tatuaggio corneale per eliminare bagliore post iridotomia?

L'iridotomia è stata fatta per prevenzione glaucoma, ma posto questa domanda nella sezione per disturbi corneali poiché il motivo della questione è la valutazione di un tatuaggio corneale su una cornea sana. Uomo, 45 anni, nessuna patologia. Al fine di prevenire l'evoluzione di una sindrome da dispersione del pigmento in glaucoma, mi è stata praticata un'iridotomia all'occhio sinistro. Mi era stato detto che la cosa non avrebbe comportato alcun effetto avverso, ma purtroppo non è stato così. Al di là del fatto che non mi è chiaro se la cosa abbia avuto un reale significato a scopo preventivo, il mio problema è che a seguito dell'iridotomia, eseguita nella periferia dell'iride e posta circa a ore 1, ora mi è comparso un arco luminoso circa orizzontale che si muove su e giù nel campo visivo centro-inferiore coerentemente con il movimento della palpebra superiore. Praticamente un riflesso luminoso che si muove sempre davanti agli occhi, tanto più evidente quanto più è luminoso il punto verso il quale guardo. Da mie ricerche nel web, ho purtroppo appreso che pare questo bagliore luminoso sia dovuto a della luce, verosimilmente rifratta dal menisco lacrimale della palpebra superiore, che attraversa il forellino dell'iridotomia raggiungendo quindi la retina. Sempre cercando nel web, alla disperata ricerca di soluzioni per rimuovere questo fastidioso bagliore, dato che al momento non me ne sono state offerte di valide da chi ha effettuato l'iridotomia, non ho trovato altre soluzioni suggerite se non il suturare l'iridotomia (intervento, a quanto ho potuto intendere, non semplice e potenzialmente rischioso) oppure l'esecuzione di un piccolo tatuaggio corneale in corrispondenza del foro dell'iridotomia. Da profano, questa seconda ipotesi mi sembra più semplice, meno invasiva e meno rischiosa. Tuttavia non sono ancora riuscito a identificare in Italia oculisti ai quali rivolgermi che abbiano dimestichezza con la tecnica del tatuaggio corneale e mi chiedo se questa possa effettivamente essere la più valida alternativa per eliminare questo fastidioso sparo di luce, in un occhio altrimenti sano. Ho anche appreso che vi sarebbero diverse tecniche per effettuare i tatuaggi e mi chiedo quale possa essere la migliore soluzione, nel caso di una tatuaggio verosimilmente di circa 1mm quadrato in un punto specifico (periferico) di una cornea sana (occhio marrone scuro).
[#1]
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale 17k 570 396
la possibilita’ di un tatuaggio corneale esiste ma ad altri fini
un collega spagnolo lo fara’ in diretta tra qualche giorno a Milano
durante VCR 2016...
Ma le finalita’ sono altre.
ha provato con una lac colorata?
in genere funziona molto bene e non alteriamo o operiamo il suo occhio

se ha tempo passi a trovarmi

LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 / 02 58395516

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test