Utente 375XXX
buongiorno. mi chiamo Alessandro, ho 43 anni. so che il titolo della discussione è un po generico ma spero ugualmente di riuscire ad attirare la vostra attenzione.
è da circa un mese che avverto un fastidio agli occhi come una sensazione di corpo estraneo.. tipo una ciglia o un granello di sabbia. senso di pesantezza nella parte iniziale degli occhi vicino al naso. poi mi da fastidio perfino l'aria.. non quella proveniente da una finestra aperta, l'aria dell'ambiente. sono stato da tre oculisti recentemente ma la risposta è sempre la stessa.. "lei non ha niente". la mia frustrazione però aumenta ogni giorno di più.
ho fatto tutti gli accertamenti del caso.. campo visivo, OCT, pachimetria e perfino una risonanza magnetica dell'encefalo. tutto nella norma. ho provato vari tipi di lacrime artificiali ma senza beneficio, mi è stato prescritto anche un cortisone e un collirio per la congiuntivite stagionale ma non ho trovato nessun giovamento.
vi confesso che due giorni fa mi sono lasciato prendere dallo sconforto, ed ho notato che gli occhi si inumidiscono ma non scendono lacrime.aiutatemi vi prego.. questo fastidio mi sta facendo impazzire!!

[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
dietro un semplice sintomo oculare come la lacrimazione o la sensazione di corpo estraneo, a volte si nasconde una patologia di grande rilevanza clinica. Ma di certo non si può dire di lei che non sia una persona adeguatamente seguita e clinicamente sorvegliata. I controlli che ha fatto e gli esami specialistici ed ultraspecialistici ne sono un esempio.
L'oct in modo particolare e il campo visivo escludono delle gravi patologie, e su questo mi sento di confortarla, sicuramente se presente qualcosa, non sarà nulladi grave.
La risonanza magnetica se fatta senza indicazione non trova ragione di essere eseguita. Ovvero: "mi faccio una risonanza così scopro cosa ho" non è una buona indicazione, ci vuole una specifica domanda specialistica di un medico che vuole ricercare qualcosa.
Se questo qualcosa esiste.
Dunque le consiglio di affidarsi ad UNO specialista e seguirne le indicazioni. Se continua a girare alla ricerca della patologia e non della guarigione, rischia di girare a vuoto per anni.
Si conceda eventualmente degli esami del sangue, ne parli anche col suo medico curante, si conceda una vita più serena, eviti psicostimolanti, anche la semplice caffeina può determinare una sensazione spiacevole simile a quella da lei descritta.
Vedrà che le cose andranno per il verso giusto.
Confido che le cose miglioreranno, stia sereno.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it

[#2] dopo  
Utente 375XXX

La ringrazio dottore per la sua risposta.
il medico oculista che mi segue è una persona molto scrupolosa. all'inizio del mese di marzo ho avuto un calo di vista all'occhio destro che persiste ancora oggi. mi succede che alcune volte l'occhio mi si appanna, è come una velatura che si sposta dentro l'occhio. quando sbatto forte le palpebre mi passa. e qualche volta l'ho notato anche all'occhio sinistro. guardandomi attentamente allo specchio ho anche notato che la pupilla dell'occhio destro è leggermente più grande.
per questo motivo il dottore mi ha prescritto una risonanza per escludere patologie neurologiche.
nell'occhio sinistro ho anche una leggera miodesopsia con cui convivo pacificamente da circa dieci anni. ma questa "sabbiolina" negli occhi proprio non la sopporto!
stamattina ho anche eseguito delle analisi del sangue complete. a metà settimana avrò i risultati.
secondo il suo parere potrebbe essere una conseguenza di uno stato ansioso?

[#3] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Si probabilmente potrebbe trattarsi di stato ansioso.
Ma si faccia comunque controllare dal suo specialista
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it