Utente 111XXX
Sono una signora di 42 anni e abito in provincia di Verona. In seguito ad angio-tac mi è stato diagnosticato un aneurisma cerebrale sacciforme con diametro assiale di circa 4 mm e colletto di circa 3 mm, a livello del sifone carotideo di destra. Ho sentito il parere di un neurochirurgo che mi ha consigliato di tenerlo monitorato ( tra 1 anno un'altra angio-tac ), poiché l'aneurisma è di dimensioni ridotte e secondo questo medico, stando alle statistiche, sarebbe più pericoloso intervenire che lasciarlo lì. Preciso di avere la pressione arteriosa piuttosto bassa e di non fumare (cose a cui il neurochirurgo ha dato parecchia importanza ).
Io non mi sento tranquilla e la mia vita è cambiata....
Vorrei avere un Vostro parere ed un nome di un esperto neuroradiologo per un'ulteriore consulenza.
Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
la decisone di monitorare un aneurisma, seppur diagnosticato casualmente,a mio parere, è un po' rischiosa.
Attualmente la neuroradiologia interventistica ha raggiunto eccellenti livelli nella tecnica di embolizzazione per cateterismo selettivo.
A Verona non mancano gli ottimi neuroradiologici in grado di eseguire tale metodica.

Cordialmente
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente 111XXX

Gentile Dr. Migliaccio, La ringrazio per la risposta.
Seguirò il Suo consiglio.
Distinti saluti