160/80 mi hanno contratto il cuore dopo aver riferito i sintomi e il medico mi ha detto che era un forte attacco di ansia la sensazione di poter parlare c'è l'avevo anche al pronto soccorso e il medico mi ha detto stai parlando bene infatti gli ho dato io le mie generalità, dopo 15-20 minuti la pressione era 120/80 e ho avvertito un po mal di stomaco e mi ha mandato a casa . Come sono uscito ho avuto la sensazione in un occhio di una lieve aura cioè vedevo bene però al'occhio destro avevo disturbi a guardare lateralmente, torno a casa e prendo alprazolam, dopo 20 minuti la sintomatologia si ripresenta stavolta però con crampo per alcuni minuti alla mano destra e torno al pronto soccorso mi misurano la pressione ed era 120/80 e poco dopo ho iniziato ad avvertire i mal di testa sopra l'occhio sinistro e la diagnosi è stata sempre forte attacco di ansia , stamattina ho chiamato la psichiatra e mi ha detto che è stato un forte attacco di ansia io gli ho detto se poteva essere un ictus e lei mi detto per la sua età il rischio è bassissimo e mi ha rimproverato per aver interrotto la terapia farmacologica, secondo lei potrebbe essere ansia? Ho paura che abbia avuto un ictus , un tia un o un ischemia, potrebbe essere stata un emicrania con aura? La ringrazio in anticipo per la risposta
Cordiali saluti

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con due valutazioni negative al P.S. può escludere le condizioni che teme in quanto la loro diagnosi non pone eccessivi problemi.
E' certamente possibile che si sia trattato di ansia, tale diagnosi è suffragata, oltre ciò che Le ha detto il collega, anche dalla sospensione brusca della terapia che ha fatto riemergere lo stato ansioso preesistente e sintomi da sospensione.
Concordo col rimprovero della psichiatra perchè ha agito autonomamente.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, però al pronto soccorso non mi hanno fatto tac e analisi ,dimenticato a dirle che mentre avevo la crisi ho avvertito sensazioni strane allo stomaco come quando viene un attacco di panico, potrebbe essere stata un emicrania con aura? Ho fatto tante visite ed accertamenti ma purtroppo il problema ancora non l'ho risolto .
Cordiali saluti

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non è molto probabile l'emicrania con aura ma non si può escludere completamente.
Segua le indicazioni della psichiatra.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio ancora per la risposta, le auguro una buona serata
Cordiali saluti

[#26] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor ferrarolo, mi scusi ancora ma volevo chiederle delle cose:1) la lyrica e il maveral dopo quanto tempo all'incirca iniziano a fare effetto per il trattamento dell'ansia? 2) Ho letto che bisogna fare attenzione e andare con cautela ad assumere il maveral e lo xanax perché possono causare una grave iterazione? 3)Questi farmaci possono causare effetti collaterali?
La ringrazio in anticipo per la risposta
Cordiali saluti

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. mediamente dopo circa 3-4 settimane.

2. è molto frequente l'associazione dell'antidepressivo (maveral) con l'ansiolitico (xanax) senza per questo che ci siano interazioni negative particolari. E' corretto poi ridurre e sospendere l'ansiolitico dopo alcune settimane ma queste sono decisioni che deve prendere lo specialista di riferimento.

3. Tutti i farmaci possono causare effetti collaterali ma questi sono strettamente individuali nel senso che possono verificarsi o no e che possono essere di entità e tipologia differenti da soggetto a soggetto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore la ringrazio per la risposta, questi farmaci possono influire sulla frequenza cardiaca o causare disturbi neurologici?
Cordiali saluti

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un'eventuale tachicardia con palpitazioni è possibile.
Per disturbi neurologici cosa intende?
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, per disturbi neurologici intendo: capogiri, senso di stordimento, confusione mentale.
Cordiali saluti

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Teoricamente è possibile, se fossero effetti collaterali dei farmaci potrebbero regredire dopo alcune settimane di terapia.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta è ancora una volta per il consulto,le auguro una buona giornata
Cordiali saluti

