Utente
Gent.mi Dottori, ho recentemente portato mio figlio di 7 anni ad una visita di controllo, durante la quale il dentista ha individuato una piccola carie in un dente deciduo. Mio figlio, fortunatamente, non aveva mai sofferto di carie, e non si era mai accorto di questa in quanto non gli ha mai dato problemi. Nel successivo incontro per il preventivo dei lavori a cui sottoporre il bambino, oltre all'otturazione, raccomandata per non causare problemi di salute al dente definitivo che dovrà spuntare, mi è stata anche prospettata la necessità della devitalizzazione dello stesso dente. La cosa mi ha lasciato un po' perplessa, in quanto in sede di visita mi era stato detto che la carie era piccola, e la perplessità mi è rimasta dopo aver ricevuto il referto della panoramica in cui è evidenziato che 'non si documentano processi cariogeni'. Non vorrei, infatti, che la devitalizzazione comportasse un indebolimento del dente tale da facilitarne la rottura. Se l'otturazione è necessaria anche per preservare il dente da latte in quanto mantiene lo spazio per il definitivo, qualora dovesse rompersi non andrebbe asportato? Inoltre, mi è stata proposta l'estrazione di un incisivo laterale superiore, leggermente dondolante, che non dà problemi alla masticazione, non cariato, senza aver il permanente in procinto di uscire. Poiché l'altro incisivo laterale è caduto naturalmente mesi fa e ancora il permanente non è spuntato, mi chiedo a che pro estrarre un dente che dovrebbe cadere da solo quando sarà il momento, quando fino a pochi minuti prima lo stesso dottore aveva sottolineato l'importanza dei denti da latte nel 'tenere il posto' ai permanenti? Ringrazio in anticipo per i vostri pareri in merito. Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
se la carie ha interessato la polpa del dente cioè la camera pulpare, il dente va devitalizzato. non vi sono alternative
sull'estrazione le scelte possono essere diverse, attendere o no anche in funzione della situazione gengivale in corrispondenza del dente deciduo e dell'emergenza del definitivi. spesso in zona incisale si attende la caduta spontanea, ma non sempre
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2]  
Dr. Pierluigi Scaglia

28% attività
8% attualità
16% socialità
CALENZANO (FI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Buongiorno signora, mi sembra che lei abbia delle idee chare e corrette. Neppure io vedo la necessità di estrarre un incisivo perchè dondola un po'. Quando sarà il momento il permanente in discesa "spingerà" via il deciduo.
Devitalizzare un dente di latte con una piccola carie che non da sintomi? Sarò brutale: un modo per far soldi ed approfittare del fatto che una mamma è disposta a tutto per i figli. E' certamente opportuno, se la carie c'è, fare una otturazione per permettere al dentino di arrivare a terminare il suo ciclo funzionale di masticazione e di mantenimento di spazio. Certamente potrà trovare un collega che si voglia occupare della salute di suo figlio e non del proprio tornaconto.
Cordialmente.
Dott.PIERLUIGI SCAGLIA-MedicoChirurgo Odontoiatra
Terapie con Laser-Odontoiatria adulti e infantile-Protesi-Implantologia-Ortodonzia-

[#3] dopo  
Utente
Vi ringrazio per le risposte. Scusate se insisto su questo dubbio: il fatto che la carie non sia sintomatica e che non sia evidenziata dalla panoramica, non sono condizioni sufficienti per escludere l'interessamento della camera pulpare, e quindi la necessità della devitalizzazione? E' solo durante l'esecuzione dell'otturazione, che si saprà? Che poi, alle mie perplessità mi è stato risposto che tanto la devitalizzazione ha un costo minimo..ma allora,perché farla se non necessaria? E' corretto dire che, qualora venisse eseguita senza reale necessità, si esporrebbe il dente ad un maggior rischio di rottura, con conseguente estrazione prima della caduta spontanea? Non ho ancora specificato che si tratta del dente 14..cambia qualcosa di quanto detto finora? Ad ogni modo, vedrò di non far toccare l'incisivo laterale non ancora caduto..loro stessi hanno detto che, se il bambino ci 'giocasse', cadrebbe da solo, e allora perché estrarlo, solo perché non me lo fanno pagare? Grazie ancora per l'interessamento, la bocca di un bambino è troppo importante, secondo me, per poter prendere decisioni alla leggera..tantopiù che ho altri 2 figli più piccoli che dovranno iniziare con le visite dentistiche, e non vorrei ritrovarmi con gli stessi dubbi!

