Attivo dal 2008 al 2008
Devo mettere 4 impianti per sostituire dei morali estratti, ed ho sentito 2 pareri:
il 1° mi ha consigliato di mettere l' impianto tradizionale, il 2° mi ha consigliato dei mini-impianti a carico immediato, premetto che soffro di un'insufficenza aortica moderata, vorrei sapere qual'è delle 2 proposte è la migliore sia in termini di durata che di funzione masticatoria.
Grazie

[#1]  
Dr. Marco Capozza

40% attività
4% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gli impianti "tradizionali" richiedono un tempo di guarigione più lungo prima di applicare la protesi definitiva o addirittura un provvisorio. Negli impianti a carico immediato la protesi (generalmente provvisoria) si applica subito o comunque molto presto ma è richiesta una ottima stabilità già subito dopo l'intervento. Per mini impianti si intendono degli impianti di diametro ridotto spesso utilizzati provvisoriamente o come ausilio ad altri impianti. Sono possibili molte varianti nella tecnica sia per i materiali disponibili che per le molteplici situazioni cliniche (spessore e qualità d'osso per esempio).
Per quanto riguarda la durata penso che la casistica e gli studi longitudinali sul carico immediato sono inferiori, ma si apprezza il vantaggio della rapida riabilitazione protesica.
La funzione masticatoria generalmente è comunque ben restituita.
Per un parere sul caso specifico è sempre necessaria una visita.
cordiali saluti
Dott. Marco Capozza
http://www.dentista-lecce.com

[#2]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se penso, come non spero sia, che il secondo parere riguardi i miniimpianti usciti in commercio come stabilizzatori di protesi mobili e poi evolutisi, grazie alla fantasia dei molti, ad altri impieghi, mi sentirei di sconsigliarla e di intraprendere il protocollo classico, con impianti adeguati al carico che devono sopportare. La tecnica della protesizzazione immediata dipende dalla esparienza dell'operatore e dalla qualità dell'osso (torque di serramento).
Sempre a sua disposizione
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#3]  
Dr. Flavio Melillo

20% attività
0% attualità
8% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2007
Assolutamente d'accordo con il collega Dott, Muraca, ma il punto essenziale a mio parere è: a che pro?
Interessando l'edentulia i soli molari ne viene esclusa la rilevanza estetica, i carichi immediati sono indicati o nei casi in cui per motivi estetici non si possa fare a meno di una protesizzazione diretta o nei casi in cui gli elementi mancanti siano talmente numerosi da compromettere seriamente la funzione masticatoria con serie conseguenze di ordine nutrizionale.
Se il suo non è uno di questi casi, ed escludendo l'utilizzo dei miniimpianti, viti incongrue che non si osteointegrano e che sono indicate ESCLUSIVAMENTE per il bloccaggio di protesi mobili, a mio parere la soluzione più indicata e predicibile è quella di impianti osteointegrati a carico differito.
L'intervento, nelle mani di un odontoiatra esperto, è banale e veloce, il decorso postoperatorio tranquillissimo e, dopo solo 6-10 settimane (nel mascellare superiore essendo l'osso meno "compatto" i tempi sono leggermente più lunghi)si può caricare protesicamente.
In questi casi la percentuale di successo è altissima, praticamente il 100 %, lo stesso francamente non si può dire degli impianti a carico immediato.
Naturalmente le fixture, gli impianti, devono essere di qualità.
La sua patologia vascolare non influisce sulla scelta della tipologia implantare, essa deve essere soltanto comunicata al clinico, insieme alla terapia relativa, perchè egli la tratti di conseguenza.

Cordialmente

[#4]  
Dr. Gianluigi Giammaria

24% attività
0% attualità
12% socialità
RAVENNA (RA)
PESCARA (PE)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
concordo con il dott. muraca sul preferire il protocollo classico
distinti saluti


[#5]  
Dr. Lorenzo Alberti

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Sarà pleonastico ma più siamo e meglio è. Quindi anch'io mi associo al parere del dr. Muraca
Dr Lorenzo Alberti
www.drlorenzoalberti.it
www.miolabroma.it

[#6]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
caro paziente,
è probabile che se consulterà un altro implantologo, sentirà un parere ancora diverso.
Io eseguo sia carico differito che carico immediato.
Eseguo carico immediato quando, secondo me, i vantaggi superano i rischi, e carico differito nei restanti casi.
Nulla esclude che in mani diverse la valutazione possa essere diversa, essendo tutte le tecniche implantari OPERATORE-DIPENDENTI.
I vantaggi del carico immediato sono ben superiori a quelli descritti dai colleghi che mi hanno preceduto, e il campo di applicazione riguarda sia le protesi provvisorie che le protesi definitive.

Nel suo caso, in mancanza di ogni possibile valutazione radiologica e clinica, ritengo che il carico immediato sia possibile data che le è stata prospettata questa soluzione.
Quale soluzione scegliere non è un problema che si possa quindi risolvere "al buio".
La soluzione 1 prospettata è senza dubbio valida in buone mani.
La soluzione 2 prospettata è senza dubbio valida in mani altrettanto capaci.
La scelta non è quindi fra carico immediato e carico differito, ma fra implantologo e implantologo.
Quale scegliere?
Quello che le da più fiducia, in mancanza di altri dati.

Cordiali saluti
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)