Utente 207XXX
Buongiorno, sono alla 22° settimana di gravidanza e, per la seconda volta da quanto sono incinta, il dente del giudizio ha iniziato a darmi un dolore insopportabile. Per la seconda volta il dentista mi ha prescritto antibiotico (anche se non c'è un ascesso, dice che comunque aiuterà), amoxicillina.
Il mio dubbio è il seguente: dato che il dente è erotto ma parzialmente e incluso e che, colpevolmente, ne ho rimandato l'estrazione quando avrei potuto farla, ora mi trovo nella situazione di avere dolore frequentemente (14 settimana e poi di nuovo ora, alla 22), di non sapere se tornerà a farmi male durante la gravidanza e se questo potrà nuocere alla mia bambina. Ho anche valutato l'opzione dell'estrazione in gravidanza, ma il dentista dice che, pur non essendoci controindicazioni chirurgiche, un'estrazione non semplice senza una radiografia non sarebbe l'ideale.
Dunque ecco la mia domanda: cosa mi consigliate? Tenermi il dente sperando che da qui al parto mi faccia male al massimo un'altra volta e quindi sperando in un altro ciclo di antibiotico al massimo? Oppure di provare l'estrazione, sapendo che non è semplice (a detta del dentista), che non potrei fare la radiografia e che comunque dovrei fare un ciclo di antibiotico e prendere antidolorifici nel periodo dell'estrazione? Infine, è normale che dopo due giorni di assunzione dell'antibiotico, il dolore sia ancora lì, appena diminuito?
Grazie,
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Le cure odontoiatriche in gravidanza (con le relative prescrizioni farmacologiche correlate) son possibili anche se sarebbe conveniente effettuarle entro il secondo trimestre (grosso modo la 24à settimana).
A questo punto, se non si ravvedono gli estremi dell'urgenza, estremi nei limiti dei quali è sempre e comunque possibile intervenire, se si decide di procedere comunque all'estrazione lo si faccia presto (magari nel contesto della terapia antibiotica che sta facendo in questi giorni) altrimenti aspetti il post-partum dedicando le maggiori accortezze possibili nel mantenimento della migliore igiene orale nella sede del dente del giudizio onde ridurre il rischio di ulteriori complicanze infettivo/infiammatorie.
Cosa è meglio nel suo caso non so dirglielo senza un riscontro clinico diretto, le dico che in ogni caso eviterei di estrarre il dente del giudizio senza una radiografia (va bene anche una endorale fatta con il centratore).

Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 207XXX

Grazie per la sua risposta. In effetti credo che rimanderò l'estrazione al post parto. Un'ultima domanda: è anche possibile che l'episodio infiammatorio si ripresenti dopo brevissimo tempo o è ragionevole che dopo la cura antibiotica mi dia un po' di tregua?
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Non è possibile fare previsioni di questo genere sarebbero totalmente prive di fondamento.
Tenga pulita la zona il più possibile, eliminando la placca il rischio di pericoronite (sempre se quella che ha avuto lei è una pericoronite) si riduce.



Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#4] dopo  
Utente 207XXX

Grazie per la risposta,
Cordiali Saluti