Utente 385XXX
Buongiorno, ho quarant'anni, porto gli occhiali da quando ne ho sei e sono affetto da astigmatismo e miopia.

Ho entrambi gli occhi c.d. pigri (la correzione è avvenuta tardi) e non sono mai riuscito a vedere, nemmeno con la correzione, i 10 decimi, bensì sempre 6 decimi - 7 decimi scarsi.

Ho effettuato una visita completa il 9.11.2017 e l'oculista mi ha confermato le prescrizioni di due anni prima, grazie alle quali ho raggiunto un visus di sette decimi scarsi in entrambi gli occhi:

OD -1,75 di miopia; -3 di astigmatismo (asse 150);
OS -3,50 di miopia; -2,50 di astigmatismo (asse 160)

Pressione, retina a posto.

Uso molto il computer per lavoro (stesura di testi) e nell'ultimo mese ho iniziato ad avvertire dei fastidi all'occhio sinistro: difficoltà a vedere il monitor del computer, secchezza e sensazione di corpo estraneo nell'occhio soprattutto alla mattina, sensazione di aver perso vista dalla parte sinistra, soprattuto al pc o di sera in macchina. Il tutto non è costante, ma sembra attenuarsi se uso delle lacrime artificiali, o se non uso il pc.

In data 14.12.2017 sono ritornato dall'oculista, mi ha sottoposto nuovamente a visita (dopo aver guidato la macchina di sera per un'ora) ed ha riscontrato che, con la correzione all'occhio sinistro di cui sopra, vedevo solo due decimi.

Mentre ritornavo ai sei decimi se aumentava la correzione della miopia a -4 e l'astigmatismo a –3, con variazione dell'asse dal 160 a 170 (l'occhio destro è rimasto invariato, mentre pressione, retina per entrambi sono risultati a posto).

L'oculista ha preferito, anziché prescrivermi subito la nuova lente per l'occhio sinistro, fissare un nuovo controllo fra un mese, al fine di verificare se si è verificato effettivamente una perdita dell'acuità visiva, o se questa è dovuta (e quanto) alla sindrome dell'occhio secco per uso prolungato del pc e quindi temporanea. Nel frattempo mi ha prescritto l'uso di lacrime artificiali.

Mi chiedo se la secchezza dell'occhio dovuta ad un uso prolungato del computer possa provocare tali effetti e questo perchè, spulciando in internet, si legge un po' di tutto sulle cause dell'appannamento o perdita della vista, compresi la sclerosi multipla ed il tumore al cervello.

grazie

[#1] dopo  
Dr. Enzo D'Ambrosio

36% attività
16% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buonasera,
l'esposizione prolungata alla luce dello schermo, può dare appannamento visivo leggero, ma questo stimola l'accomodazione che dopo qualche tempo può dare spasmo accomodativo. Ovvero, come descrive, un aumento improvviso e transitorio della miopia. Il consiglio è di chiedere una misurazione in cicloplegia e uno studio approfondito della superficie oculare.
Lei comprende che un consulto online può essere solo indicativo non diagnostico e che pertanto le sue domande non possono che trovare risposta solamente dopo che uno Specialista l'abbia attentamente ascoltata e visitata. Se successivamente necessita di chiarimenti saremo a disposizione.

Mi faccia sapere eventuali novità.

Cordiali Saluti
Dr. Enzo D'Ambrosio - Centro Mediterraneo Uveiti
Centro Oftalmico D'Ambrosio - Taranto
www.centroftalmicodambrosio.eu - cercaci su Fb!