Utente 179XXX
Gentili Sig.ri,
volevo chidervi una cosa, mia madre ha 82 anni e soffre di una degenerazione maculare artrofica senile, dal 2008 iniziata.
Successivi esami evidenziano un'aggravamento della maculopatia di tipo “secca” con conseguenza di progressiva cecità.
Ho cercato una soluzione, medici di base danno il loro verdetto “nessun rimedio” ma cercando e leggendo trovo una speranza nella cura staminale tra l'altro praticata da varie cliniche delle quali una a milano dove porto mia madre per una visita...
Nell'ambulatorio, dopo una breve visita la diagnosi è confermata, il dottore dice che con una sua cura ed una dieta ferrea (no carne, no alcool, no fumo, no formaggi grassi...) mia madre avrebbe riacquistato il 90% della vista. La cura è a base di un cocktail a base omeopatica e di cellule staminali da iniettare con ago in via retro oculare, mia madre ha un rifiuto totale per l'omeopatia, non parliamo poi della dieta per poi finire sui 6.000 euro previsti della cura.
La mia domanda è a questo punto:
c'è da fidarsi di una cura del tipo staminale? cosa ne pensate voi a tal proposito, avete un suggerimento per poter indirizzare mia madre ad una cura adatta al suo problema.
Conoscete chi esegue queste terapie?
Ringraziandovi per il vostro tempo e la vostra pazienza vi porgo i miei cordiali saluti.
Stefano

[#1] dopo  
Dr. Daniele Di Clemente

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
In tali pazienti noi consigliamo riabilitazione visiva con rafforzamento e stabilizzazione della Prl , preferential reti al locus.
Distinti saluti
Ddc
Dr. DANIELE DI CLEMENTE

[#2] dopo  
Utente 179XXX

Gentile Dr. Daniele, sono in provincia di bergamo, potrebbe gentilmente indicarmi una clinica o quant'altro validi dove possa iniziare questo trattamento?
Cordiali Saluti
Stefano