Utente 159XXX
Salve Dottore,

La ringrazio anticipatamente per la risposta, nella situazione in cui mi trovo al momento, il parere di un medico italiano, seppur a distanza, potrebbe darmi conforto e sicurezza.
Sono all'estero, in Montenegro, dove rimarrò per lavoro per altri 3 mesi.
Venerdì scorso sono stato aggredito da un gruppo di ragazza e ho ricevuto un pugno (mano chiusa) sull'occhio sinistro, sono andato immediatamente all'ospedale dove mi ha visitato uno specialista.
Ieri sono andato da un altro specialista per verificare se dopo alcuni giorni la situazione era cambiata.
Entrambi i medici mi hanno detto che sono stato fortunato, e che il gonfiore, il colore violaceo e il sangue nel bulbo oculare (nella parte sinistra dell'occhio) passeranno nel giro di 2/3 settimane.

Io rimango, nonostante i consulti e le diagnosi appena illustrate, perplesso e preoccupato per l'emoraggia interna all'occhio, che invece di migliorare sembra in continua, anche se minima, espansione.

Vorrei dunque chiederLe se è possibile arrestare o limitare in qualche modo l'ematoma interno, e se il versamento di sangue può provocare danni permanenti visibili (intendo estetici in questo caso).
Infine vorrei sapere se mi consiglia di rientrare in Italia e farmi curare da medici italiani, non per mancanza di fiducia nei confronti dei dottori locali, ma non nascondo che sento molto la mancanza di un parere di un nostro medico, e il consulto da me richiesto oggi ne è prova tangibile.

Nel ringraziarla nuovamente e nella speranza di ricevere una risposta, colgo occasione per porgerLe distinti saluti.

Valerio.

[#1] dopo  
Prof. Massimo Nicolò

40% attività
4% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile Valerio,
capisco la sua situazione. Chiaramente a distanza e' molto difficile dare una valutazione in merito al suo problema. Immagino che quando parla di emorragia interna all'occhio intende nel bianco dell'occhio. Se fosse dentro la cavita' oculare allora avrebbe riferito un abbassamento della vista che invece non sembra lamentare. Quindi se il sangue e' nel bianco dell'occhio sicuramente si riassorbira' nel giro di qualche giorno. Oltre a questo i colleghi dovrebbero averle valutato l'interno dell'occhio e la eventuale presenza di traumi a livello dell'angolo iridocorneale o della retina che a volte si verificano a seguito di traumi di questo tipo. Nella zona dove si trova ho trovato su google questo centro (http://doctorlaser.org/5.html) che si trova anche a Podgorica. Altrimenti potrebbe essere saggio tornare in Italia per un consulto nella sua citta'.
saluti,

www.occhioallaretina.it
Prof. Massimo Nicolò - medico Oculista
www.occhioallaretina.it
www.biosanitas.com

[#2] dopo  
46841

Cancellato nel 2010
Carissimo valerio,
se l'emorragia la vede sulla parte bianca dell'occhio è un' IPOSFAGMA O EMORRAGIA SOTTOCONGIUNTIVALE
NULLA DI PREOCCUPANTE PASSA MEDIAMENTE IN 10-14 GIORNI E CONVIENE USARE UN COLLIRIO A BASE DI EPARINA ED ANTINFIAMMATORIO PER TUTTO IL PERIODO CHE HA L'IPOSFAGMA.
Quindi l'emorragia sottocongiuntivale o iposfagma ,su base traumatica,è dovuta solamente ad una rottura di un capillare ed a scapito di un eclatante immagine ispettiva(a volte l'occhio diventa come una prugna)non ha importanza clinica!!!!
L'emorragia sottocongiuntivale si presenta come una chiazza di colorito rosso vivo che interessa la congiuntiva bulbare e si estende sino al limbus, non associata ad altri segni di flogosi.
Importante nel suo caso che sia stato fatto un fundus oculi per scongiurare la presenza di una commotio retinae o edema retinico di Berlin postraumatico!!!
Un caro saluto
PROF.DUILIO SIRAVO
siravo@supereva.it
http://drsiravoduilio.beepworld.it

[#3] dopo  
Utente 159XXX

Gentili Dottori,

Vi sono sentitamente grato per le celeri e precise risposte, come accennavo nel messaggio precedente, il consulto, anche se a distanza, di un medico connazionale mi tranquillizza e permette di affrontare la fase di convalescenza con maggiore serenità.

Mi permetto di abusare nuovamente della vostra gentilezza ponendovi un ultimo quesito.
Le risposte sono state chiarissime e non mi hanno lasciato particolari dubbi; volevo, semplicemente, assicurarmi che la piccola espansione dell'ematoma (sul bianco dell'occhio), ematoma che sembra appunto allargarsi invece che diminuire, sia cosa normale dopo un trauma del genere.

Grazie nuovamente per il vostro prezioso lavoro.

Valerio.

[#4] dopo  
Prof. Massimo Nicolò

40% attività
4% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
direi di si. Il motivo e' dovuto al fatto che la congiuntiva e' un tessuto mobile e lasso per cui quando fuoriesce del sangue da un capillare che si rompe si assiste ad una progressione ed estensione della emorragia.

saluti,

www.occhioallaretina.it
Prof. Massimo Nicolò - medico Oculista
www.occhioallaretina.it
www.biosanitas.com