Utente 435XXX

Buongiorno,
sono una ragazza di 21 anni, ad agosto mi è stata fatta notare un'anisocoria abbastanza evidente di cui non mi ero mai accorta prima di allora. Mi è stata fatta una Tac d'urgenza e RMN (tutto nella norma); l'esame ANGIO RMN mostra immagini ectasiche simmetriche nel sifone intracavernoso probabilmente di natura artefattuale per cui mi consigliano di effettuare angio TC.
Considerata l'età e il pentimento per aver già fatto una TAC scelgo di ripetere a mie spese l'ANGIO RMN nella speranza che venga pulita. Questa volta si rileva possibile irregolarità di parete del sifone carotideo DX.
Un radiologo mi consiglia di ripetere l'ANGIO RMN con particolare tecnica dove non si rilevano sicure alterazioni a carico dei sifoni carotidei ma si ritiene oppurtono controllo a tre mesi. Quest'ultimo controllo (con MDC) ottiene rilievi morfologici sovrapponibili rispetto al controllo precedente. Il radiologo ritiene che ''al 98% non c'è nulla, ma non posso escludere all 100%" e dice che a marzo arriverà una nuova macchina tac per cui ne riparleremo.

Vorrei capire intanto se potrebbe esserci un legame con l'anisocoria, perché su questo ho ottenuto pareri discordanti. Inoltre è chiaro il desiderio di non sottopormi ad altri esami con radiazioni, per cui vorrei capire fino a che punto dovrei preoccuparmi e approfondire la questione.

Grazie mille,

Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvatore Pappalardo

24% attività
0% attualità
4% socialità
TAORMINA (ME)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2016
Gentile utente, l'unica maniera per avere una immagine assolutamente certa, perfettamente accurata e categoricamente diagnostica delle carotidi intracraniche, anche al riguardo di una possibile fistola carotido-cavernosa, è fare una ANGIO-TAC.
L'irradiazione è irrilevante, il rischio biologico zero, il risultato categorico.
Con l'angio-RM non potrà che continuare ad avere risultati più o meno accurati per imponderabili cause artefattuali.
Poiché il riflesso pupillare è comandato da alcune terminazioni nervose decorrenti nel terzo nervo cranico ( oculomotore comune) e del tutto teoricamente possibile che l'anisocoria sia dovuta ad una alterazione anatomica della carotide intracavernosa, poiché quel nervo cranico decorre anche dentro il seno cavernoso.
Nella maggior parte dei casi però queste situazioni rimangono inspiegate .
Dr. salvatore pappalardo

[#2] dopo  
Utente 435XXX

Ringrazio molto per la cortese e precisa risposta.
Cordiali Saluti