[#33] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dott.Ferrarolo,mi scuso per l'ennesima volta se la disturbo ma volevo un suo parere su una cosa.L'altro giorno ho parlatoin modo occasionale con un neurologo amico di un parente ho fatto vedere la tac ho spiegato i disturbi e mi ha detto che non ho nulla e che si tratta di ansia, poi ho anche detto che soffro di emicrania con aura e lui non ha visto bene il fatto di prendere l'auradol al bisogno e mi ha detto pure di lasciare perdere il laroxyl che tra l'altro per ora non prendo,e lui mi ha prescritto la flunarizina da 10 mg da prendere per 4 settimane e poi staccarla per 3 mesi e riprenderla per 4 settimane e così via cioè per un anno.Quello che le volevo chiedere è questi farmaci associati a lyrica , maveral e xanax fanno male,cioè iterazioni particolari? A livello cardiologico e neurologico possono far male,per esempio può comportare patologie cardiache? Secondo lei è un buon farmaco per l'emicrania? La ringrazio in anticipo per la risposta
Cordiali saluti

[#34] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la flunarizina è un farmaco di prevenzione dell'emicrania e spesso da buoni risultati. La prevenzione è indicata quando si manifestano più di due attacchi emicranici al mese
Non sono segnalate interazioni negative con i farmaci menzionati, né problematiche cardiache ma non è indicata in soggetti che soffrono di depressione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, io gli ho detto che ho l'emicrania con aura una volta ogni 12-18 mesi circa sono che da luglio a ora ho avuto 3 attacchi e lui mi ha detto di prendere questo farmaco, secondo lei una terapia di prevenzione con questo farmaco può essere efficace anche per la cefalea in generale? Questo farmaco migliora la circolazione del sangue? Può causare ipotensione?
Cordiali saluti

[#36] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

considerato il decorso altamente irregolare dell'emicrania con aura probabilmente è sufficiente solo un mese di terapia, altrimenti c'è la possibilità che faccia una cura inutile in un periodo che gli attacchi non si sarebbero manifestati ugualmente.
Ipotensione? Generalmente no.
Efficace per le cefalee in generale? No, solo per le forme emicraniche.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#37] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio ancora per il consulto, le auguro un buon fine settimana Cordiali saluti

[#38] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, buon fine settimana anche a Lei.
Dr. Antonio Ferraloro

[#39] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor ferrarolo, mi scusi ancora una volta, le scrivo perché le volevo riferire un episodio accaduto ieri pomeriggio, ero in giro e ho sentito come una sorta di sensazione di svenimento e disturbi leggeri allo stomaco come se mi salivano cose ma erano proprio lievi avevo come una sorta di sonnolenza e lieve confusione mentale però ero abbastanza lucido e ho preso lo xanax, dopo un po mi sono recato in guardia medica e mi ha visitato un'amico di famiglia medico del 118,( perché nel mio paese abbiamo una sorta di pronto soccorso associato alla guardia medica) che tra l'altro conosce la mia situazione,mi ha contattato la pressione il batrito e l'ossigenazione ed era tutto nella norma e che si è trattato al solito di ansia io gli ho detto che ero stato da un'altro neurologo e che mi ha detto di non fare la risonanza e lui mi ha detto che è d'accordo perché non c'è nulla,io le ho chiesto quale altro esame potevo fare per stare tranquillo e lui mi ha detto che potrei fare un'elettroencefalogramma perché potrei avere a tratti delle onde anomale adesso non ricordo il termine preciso che possono causare questi disturbi e mi ha detto che ci sono delle cure e che non sono cose maligne , io in passato circa 10 anni fa forse di più ho effettuato dopo il trauma cranico diverse elettroencefalogramma dove in alcuni erano presenti delle alterazioni,mentre l'ultimo l'ho fatto 4-5 anni fa ed era nella norma , secondo lei potrebbe essere possibile l'ipotesi fatta dal medico?
La ringrazio in anticipo per la risposta
Cordiali saluti

