Utente 370XXX
due mesi e mezzo fa' mi sono sottoposto a un intervento di chirurgia refrattiva con la tecnica prk, subito dopo l'intervento vedevo bene, malgrado il dolore, ma dopo circa tre - quattro giorni ho cominciato a notare che vedevo meglio con l'occhio sinistro, mentre la visione con l'occhio destro si era opacizzata. Le visite successive hanno riscontrato una cicatrizzazione anomala, cioe' la presenza una piccola cicatrice proprio davanti la pupilla, con l ' occhio destro continuo a vedere sfocato, leggermente sdoppiato e "corone" intorno alle luci, particolarmente fastidiose intorno a fari e lampioni. Ora poiche' faccio un lavoro che richiede precisione ho dovuto assentarmi per motivi di salute. Il medico che mi ha operato vuole aspettare che la situazione si stabilizzi prima di effettuare un intervento di ptk. Poiche' ho dovuto interrompere il lavoro e altre attivita', vorrei sapere quanto tempo all'incirca dovro' aspettare, se c'e' qualche possibilita' che il problema si risolva da se', senza l'intervento, e se l'intervento di ptk comporta un ulteriore consumo di tessuto corneale (cosa che mi preoccupa non poco) Grazie

[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gent.mo,
la PRK é sempre meno utilizzata proprio perché puó causare questo tipo dicomplicanze. Come mai non ha effettuato la più moderna e non dolorosa Femtolasik?

Per sapere se il problema puó risolversi spontaneamente dovrei vedere la sua cornea e vedere una topografia corneale o un OCT corneale per valutare lo spessore del suo Haze.

Cordiali saluti
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com

[#2] dopo  
Utente 370XXX

Per una questione di costo, ma solo perche' mi era stato detto che l'unica differenza era che avrei dovuto portare una lentina per 3-5 giorni, cosi' mi e' stato detto. Ma quest'apparecchio che misura lo spessore del Haze sono in pochi ad averlo? Mi sono rivolto a tre oculisti diversi uno l'ha giudicato superficiale ma solo guardandolo, gli altri due lo stesso, sempre solo guardando con una luce, ma non si sono sbilanciati, mi hanno detto di aspettare per vedere come evolve. Uno mi ha detto che rimuoverlo non comportava consumo di altro tessuto corneale, mentre un altro e' preoccupato proprio dalla profondita', e per questa ragione vuole aspettare, anche perche' dice che se la cicatrizzazione e' ancora in evoluzione non e' consigliabile operare, meglio operare quando la situazione e' ferma. Per questo motivo sono disorientato

[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Sicuramente é troppo presto per operare, si deve aspettare almeno 1 anno

Gli apparecchiare misurare la profonditá dell'haze sono presenti negli studi di tutti gli oculisti chiesi occupano di chirurgia refrattiva

Cordiali saluti
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com