Utente 443XXX

Salve, ho effettuato una risonanza allo scavo pelvico per un dolore al coccige persistente, il referto riporta :
In assenza di segni di distorsione meccanica o intrappolamento lungo il decorso del nervo, a
partire dalle radici sacrali e dal plesso lombopelvico, si evidenzia iperintensità di segnale del nervo ischiatico, del gluteo superiore ed
inferiore, bilateralmente, più evidente a dx con iperintensità di segnale anche delle diramazioni perineali. Tale reperto può essere
attribuito ad alterazione di tipo irritativo.


Cosa mi consigliate di fare? A chi rivolgermi ancora?

[#1] dopo  
Dr. Casimiro Simonetti

32% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2016
Se le uniche obbiettività sono la sintomatologia dolorosa e il riscontro RM di edema su base irritativa cronica delle emergenze radicolari, in assenza di alterazioni compressive estrinseche, potrebbe essere presa in considerazione la neuromodulazione a RF pulsata per ridurre la sintomatologia dolorosa.
Questo comunque presuppone una attenta valutazione obbiettiva della Paziente dal parte dello Specialista in Radiologia Interventistica. Può sicuramente essere di aiuto nell'inquadramento diagnostico una valutazione elettromiografica mirata allo studio della pelvi e regione sacro-coccigea, possibilmente corredata anche da valutazione dei potenziali evocati somato-sensoriali.
Dr. Casimiro Simonetti
http://www.villastuart.it/i-nostri-medici/dottor-casimiro-simonetti?rq=simonetti

[#2] dopo  
Utente 443XXX

Grazie per la sua risposta. Farò una visita da un neuro urologo per valutare meglio la situazione.