Utente 255XXX
sono un ragazzo di 30 anni...faccio parte delle forze di polizia e durante un addestramento mi è stata fatta pressione sui bulbi oculari con lo scopo di dimostrare una tecnica di difesa personale per liberarsi dall'aggressore. dopo circa 6 ore da questo evento mi è comparsa una macchia di sangue al limite del campo visivo...vado al pronto soccorso e seguo l'iter previsto, faccio oct e fluorangiografia...risultati:occlusione retinica emisferica inferiore, presenza di aree ischemiche medio periferiche, senza evidenza di proliferanti retiniche.regione maculare asciutta....
le mie domande sono:è possibile che il trauma sia la causa di questo evento vista la mia età e visto che pratico sport da sempre?
devo fare un'altra fluorangiografia tra tre mesi, quali sono e quante le probabilita di complicanze varie e quelle che si risolva da sola?
la macchia di sangue che vedo al limite del campo visivo sparirà?quanto dovro aspettare?
prima di questo evento facevo pesi in palestra...potro continuare a praticare questo sport?vi ringrazio anticipatamente!un cordiale saluto!

[#1] dopo  
Dr. Caterina Cimino

24% attività
0% attualità
12% socialità
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Buona sera gentile utente. Innanzitutto è stata molto sfortunata poichè le occlusioni venose retiniche del giovane sono abbastanza rare e nella maggior parte dei casi di origine sconosciuta. Tuttavia è rincuorante il fatto che nei giovani la malattia evolve quasi sempre positivamente. Credo che la pratica eseguita circa 6 ore prima sia stata una coincidenza. Infondo ha sempre praticato sport e forse non era la prima volta che eseguiva quel tipo di esercizio. Si faccia seguire da un buon centro al fine di seguire una terapia efficace che renda positiva l'evoluzione della patologia. Inoltre credo che le abbiano già prescritto delle analisi del sangue per escludere problemi circolatori. Mi faccia sapere. Le auguro di guarire al più presto. Un saluto
Dott.ssa Caterina Cimino

[#2] dopo  
Utente 255XXX

prima di tutto la ringrazio per la risposta!comunque per l'attività di 6 ore prima non mi riferivo al fatto che fosse uno sport, ma proprio alla forte pressione sui bulbi oculari che mi è stata fatta durante questo esercizio quindi al trauma, guarda caso lo stesso giorno che è successo il problema...sarà una coincidenza questo non lo so ma di sicuro è una grossa coincidenza
si ho fatto gli esami del sangue ma non ho ancora i risultati perchè per l'omocisteina ci vuole del tempo...cosi mi hanno detto...io purtroppo sono molto preoccupato...ecco perchè mi sono iscritto a questo sito perchè quasi a tutti i costi sto cercando di darmi delle risposte in quanto non avevo mai avuto problemi di salute prima d'ora anzi ho sempre praticato sport senza mai smettere...
il dottore mi ha detto pure che siccome i risultati dell'oct sono completamente negativi a lui è venuto da pensare che potrebbe risolversi cosi...la mia sete di sapere mi ha fatto guardare moltissimi siti in internet ed ho scoperto che potrebbero crescere nuovi vasi sanguigni sulle zone non irrorate dal sangue che nel caso sarebbero trattate con il laser...ho letto pero anche che alcune volte l'occlusione si risolve spontaneamente...insomma...nella fattispecie le mie domande sono queste:
1)se alla prossima fluorangiografia i risultati mostreranno che l'occlusione è passata potro definirmi guarito?(sempre che non dipenda da una malattia del sangue,chiaro)
2)la macchia di sangue causata dalla rottura di un capillare si riassorbirà?in quanto tempo piu o meno?
3)se tutti gli esami del sangue sono negativi potro riprendere con lo sport?
4)visto che ho il visus di 10/10 e che la macula è asciutta, e che le zone ischemiche sono medio periferiche, nel caso dovessi fare la terapia con il laser conserverei il mio visus?
5)se fossi molto fortunato potrei rimettermi completamente?
vi ringrazio anticipatamente.distinti saluti.

[#3] dopo  
Dr. Caterina Cimino

24% attività
0% attualità
12% socialità
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Gentile utente le ho già detto che nelle forme giovanili la risoluzione è quasi sempre spontanea. Tuttavia non posso negare che sempre nei giovani a volte si possono anche avere recidive. Aspetti gli esami e non perda la calma. Credo che si riprenderà benissimo. Mi perdoni ma non avevo capito che il trauma era stato così violento. E' inutile allora raccomandarle di non sottoporsi più a certe pratiche pericolose. Mi è capitato un caso simile con una ragazza che suonava uno strumento a fiato. In seguito ad un concerto ha avuto una trombosi retinica. Se può renderla più fiducioso le dico che la ragazza è completamente guarita. L'emorragia se non ha problemi di salute generale nel giro di poco tempo dovrebbe riassorbirsi. Mi faccia sapere l'esito degli esami e speriamo che vada tutto bene. Un saluto
Dott.ssa Caterina Cimino

[#4] dopo  
Utente 255XXX

dottoressa la ringrazio tantissimo!certo che le faro sapere!le mando sentitissimi saluti...

