Utente 389XXX
Buonasera.
Non riuscendo ad avere figli, mio marito (39 anni) ha fatto le analisi degli ormoni ed è risultato l'omocisteina a 59 (con il limite di 15). In attesa di una visita andrologica, ci siamo documentati su internet e ci siamo molto preoccupati. Premetto che nella famiglia di mio marito non ci sono casi di infarto, ictus, Alzheimer...
Quello che non mi è chiaro è: l'omocisteina è un fattore di rischio di diverse malattie che con la giusta cura può essere riportato entro i limiti oppure è indice di una malattia in corso (es. sclerosi multipla)?
Quali controlli si possono effettuare per approfondire?
E ancora, l'omocisteina alta incide sulla fertilità?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

non drammatizzi e prima di pensare ad diagnosi complesse, come una Sclerosi Multipla, bene sentire il suo specialista di riferimento.

Molto frequentemente un aumento della concentrazione plasmatica di omocisteina è dovuto a cattive abitudini alimentari e/o a fattori genetici predisponenti.

Comunque ora non mettiamo il carro davanti ai buoi, senta l'andrologo di suo marito e poi, se lo desidera, mi riaggiorni.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 389XXX

Grazie
Buona giornata