Utente 119XXX
salve dottori vi scrivo per chiedere un vostro parere in merito.
a settembre del 2012 mi è stata diagnostica una congiuntivite, curata con tobradex.
A distanza di qualche mese, dopo poco iniziata la primavera ho accusato gli stessi sintomi di bruciore, prurito. Ho pensato quindi di utilizzare di nuovo il tobradex, ma colpa mia non ho seguito la stessa cura nel senso che lo mettevo per due giorni, poi me ne dimenticavo, poi lo riprendevo, poi per circa un mese non l'ho preso più fino a che, venerdì 12/07 decido di seguire nuovamente la stessa cura dell'oculista in modo serio e cioè di 3 gocce al dì per occhio per 7 giorni, poi 2 gocce e poi 1 goccia per un totale di 15gg. Ho iniziato quindi venerdì poi sabato e proprio sabato sera dopo aver messo la goccia nell'occhio dx (che è quello che mi dà più fastidio), dopo qualche minuto ho accusato delle fitte nell'occhio dx. Il dolore è ancora presente, ci sono momenti in cui aumenta ed altre scompare, la parte dolente è quella superiore. Inoltre accuso dolore anche sul ciglio,zona orbita, all'altezza della tempia,al collo parte posteriore sempre dx. Sembrano a volte dolori di "freddezza".
In ogni caso oggi sono stato dal mio oculista per una visita e mi ha diagnosticato nuovamente congiuntivite di natura allergica e mi ha dato ketoftil collirio per 15gg, mi ha controllato la pressione oculare ed è 20. A tal proposito mi ha detto di fare degli esami (campo visivo, pachimetria corneale, oct/rnfl) per escludere eventuale possibilità di glaucoma anche se lui sostiente che la pressione oculare al limite come la mia sia dovuta all'utilizzo di tobradex. Mi ha detto comunque di fare questi esami per sicurezza.
La pressione oculare nella visita di settembre 2012 era di 15.
Secondo voi la pressione al limite può derivare dall'utilizzo di tobradex? c'è da preoccuparsi? Questo dolore che accuso, utilizzando ketoftil andrà a diminuire?
grazie per la vs attenzione

[#1] dopo  
Dr.ssa Anna Maria Fruttuoso

32% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buonasera, segua i suggerimenti terapeutici del suo oculista di fiducia, sia anche diligente nel fare correttamente la terapia.
La tensione oculare ai limiti può dipendere oltre che dall'uso del cortisone anche dal processo infiammatorio;
comunque per tranquillità faccia gli accertamenti che sono stati prescritti.
Saluti
A.M.Fruttuoso