Utente 241XXX
La mia storia inizia nel 2008,dopo uno sforzo,l'occhio desto diventa rosso dolorante non sopportavo la luce e vedevo appannato.Dopo varie visite in ospedale ,decidono di ricoverarmi ma non trovano la causa e mi dicono che un uveite anteriore da sforzo non esiste.Premetto che soffro di ipertensione arteriosa e attualmente sono in terapia con neo-lotanplus 50+12,5 per due volte al giorno e a seconda della stagione la sera prendo mezza amlodipina da 5mg ,retinopatia arteriosa scoperta nel 2004, bradicardia sinusale,fc 50/bpm.(Da bambina ho avuto problemi di salute le gambe e i piedi si gonfiavano e diventavano viola.Per un certo periodo facevo iniezioni di pennicellina e una puntura ogni venti giorni.Poi in seguito ad ulteriori accertamenti, mi era stata diagnosticata una artrite giovanile che con il passare degli anni non mi ha più dato problemi.)Nel 2009 ho avuto 3 episodi di uveite anteriore.Terapia atropina collirio, cortisone collirio,anti infiammatori sia orali che collirio.Mi dicono che la pressione dell'occhio è buona perchè prendo i diuretici.Nel 2010 altri 4 episodi e l'uveite è passata all'occhio sinistro.Dal gennaio 2011 ho sempre l'uveite o meglio quando scalo il cortisone l'uveite si riacutizza.Nel marzo 2011 ho avuto un secondo ricovero ma senza esito ,soffro di spine calcaneari due per piede e neuroma di morthon anche questi bilaterali.Ho effettuato notevoli controlli anche con il supporto dell'oculista hla locus A 32-DR 10,16 B 35,61 DRW51 CW 2,4 DQ 5.Tra novembre e dicembre 2011 sono stata ricoverata alle cliniche di cagliari reparto reumatologia immunologia diagnosi uveite anteriore recidivante,anemia sideropenica,retinopatia in ipertensione arteriosa,ipovitaminosiD.Terapia domiciliare Azatioprina 50mg 2 volte al giorno che sopporto bene ,DIBASE30000 1 sola assunzione DIBASE25000 ogni 15 giorni, Sideral.Attualmente nonostante sia passato qualche mese,la situazione sostanzialmente non è variata.La cortesia che vi chiedo e se potete indirizzarmi in qualche centro specializzato per il mio caso .Potete capire i notevoli disagi visto che ho famiglia e un lavoro dal quale spesso mi devo assentare,sia per lo stato di salute perchè in fase acuta l'uveite mi provoca sintomi simili all'influenza e perchè guidare lavorare in posti molto luminosi con l'atropina mi crea grossissimi problemi fino alla nausea.Vi ringrazio in anticipo e aspetto una vostra risposta

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
dottor GIULIO MODORATI
CENTRI UVEITE
OSPEDALE SAN RAFFAELE
VIA OLGETTINA 60
MILANO
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 241XXX

La ringrazio tantissimo per la sua celerità , spero che al più presto possa recarmi nel centro da lei segnalatomi . grazie di nuovo

[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
perfetto in bocca al lupo
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#4] dopo  
Utente 241XXX

Mi sono messa in contatto con il S. Raffaele e per il 19 aprile ore 10,30 ho prenotato una visita con il Dott.Giulio Modorati ,spero che sia veramente il Dott. Modorati a vedermi e non altri. La mia situazione è praticamente invariata .Ho un altra uveite anteriore ,occhio sn ++,occhio ds+,ora è bilaterale.Solita cura ,ma alla visita di controllo reumatologica del 28. 03 a Cagliari, hanno aumentato il dosaggio della Azatioprina ora devo prenderne 3 cp al giorno e francamente la cosa mi spaventa TANTO.Spero finalmente di poter risolvere il mio problema. La ringrazio tanto e la saluto.