[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come possibilità teorica è un'ipotesi come tante, certamente l'eventuale presenza nel tracciato di anomalie di tipo irritativo non autorizza l'inizio di una terapia in assenza di sintomatologia tipica a meno che l'episodio di ieri non si ripeta in futuro sempre con le stesse caratteristiche.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, in pratica tutti questi disturbi e sintomi che le ho detto anche in precedenza si presentano da un paio di anni ma li hanno sempre associati a somatizzazioni di ansia perché tutti gli esami e le visite a cui sono stato sottoposto sono risultati negativi, ieri questo dottore ha ipotizzato questa cosa per alcuni disturbi e mi ha detto di provare a fare un elettroencefalogramma sia sveglio che addormentato per vedere se ci sono queste anomalie.
Le volevo chiedere un forte attacco di ansia o di panico può portare disartria o riduzione del campo visivo?
Cordiali saluti

[#42] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come sintomi psicosomatici è possibile ma consideri che sia la riduzione del campo visivo che la disartria sono anche tipici sintomi di aura emicranica.
Dr. Antonio Ferraloro

[#43] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, quando mi sono sentito male come le ho scritto nella replica #21 ho avuto disartria e riduzione del campo visivo e poi mal di testa sopra l'occhio sinistro , i medici mi hanno detto che era un forte attacco di ansia e che non si trattava di ictus o tia perché sono state colpite diverse zone del cervello come il sistema acustico, la voce,il mal di testa, il sistema visivo e poi ho avuto come le avevo spiegato come un crampo alla mano destra che potevo muovere tranquillamente ,pratica mi hanno detto il cervello doveva andare in tilt se era qualche patologia grave cioè non eri lucido mi hanno fatto capire , il neurologo mi ha detto l'altro giorno che si è trattato di ansia, potrebbe invece essere stato un'attacco di emicrania?
Cordiali saluti

[#44] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Come Le dicevo precedentemente, l'episodio descritto sembrerebbe un'aura emicranica.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio ancora per la risposta e per il disturbo, le auguro una buona domenica
Cordiali saluti

[#46] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Grazie, buona domenica anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#47] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor ferrarolo,le scrivo perché ieri sono stato dalla pschiatra, e mo ha detto di fare pscoterapia inanzitutto e poi ha modificato un po la terapia, la lyrica da 50 mg l'ha portata a 100 mg e il maveral da 100 a 150 mg , e in più mi ha dato un'altro farmaco la quetiapIna da 25 mg mi ha detto che è un antipscotico ma io ho paura a prendere questo farmaco perché leggendo ho visto che ha tanti effetti collaterali in più devo prendere anche la flunarizina per l'emicrania, la quetiapina è un farmaco pericoloso? Serve per l'ansia? La ringrazio in anticipo per la risposta
Cordiali saluti

[#48] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la quetiapina è un antipsicotico che ha diverse indicazioni terapeutiche, avendo proprietà sedative può dare giovamento nell'ansia.
Gli effetti collaterali li possono dare tutti i farmaci, nel Suo caso il dosaggio è il più basso in commercio.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#49] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio ancora una volta per il consulto e per il chiarimento, le auguro una buona serata
Cordiali saluti

[#50] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo,scusi per l'ennesima volta se la disturbo ma volevo ancora una volta un suo parere.In base ai sintomi che le ho spiegato in passato,l'ansia,gli attacchi di panico,e le somatizzazioni d'ansia,l'abuso di alcuni farmaci come benzodiazepine, antidepressivi,e la lyrica che su consiglio di diversi medici sto sospendendo perchè ho molti effetti collaterali e poi perchè è pesante è possibile che soffro di piccole crisi epilettiche? Un medico amico di famiglia mi ha detto di effettuare un'elettroencefalogramma per togliere il dubbio anche se l'ultimo effettuato 4-5 anni fa era negativo.
La ringrazo in anticipo per la risposta
Cordiali saluti.

[#51] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
A me non sembra ma non Le posso dare certezze a distanza, sarebbe impossibile.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#52] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta eseguiro'l'elettroencefalogramma e vedremo come va, le volevo chiedere una cosa si potrebbe fare una terapia con en per 3 volte al giorno e lo xanax al bisogno cioè solo in caso di necessità? Ovviamente affiancati dal maveral da 150 mg
Cordiali saluti

[#53] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è vietato consigliare farmaci a distanza, deve chiedere allo specialista che La segue o al suo medico curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#54] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, mi scusi allora per la domanda, la ringrazio ancora per il consulto le auguro una buona serata
Cordiali saluti

