Utente 259XXX
Da circa due settimane a mia madre di 82 anni, si è abbassata la vista improvvisamente. A seguito visita oculistica è stato riscontrato un versamento di sangue all'interno di un occhio.
Essendo cardiopatica fa uso di cardioaspirina.
E' stato riscontrato un grosso coagulo che non si riassorbe.
La retina da ecografia risulta regolare.
Alla visita si oggi è stata riscontrata la situazione invariata, è stato deciso di rivedere tra una settimana, se non migliora sembra che vada operato.
Gradirei una Vostra opinione in merito.
Grazie Saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
le allego un mio appunto presente su questo Sito

mamma ha eseguito esame OCT??

Fluorangiografia??




L'EMOVITREO e' una affezione molto tipica caratterizzata dalla presenza di una emorragia nel vitreo.

La raccolta ematica (di sangue) all'interno del corpo vitreo puo' riconoscere diverse cause

rottura di vasi retinici normali (distacco di vitreo post traumatico )
rottura di vasi retinici anomali o patologici (rottura di un angioma o di un aneurisma retinico)
rottura di neovasi retinici (retinopatia diabetivca proliferante, neovasi secondari ad occlusione venosa su base ischemica)
rottura di neovasi della coroide (degenerazione maculare legata all'eta' DMLE o AMD)
Il sangue entra nel corpo VITREO attraverso microlesioni dformando sacche emorragiche

di varia dimensione che impediscono di vedere la retina.

L'emoviteo non e' mai DOLOROSO.

Sintomi iniziali sono caratterizzati da miodesopsie con

riduzione improvvisa del visus o di un settore del campo visivo.

L' esame piu' utile in questi casi e' l'ECOGRAFIA BULBARE , seguito da un esame OCT.

Una emorragia vitreale puo' anche risolversi spontaneamente nel corso di qualche settimana

(a volte pero' anche mesi ).

in altri casi invece l'accumulo di sangue da luogo ad una reazione infiammatoria con i f

Fibroblasi che creano membrane epiretiniche.



Le forme croniche di EMOVITREO sono davvero piu' noiose e danno luogo a

membrane epiretiniche maculari e perimaculari
emosiderosi retinica
glaucoma


TERAPIA EMOVITREO


Si utilizzano con cautela e molto giudizio farmaci antiemorragici :

bisogna valutare sempre molto bene le condizioni cliniche generali del paziente e non

guardare solo il problema oculare ).



Se l'emorragia e' associata a Distacco di Retina ,

bisogna fare un intervento urgente o in tempi comunque molto brevi.

LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 259XXX

Grazie per la tempestiva risposta.

No al momento hanno solo fatto un ecografia.

Lunedi deve fare un altro controllo per poi decidere se operarla per togliere questo coagulo di sangue.

Dall'ecografia la retina sembra regolare.

Mi consiglia di chiedere di fare anche gli altri esami?
Appena fatto il controllo le faccio sapere.
Grazie e saluti


[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
no
la situazione e’ sotto controllo se la retina e’ aderente e piana
e‘ solo un emovitreo
vedra’ andra’ tutto bene...
mi contatti in caso di necessita’
suo doc
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333