[#5] dopo  
Utente 255XXX

buonasera dottoressa...ho recentemente ritirato tutti i referti delle analisi...tutte negative omocisteina compresa...per quanto riguarda l'occhio sembra che stia migliorando in quanto la macchia che prima vedevo sembra si stia riassorbendo....ho notato pero di avere un edema palpebrale e un leggero fastidio all'occhio interessato...lei sa per caso dirmi da cosa potrebbe dipendere?ho riferito di questo edema all'oculista, il quale dopo avermi controllato con la pressione delle dita, mi ha riferito che non c'era niente di anomalo...io pero sento e vedo un leggero gonfiore.dovrei farle quindi 2 domande:
1.è possibile che questo edema sia correlato alla trombosi retinica?
2.per lavoro dovrei fare la domanda per causa di servizio...ma un oculista puo stabilire e produrre un referto dove si attesta che la patologia potrebbe essere stata causata dal trauma subito con la pressione dei bulbi oculari, visto che l'esame internistico ha prodotto esito negativo e visto sopratutto che la patologia è iniziata lo stesso giorno del trauma?la ringrazio anticipatamente..cordiali saluti

[#6] dopo  
Utente 255XXX

buonasera dottoressa...ho recentemente ritirato tutti i referti delle analisi...tutte negative omocisteina compresa...per quanto riguarda l'occhio sembra che stia migliorando in quanto la macchia che prima vedevo sembra si stia riassorbendo....ho notato pero di avere un edema palpebrale e un leggero fastidio all'occhio interessato...lei sa per caso dirmi da cosa potrebbe dipendere?ho riferito di questo edema all'oculista, il quale dopo avermi controllato con la pressione delle dita, mi ha riferito che non c'era niente di anomalo...io pero sento e vedo un leggero gonfiore.dovrei farle quindi 2 domande:
1.è possibile che questo edema sia correlato alla trombosi retinica?
2.per lavoro dovrei fare la domanda per causa di servizio...ma un oculista puo stabilire e produrre un referto dove si attesta che la patologia potrebbe essere stata causata dal trauma subito con la pressione dei bulbi oculari, visto che l'esame internistico ha prodotto esito negativo e visto sopratutto che la patologia è iniziata lo stesso giorno del trauma?la ringrazio anticipatamente..cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Caterina Cimino

24% attività
0% attualità
12% socialità
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Buona sera gentile utente! Sono contenta che sia migliorato. Il fastidio che riferisce invece potrebbe essere dovuto ad uno stress emotivo dovuto alla paura che le possa ricapitare qualcosa in quell'occhio. Per quanto riguarda la causa di servizio sarà una commissione a valutare se la patologia che l'ha colpita è dovuta o meno ad una causa di servizio. Si rivolga ad un avvocato esperto in diritto del lavoro, un saluto e stia bene.
Dott.ssa Caterina Cimino

[#8] dopo  
Utente 255XXX

Gentile dottoressa buongiorno....Oggi ho finalmente ritirato i risultati dell'ultima fluorangiografia e oct e a quanto pare aveva proprio ragione lei..le emorragie si sono riassorbite, non ci sono ne aree ischemiche ne proliferanti retiniche...e cmq devo dirle che il suo aiuto psicologico mi ha aiutato molto, infatti dopo che ho parlato con lei mi son sentito rincuorato ed ho affrontato il problema con serenità...ora mi sento molto bene, ma lei mi ha aiutato tantissimo in un momento di sconforto..quindi volevo rivolgerle un sentitissimo GRAZIEEEEEEEE.....Ora dovrei cercare un oculista che possa farmi un referto dove ci sia scritto che le possibili cause del problema che ho avuto potrebbero essere originate da un trauma al bulbo oculare ricevuto quello stesso giorno, documentato legalmente con una relazione di servizio presso l'istituto dove presto servizio...secondo lei come dovrei fare?è possibile dimostrare che il problema si è manifestato per un possibile trauma?visto che tutte le analisi che ho fatto hanno dato esito negativo?la ringrazio ancora anticipatamente, lei ha riacceso il mio sorriso...buona giornata :D

[#9] dopo  
Dr. Caterina Cimino

24% attività
0% attualità
12% socialità
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Sono lusingata!credo che l'oculista che la sta seguendo può rilasciarle un referto con tutta la sua storia clinica!un saluto e in bocca al lupo per tutto

Dott.ssa Caterina Cimino