[#55] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo ,mi perdoni se ancora la disturbo ma volevo chiederle due cose: 1 Siccome sto sospendendo la lyrica(ne prendo 1) compressa da 25 mg 2 volte al giorno) su parere di tanti medici per tanti effetti collaterali che mi provoca poi perchè è anche un farmaco pesante e sopratutto mi hanno detto che non è un farmaco di prima scelta per l'ansia, è da 5 giorni che ne assumo solo una compressa mentre oggi non ne ho preso,le volevo chiedere la sospensione della lyrica può causare convulsioni?
2) Oltre alle benzodiazepine e agli antidepressivi,e alla lyrica e ai prodotti a base di erba esistono altre categorie di farmaci per l'ansia e gli attacchi di panico?Le chiedo solo la categoria dei farmaci se ce ne sono non i nomi visto che online è vietato dare farmaci ,la mia è solo un'informazione.
La ringrazio in anticipo per la risposta
Cordiali saluti

[#56] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la classe maggiormente utilizzata ed efficace per i disturbi d'ansia e gli attacchi di panico sono gli antidepressivi SSRI.
Quando l'ansia è transitoria si possono usare le benzdiazepine.
La sospensione graduale del lyrica in pazienti non epilettici non causa convulsioni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#57] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio ancora una volta per la risposta, le auguro una buona serata
Cordiali saluti

[#58] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mo perdoni se per l'ennesima volta la disturbo, ma volevo un consulto sul referto dell'elettroencefalogramma : Tracciato E.E.G di base occipitale a 11-11,5 c/s , medio-voltato , simmetrico , a morfologia lievemente irregolare e a tratti aspra , ma discretamente organizzata.Presente la reazione d'arresto.Numerosi artefatti muscolari e da movimento oculare. L'iperpnea e la s.l.i non modificano sostanzialmente il reperto di base.
Conclusioni: Tracciato E.E.G nella norma.
Secondo lei con tutti i limiti del consulto a distanza in base al referto c'è qualche segno di epilessia? O meglio mi devo preoccupare?
Un'altra domanda,che più è un informazione ci sono dei farmaci ovviamente le chiedo la categoria e se esistono per curare l'aura visiva? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#59] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il tracciato EEG è normale, non ci sono segni di epilessia.

Per quanto riguarda l'aura visiva, tra i farmaci più utilizzati ed efficaci ci sono alcuni antiepilettici che si utilizzano come prevenzione dell'aura visiva in pazienti che hanno un'elevata frequenza di attacchi.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#60] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta e ancora una volta per il consulto, le auguro una buona serata
Cordiali saluti

[#61] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, mi scusi ancora una volta per l'ennesima volta, ma le volevo chiedere delle cose : in base al referto del elettroencefalogramma pur sapendo i limiti del consulto a distanza le volevo chiedere,queste lievi onde irregolari o alterazioni non so adesso il termine preciso possono portare i sintomi che io le riferito in precedenza? Possono essere dovute all'emicrania con aura? E poi un'altra cosa è da un pai di giorni che ho come delle sensazioni di scosse nella testa può essere dovuto dal passaggio di xanax ad alprazolam in modo improvviso?
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#62] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il tracciato EEG è nella norma, quindi cadono le Sue domande.
L'alprazolam è il principio attivo dello xanax per cui se il dosaggio è lo stesso non dovrebbe cambiare nulla ma, a volte, può succedere che passando al generico, all'inizio, ci sia qualche problema.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#63] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, le auguro una buona serata e sopratutto buone feste
Cordiali saluti

