Utente 212XXX
Buonasera,

vorrei un consulto puramente indicativo e per questo le mie domande potrebbero sembrare vaghe ma le vostre cortesi risposte mi aiuteranno a capire.

Un paziente anziano, affetto da cataratta, cardiopatico (assume cardioaspirina ed un altro farmaco) deve sottoporsi a dei controlli particolari che presumono visite ripetute all'ospedale prima dell'intervento?
Se si, questo iter cosa vuole stabilire? La possibilità di fare l'anestesia?

Un'altra domanda: è sempre necessario questo intervento?

Vi ringrazio per la cortese attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, di norma la preparazione all'intervento di cataratta prevede una preospedalizzazione durante la quale vengono eseguiti gli accertamenti ematologici e cardiologici(ECG) nonchè tutte le valutazioni cliniche oftalmologiche propedeutiche all'intervento (entità della cataratta, misura del cristallino artificiale da impiantare, condizioni oculari generali. In quella sede verrà concordata una eventuale sospensione della cardioaspirina o sua sostituzione con altro farmaco e verranno comunicate tutte le indicazioni per l'intervento stesso.
La seconda domanda mi pare pleonastica, l'intervento è necessario nella misura in cui la cataratta limita la capacità visiva, l'alternativa è una progressione verso la cecità.

cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo