Utente
Chiedo scusa se ripropongo il consulto, la non dimistichezza del sito forse ho posto la domanda ad un settore sbagliato mi scuso dell'errore e ripongo la richiesta di consulto:
Buon giorno a tutto lo Staff di medicitalia, questa volta e il marito della sig. Nella iscritta al sito di Medicitalia, che vuole chiedere un consulto per la sua signora:
Mia moglie a 55 anni e da circa 5 anni soffre di afte nel cavo orale, tra cui le più numerosi e doloranti si trovano sulla lingua, poi altre sulle labbra e in fine sulle guacie che dopo uno o due giorni dalla comparsa si spaccano e formano una lesione, formando una circonferenza rossa con una parte bianca che sembra pus. Da circa una settimana la situazione però si è andata ad aggravare e benchè esegua delle cure mirate per prevenire le afte e cioè utilizza del colluttorio per igenizzare la bocca, spruzza sulle afte un mrdicinale chiamato VEA ORIS e in fine alla sera prima di andare a dormire fa degli sciacqui con acqua e bicarbonato e lavarsi i denti con un dentifricio specifico. La mia domanda era la seguente, per sapere da cosa derivano queste afte e il perchè della formazione di dette afte, quali potrebbero essere gli accertamenti che si dovrebbero eseguire e quale è il medico al quale ci possiamo rivolgere perchè esegua uno studio mirato alla formazione di queste afte, da premettere che sono già stati consultati svariati specialisti, otorini, dermatologi, ematologi ecc. e naturalmente i risultati non l'anno aiutata, cortesemente vista la situazione, vi chiedo se possibile avere ancora una speranza che gli possano alleviare questi dolori allucinanti, che alle volte non la fanno neanche mangiare. Ringraziandovi della vostra attenzione e professionalità, anticipatamente vi ringrazio e ogni suggerimento sarà cosa gradita saluti (Giovanni).

[#1]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
purtroppo non si conosce l'origine delle afte nella maggior parte dei casi e quindi impossibile risulta farne la prevenzione
la terapia è topica con spenellamenti cortisonici
l'uso del laser ne accelera la guarigione
lo stomatologo è il professionista che la può seguire
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2]  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Sicuramente le avranno detto tutto il possibile, purtroppo le afte riconoscono una componente genetico-familiare e alcuni fattori scatenanti che possono essere piccoli traumatismi della mucosa, periodi di stress, esposizione a raggi solari specie nel periodo estivo ed uno stato di immunodepressione dalle cause più varie. Ciò che si instaura è una aggressione del sistema immunitario verso i capillari di una zona mucosa, con ulcerazione della stessa e sovrainfezione batterica.
Ciò che può fare è eliminare, quando possibile, i fattori scatenanti e nel caso di lesioni, una buona igiene orale e colluttori, spray o gel a base di clorexidina da applicare sulla lesione. Al momento attuale è il migliore trattamento terapeutico possibile.
Saluti.
Dr. Marcello Fantini
Chirurgia orale - Implantologia

www.studiofantini.jimdo.com

[#3] dopo  
Utente
Grazie della vostra risposta, ma è possibile sapere quali potrebbero essere i tipi di colluttorio, spray e gel che potrebbe adoperare e così trovare un po di sollievo al dolore, visto che quelli che sta utilizzando non fanno niente o poco. Grazie

[#4] dopo  
Utente
Salve dopo i vostri consigli, mia moglie si è rivolta ad un Dottore di Allergologia e immunologia che gli ha prescritto degli esami di laboratorio che sono stati ritirati oggi, tra cui il tampone linguale (NEGATIVO), dove vi erano le afte più grosse,per gli esami del sangue solo due sono stati positivi;
la PROTEINA C REATTIVA con valore 0.6 H mg/dl;
ANTIC ANTI-NUCLEO (ANI-IFI) POSITIVO TITOLO 1:320 (PATTERN NUCLEOLARE).
Alla luce di quanto ho detto per la positivita di questi valori mia moglie si deve preoccupare ??? Grazie