[#64] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dott.Ferrarolo, mi scusi ancora una volta per il disturbo, ma le volevo chiedere un consulto, come lei sa sto assumendo maveral da 100mg e alprazolam per 2 volte al giorno, le scrivo perché da circa 2 mesi ho sempre la sensazione o meglio e come se fosse una mia impressione di avere un aura visiva all'occho destro (ci vedo bene anche perché ho fatto la visita oculista e non c'è nulla mi hanno detto), e che si riflette sul braccio destro è come se il braccio destro quando tengo il telefono in mano per esempio mi si gira da solo oppure è un pochino più debole del sinistro, il braccio però lo posso muovere tranquillamente e ripeto vedo bene ma mi sento come se avessi un'aura visiva che però non c'è, ho paura che si possa trattare di stati ictali, ischemici o di qualche tumore, sono stato da un psicologo in una struttura pubblica convenzionata gli ho spiegato la situazione e mi ha detto che io sono stato curato male sia a livello farmacologico che psicologico e mi ha detto di andare dal psichiatra sempre della struttura pubblica (asl) e farmi seguire sia da lui che dal psichiatra come si deve perche' le mie psiche potrebbero peggiorare ,
Potrebbero essere le cose da me elencate cioè stati ictali, ischemicici o tumore? Ho fatto anche l'elettrocardiogramma risultata negativa.
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#65] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza non posso saperlo, non sono il Dr. Google che sa tutto e sbaglia sempre.....
Scherzi a parte, non ricordo se abbia fatto la visita neurologica, in caso affermativo deve fidarsi del collega che ha l'indubbio vantaggio di averla visitata.
Una considerazione, come fa uno psicologo ad affermare che una cura farmacologica sia sbagliata? A questo punto è lui ad essere poco o per nulla affidabile, mi scusi la polemica ma ci sta proprio.
Lo psicologo non può valutare una terapia farmacologica che sconosce!

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#66] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, si ho effettuato diverse visite neurologiche e anche la tac e l'elettroencefalogramma risultate negative , lo pscologo mi ha detto di rivolgermi al pschiatra cioè non ha giudicato la terapia farmacologica ma il mio stato emotivo o pschico non so come dire e mi ha detto appunto du rivolgermi al pschiatra per la terapia farmacologica e la psicoterapia la farà lui comunque, con tutti i limiti del consulto a distanza le mie ipotesi possono essere concrete?
Cordiali saluti e buona vigilia

[#67] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Dice le ipotesi delle malattie? Ritengo di no.

Dr. Antonio Ferraloro

[#68] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio ancora per la risposta vediamo cosa mi dice il pschiatra tra 20 giorni circa, le auguro un buon natale
Cordiali saluti

[#69] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Grazie, buon Natale anche a Lei.
Dr. Antonio Ferraloro

[#70] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dott.Ferrarolo mi scusi ancora una volta ma volevo un'informazione, un soggetto come me che soffre di emicrania con aura se vede luci come quelle della discoteca possono creare disturbi come mal di testa nausea e lieve confusione mentale?
Poco fa mi è successo che ho visto luci dentro una stanza come quelle della discoteca e ho avuto questi disturbi, se prendo la flunarizina questi disturbi è in grado di prevenirli?
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#71] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in alcuni soggetti è possibile che si verifichi questa condizione, anche senza soffrire di emicrania con aura.
Se la flunarizina possa prevenirla non saprei.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#72] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore la ringrazio per la risposta e per il consulto Cordiali saluti

[#73] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi perdoni se la disturbo ancora ma volevo un suo consulto.Sono stato dal psichiatra ho spiegato la situazione e mi ha dato il daparox da 20 mg la mattina , il depakin da 300 mg per 2 volte al giorno e il pasaden 15 gocce per 2 volte al giorno, quello che volevo chiederle è il depakin può dare giovimento per l'emicrania? Ma soprattutto serve anche per le aure visive? E il pasaden è buono? Non ne ho mai sentito parlare la ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#74] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in alcuni casi il depakin agisce come preventivo dell'emicrania e qualche collega lo utilizza in tal senso, anche se l'indicazione non è riportata in scheda tecnica (utilizzo off label).
Per quanto riguarda le auree emicraniche, sono in fase di studio alcuni antiepilettici che potrebbero agire come preventivi. Il depakin essendo un antiepilettico potrebbe risultare utile anche in tal senso. Le ricordo però che siamo solo a livello teorico.
Il pasaden è un ansiolitico, non si tratta di essere "buono" o meno, dipende dal dosaggio e dalla reattività individuale del singolo paziente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#75] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio come sempre per la risposta è per il chiarimento, le auguro una buona serata Cordiali saluti

