Utente 415XXX
Gentili professionisti, Vi spiego il mio problema.
Porto occhiali da vista da quando ero una bambina, nell'ultimo anno ho avuto problemi agli occhi a causa dell'occhio secco che mi ha obbligata a prendermi, come è giusto che sia, più cura dei miei occhi. Quindi uso lacrime artificiali per idratarli e più spesso lenti scure per tenerli a riparo. La scorsa sera mi sono accorta che un cartellone pubblicitario con una scritta bianca, che prima ho sempre letto benissimo, nonostante la distanza, con l'occhio sx non riesco più a leggerlo correttamente come se le lettere fossero incomprensibili.
Prendendo in considerazione che al momento sono fuori per lavoro e che non posso visitare un'oculista, potreste spiegarmi cosa potrebbe essere? Ho pensato inizialmente che la colpa fosse del fatto che bevo poco ultimamente, ma non so se questo potrebbe essere il motivo del calo.
Buonagiornata.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
abbiamo una diagnosi di OCCHIO SECCO?


usa solo lacrime artificiali?


che lavoro fa?

che farmaci usa??

LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 415XXX

Si, ho una diagnosi di occhio secco.
Lavoro 10h/24h con i pc è un lavoro d'ufficio e marketing e sono 10 ore su 24, ad uno schermo.
Uso lacrime artificiali per idratare gli occhi.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
le lacrime non possono bastare...
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333