Utente 434XXX
Salve,
ho una preoccupazione che magari si riterrà stupida, ma visto che sono ignorante preferisco chiedere a delle persone competenti piuttosto che preoccuparmi senza avere i motivi per farlo.
5 anni fa ho fatto una Tac di accertamento a seguito di un'emicrania molto forte, risultata pulita, nessun problema.

Ora, studio medicina e ho scoperto che le tac hanno una dose di radiazioni molto maggiore rispetto alle lastre, il docente ha parlato di 1000 volte più di una lastra.
La mia paura è che quella tac abbia potuto intaccare il mio sistema nervoso, che abbia potuto influire sulle mie capacità cognitive e aver abbassato il mio q. I. O la mia memoria.
Ho pensato che le radiazioni possano aver distrutto neuroni o intaccato sinapsi.
Sono preoccupatissimo e non riesco più a rilassarmi.
Le preoccupazioni sono lecite o no?

Grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Laura Sciuto

20% attività
4% attualità
0% socialità
MONZA (MB)
NOVARA (NO)
MILANO (MI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2015
Gentile utente,
come psicologo mi permetto di giudicare eccessiva la sua preoccupazione per un esame piuttosto comune che ha svolto in un'unica sessione, 5 anni fa.
Come ha valutato il suo ipotetico decadimento delle funzioni cognitive (memoria etc.)?
Cordialmente
Dr.ssa Laura Sciuto
Psicologia Clinica - Psicosomatica - Psiconcologia
Tel. 328 5951005 - Via F. Querini 1, Monza