[#76] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo mi perdoni per l'ennesima volta se la disturbo,lo faccio perché ho dei dubbi e timori riguardo al depakin da quando ho letto ha molti effetti collaterali e tanta gente ha dovuto smettere di prenderlo perché porta effetti veramente brutti, è veramente così? Il dosaggio è 300 mg per 2 volte al giorno
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#77] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Tutti i farmaci possono presentare effetti collaterali, poi la reale manifestazione di questi è strettamente individuale.
Come dice Lei, ci sono soggetti che devono sospendere il farmaco perchè non tollerato e soggetti che lo assumono per tanti anni senza avvertire nulla.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#78] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore la ringrazio ancora per la risposta è per il consulto le auguro un buon fine settimana, Cordiali saluti

[#79] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo mi scusi e mi perdoni ancora una volta ma ho bisogno di un suo consulto. In base alla terapia prescritta dal psichiatra daparox, depakin, e pasaden i farmaci per curare l'ansia e il panico sono daparox e psaden? E possibile che il pschiatra mi ha prescritto il depakin solo per il tono dell'umore e l'emicrania? Visto che non soffro di epilessia in base all'elettroencefalogramma. Perché i sintomi che gli ho riferito sono:sensazione di mancanza di lucidità, senso di svenimento, confusione mentale, formicolii nausea e senso di vomito ,tachicardia, palpitazioni vertigini, insicurezza nel camminare cioè a volte quando cammino mi sento come smarrito come se avessi vertigini, senso di soffocamento , fotofobia, dispnea, senso di stomaco pesante da premettere che questi disturbi non si presentano tutti in una volta ma in modo casuale.Durane gli attacchi di panico avverto invece una sensazione di irrealta' seguita da tachicardia e sensazione strana al petto cioè come una sensazione di freddo, sudore alle mani ,formicolii senso di svenimento e di morte imminente. La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#80] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

<<i farmaci per curare l'ansia e il panico sono daparox e psaden? E possibile che il pschiatra mi ha prescritto il depakin solo per il tono dell'umore e l'emicrania?>>
Le rispondo affermativamente ad entrambe le domande.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#81] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, le auguro una buona domenica Cordiali saluti

[#82] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo mi perdoni per l'ennesima volta, ma volevo chiederle delle cose, come le ho detto in precedenza sto prendendo nuovi farmaci, da ieri ho abbandonato l'alprazolam e sto prendendo il pasaden e di maveral ne sto prendendo 50 mg per una settimana come mia detto il pschiatra e poi mi ha detto di fermarmi una settimana e di iniziare il daparox, ho preso anche il depakin e domenica sono stato male sono stato sia in pronto soccorso che dal medico curante e mi hanno detto di sospendere e così ho fatto anche il farmacista mi ha detto la stessa cosa, le volevo chiedere è normale che avverto senso di scompussolamento come se avessi scosse nella testa e sensazioni di mancamento cioè come se sono fuori dal mondo ? Sono stato dal medico curante e mi ha detto in caso di chiamare lo specialista, mentre al pronto soccorso mi hanno detto stasera che ci vuole un po di tempo una settimana all'incirca prima di vedere qualche miglioramentoi hanno detto e come quando si resetta un PC e così funziona il nostro sistema nervoso mi hanno detto o meglio mi hanno fatto un esempio
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#83] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

all'inizio delle terapie di questo tipo può succedere che si manifestino effetti collaterali, molti di questi poi regrediscono spontaneamente dopo qualche settimana.
In ogni caso Le conviene contattare lo specialista che ha prescritto la cura.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#84] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta è per il consiglio le auguro una buona serata Cordiali saluti

[#85] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo mi scusi ancora una volta se la disturbo,come da lei suggerito ed anche dal mio medico curante ho chiamato lo specialista gli ho spiegato la situazione e mi ha detto di sospendere il depakin per gli effetti collaterali e per l'ansiolitico mi ha detto che posso usare l'alprazolam oppure il pasaden e mi ha detto che per lui è importante che prendo il daparox perchè è quello che mi aiuta negli attacchi panico cioè è quello curativo,quello che volevo chiederle è,il pasaden che ha un emivita breve rispetto all'alprazolam significa ce il suo effetto svanisce prima rispetto all'alprazolam? E poi un'altra cosa essendo che soffro di emicrania con aura con episodi irregolari un attacco con l'aura si verifica ogni 12-18 mesi se non addirittura più di 24 mesi,mentre i mal di testa sono uno ogni 7-10-15 giorni applicare una terapia di prevenzione è eccessivo? Ovviamente è solo un'informazione che le chiedo,e poi un'ultima cosa dall'esame del campo visivo che devo fare settimana prossima se c'è qualcosa che non va a livello neurologico si vede qualcosina?Ne parlero' anche con l'oculista per l'emicrania 'la ringrazio in anticipo per la risposta
Cordiali saluti.

