Utente 466XXX
Salve,
sono una ragazza di 17 anni e scrivo qui dopo un periodo di dubbi e riflessioni...inizio dal principio. All'incirca quasi due anni fa,ho avuto un rapido susseguirsi di episodi strani e trascurati. Durante questi episodi,capitati nelle più svariate situazioni,ho avuto i seguenti sintomi:
-Improvvisa e violenta cefalea prima localizzata in un punto della testa e poi diffusa
-comparsa di "disegni" grigi e neri ai lati del campo visivo che permanevano anche dopo che chiudevo gli occhi (quindi non era un problema di vista) e che,più passava il tempo,e più mi "restringevano" il campo visivo,appunto.
-difficoltà ad articolare le parole
-difficoltà seria a comprendere ciò che dicevano gli altri
-Vomito (trasparente) ogni 2 minuti accompagnato da una forte nausea
-senso di confusione e sensazione dei suoni,percepiti come lontani e ovattati
-formicolio a gambe e braccia
-sensazione di fatica a tenermi in piedi
-forte malessere diffuso

nei primi episodi,i sintomi duravano poco (circa due-tre ore) ed erano decisamente più lievi e "sopportabili".
Nell'ultimo episodio,quello in assoluto più brutto,i sintomi erano iniziati nel pomeriggio verso le 16 (in seguito ad un litigio avuto con mia sorella) ed erano finiti verso le 5 del mattino senza lasciare nessuna conseguenza.
in questa ultima volta,data la gravità dei sintomi,sono andata all'ospedale e dopo avermi fatto fare qualche movimento con le braccia,mi hanno messo la flebo e mi hanno portato in una stanza separata,tuttavia,credo che la mia situazione sia stata in qualche modo "trascurata" per la gravità dei sintomi,infatti io,suppongo abbia avuto un episodio di T.I.A,avendo anche il Dotto di Botallo,(seppur molto piccolo negli ultimi controlli risalenti a 6 anni fa). Ora,in aggiunta al terrore che vivo costantemente a causa della paura che possa ricapitare,ora ho anche una paura assurda per gli aneurismi e per questo vorrei farmi segnare un'angio-RM senza contrasto dal medico. Premetto che queste paure stanno compromettendo la mia vita in modo serio. Come dovrei muovermi? Posso chiedere al medico una richiesta in bianco per questi due motivi,nonostante il primo di essi sia un evento risalente a 2 anni fa? Ringrazio già in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Casimiro Simonetti

32% attività
8% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2016
Che significa una richiesta "in bianco"?
La prima cosa da fare sicuramente è una adeguata ed accurata visita specialistica Neurologica; sarà il Collega Neurologo, sulla base della obbiettività clinica, dell'anamnesi (ossia della sua storia) e dei riscontri a stabilire quali indagini strumentali debbano essere eseguite.
Dr. Casimiro Simonetti
http://www.villastuart.it/i-nostri-medici/dottor-casimiro-simonetti?rq=simonetti