Utente 838XXX
Egregio dottore,

a mia nipote di 38 anni alcuni anni fa e' stato riscontrato un problema agli occhi : cheratocono. Fra un paio di giorni dovrebbe partorire.Alcuni ginecologi a causa di questo hanno consigliato il parto cesareo, altri il parto normale. Non sappiamo a chi dare ascolto. Essendo io una paziente di questo sito ed avendo in voi tutti una enorme fiducia e stima, desidero avere un consiglio da lei su quale sia il metodo giusto da affrontare per partorire senza arrecare danno agli occhi. Ma il cheratocono non si puo' risolvere? Se si come? Puo' indicarmi un ospedale dove possono aiutarci a risolvere questo problema? E' vero che col tempo si diventa ciechi? Ho tanta paura. Grazie in anticipo della risposta Floris

[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Gentile Floris,

Il cheratocono non ha ASSOLUTAMENTE nessuna correlazione con il parto. La decisione cesareo/naturale va presa indipendentemente dalla presenza di questa patologia oculare.

Il cheratocono a 38 anni tende generalmente a stabilizzarsi e, se è in evoluzione, può arrestarsi con un trattamento di cross-linking corneale. Non è una malattia che porta alla cecità, anche se può dare delle gravi compromissioni visive.

Per la giusta procedura terapeutica, converrà chiedere al Suo oculista di fiducia. Ora, però, godetevi l'arrivo del nascituro! ;-)
Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it

[#2] dopo  
Utente 838XXX

Grazie Dott. per il suo consiglio che e' stato preso in considerazione da alcuni medici- Mia nipote doveva essere sottoposta a parto cesareo per il problema cheratocono ma dopo aver io evidenziato cio' che lei aveva scritto, il ginecologo consultatosi con altri 2 oculisti hanno deciso di effettuare il parto normale. Cosi mia nipote e' dovuta ritornare a casa in attesa delle doglie felice di aver evitato un intervento. Grazie ancora a lei e a tutto lo staff. Mi sono sentita in dovere di darle questa soddisfazione. Floris da Catania