[#86] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la frequenza della cefalea (emicranica?) giustifica una terapia di prevenzione anche in assenza di aura, ovviamente prima deve essere fatta la diagnosi del tipo specifico di cefalea.

Riguardo la domanda sugli ansiolitici, il Pasaden dovrebbe essere assunto con maggiore frequenza dell'alprazolam ma Lei si attenga a quanto prescritto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#87] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio come sempre per la risposta, riguardo alla cefalea mi è stato detto che è una cefalea muscolo tensiva e che soffro di emicrania con aura è stato accertato anche dall'oculista, secondo lei è possibile una cefalea muscolo tensiva associata a emicrania con aura? Riguardo al campo visivo qualcosa a livello neurologico si vede?
La ringrazio ancora una volta
Cordiali saluti

[#88] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'associazione di cefalea tensiva e di emicrania viene definita "cefalea mista" ed è pure frequente a riscontrarsi.
Riguardo il campo visivo è possibile.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#89] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore la ringrazio ancora per la risposta, le auguro un buon fine settimana Cordiali saluti

[#90] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi perdoni ancora una volta, ma volevo chiederle una cosa, come le ho detto in precedenza prima di andare dal psichiatra ho assunto per tre mesi maveral da 100mg il pschiatra mi ha detto di sospendere il maveral e mi ha detto di prenderne 50 mg per una settimana e poi interromperlo, e poi mi ha detto che per una settimana non dovevo prendere niente e poi iniziare il daparox da 20 mg, io ho iniziato oggi il daparox e ne ho preso mezza compressa cioè 10 mg ,solo che il daparox l'ho preso un giorno prima di fare una settimana(l'ho fatto perché ho voluto iniziare con una dose più bassa per gli effetti collaterali )secondo lei rischio una sindrome serontonininergica? E poi il daparox come antidepressivo ssri può causare sindrome serontonininergica a dosaggi terapeutici? Un'ultima cosa è vero che è sconsigliato l'uso di triptani come l'auradol in caso di attacco di emicrania con aura insieme al daparox sempre per il rischio di sindrome serontonininergica? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti.

[#91] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

stia tranquillo, non c'è nessun problema di sindrome serotoninergica ai dosaggi terapeutici.
La paroxetina è il farmaco più utilizzato tra gli SSRI.

L'associazione di paroxetina con i triptani richiede particolare cautela ma se ci si attiene alle dosi prescritte dallo specialista il rischio è quasi nullo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#92] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio ancora per la risposta un'ultima domanda c'e' differenza tra alprazolam e frontal? So che entrambi hanno la stessa molecola ma come farmaco a gocce c'è una differenza?
Cordiali saluti

[#93] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
L'aprazolam è il principio attivo del frontal e non c'è nessuna differenza tra i due farmaci.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#94] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio tanto per il consulto e per la risposta le auguro una buona serata Cordiali saluti

[#95] dopo  
344006

dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi perdoni per l'ennesima volta, ma volevo chiederle una cosa, ho letto tra gli effetti collaterali che la paroxetina è in grado di influenzare l'intervallo qt e quindi può portare aritmie potenzialmente pericolose arresto cardiaco e morte improvvisa è vera questa cosa? Io ho effettuato l'elettrocardiogramma prima di prendere il daparox e il cuore era a posto la ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#96] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
E allora può stare tranquillo.
Sapesse quante migliaia di confezioni di paroxetina vengono prescritte al giorno.....ci sarebbe una strage....
Dr. Antonio Ferraloro

[#97] dopo  
344006

dal 2017
Genti le dottore, la ringrazio per la risposta quindi il rischio c'è però da quando ho capito è basso?
Cordiali saluti