[#4]  
Dr. Pierluigi Scaglia

28% attività
8% attualità
16% socialità
CALENZANO (FI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Per l'incisivo che dondola vedo la necessità dell'estrazione solo se il permanente si è "affacciato" in una posizione scorretta, altrimenti si lascia fare, salvo che il "giovanotto" richieda l'estrazione, perchè il dentino gli da fastidio durante la masticazione. Per il molaretto superiore destro, ha mai manifestato dolore alla masticazione? o se beveva qualcosa di freddo? I bambini hanno spesso una soglia del dolore alta e la capacità di "distrarsi", ma se la polpa fosse andata in necrosi e di conseguenza i sintomi fossero spariti, si sarebbe presentato un ascesso, magari con una fistola sulla gengiva corrispondente e la difficoltà a masticare da quella parte. Ne parli con suo figlio... Comunque, avendo eseguito una RX, una carie che avesse determinato necrosi, risuterebbe ben evidente. Per procedere alla devitalizzazione è necessaria una anestesia, comunque sgadevole per il paziente. Dalla RX si dovrebbe anche vedere se il permanente corrispondente ha già intaccato, nella sua discesa, l'apice radicolare rendendo difficile la corretta chiusura del canale, rendendo imperfetta la devitalizzazione. Certamente il trattamento renderebbe più fragile il dente esponendolo al rischi di fratture ed alla necessità di un'estrazione precoce con perdita del mantenitore di spazio ed avvio verso la necessità di una terapia orodontica. Ma la carie poi c'è o non c'è? Dia una fetta di pane con la Nutella al bimbo e gli dica di masticare da quella parte (poi gli faccia lavare i denti e sciacquare bene con acqua fredda). Se non lamenta disturbi, lo faccia vedere da un altro dentista...
Dott.PIERLUIGI SCAGLIA-MedicoChirurgo Odontoiatra
Terapie con Laser-Odontoiatria adulti e infantile-Protesi-Implantologia-Ortodonzia-

[#5] dopo  
Utente
Grazie mille, faro' l'esperimento 'alla Nutella' e le sapro' dire! Mio figlio, comunque, conferma di non aver alcun fastidio ne' con acqua fredda, ne' durante la masticazione, nemmeno all'incisivo laterale..

[#6]  
Dr. Pierluigi Scaglia

28% attività
8% attualità
16% socialità
CALENZANO (FI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Grazie se ci farà sapere l'esito dell'esperimento.
Dott.PIERLUIGI SCAGLIA-MedicoChirurgo Odontoiatra
Terapie con Laser-Odontoiatria adulti e infantile-Protesi-Implantologia-Ortodonzia-

[#7] dopo  
Utente
Gent.mo dott. Scaglia, dopo l'esperimento mio figlio ha continuato a negare di aver alcun fastidio al supposto dente cariato. In più, sono andata da un altro dentista (il mio) il quale ha completamente 'ribaltato' le diagnosi fatte dal precedente. Dopo aver visionato la panoramica ed aver visitato la bocca di mio figlio, il secondo dentista ha detto che non c'è alcuna carie, che il secondo incisivo superiore leggermente dondolante lo lasciamo lì che cadrà da solo, e (e di ciò non ve ne avevo parlato perché pensavo, erroneamente, che la 'diagnosi' sarebbe stata la stessa) l'occlusione è corretta (nell'altro studio, invece, mi avevano detto che c'era un problema di occlusione, posteriormente a destra, per cui si sarebbe dovuto intervenire anche a livello di ossa, con un bell'apparecchio).. L'unica cosa che mi ha detto è che tra un paio d'anni, qualora la lingua non facesse raddrizzare gli incisivi inferiori, leggermente storti ma comunque non sovrapposti e tra loro abbastanza distanziati, allora si potranno mettere quattro placchette per raddrizzarli. Insomma, a questo punto, come mamma, mi fido di chi vuol mettere le mani in bocca a mio figlio a tutti i costi, o di chi invece dice che c'è tutto il tempo per intervenire verso i 9-10 anni, qualora la natura non facesse bene il suo corso? Grazie ancora per l'interessamento.

[#8]  
Dr. Pierluigi Scaglia

28% attività
8% attualità
16% socialità
CALENZANO (FI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Mi sembra ovvio, affiderei suo figlio al suo dentista: carie si, carie no...l'apparecchio può tranquillamente aspettare se non ci sono gravi malposizioni che richiedono un intevento immediato, ma che il suo dentista avrebbe rilevato.
Cordialmente.
Dott.PIERLUIGI SCAGLIA-MedicoChirurgo Odontoiatra
Terapie con Laser-Odontoiatria adulti e infantile-Protesi-Implantologia-Ortodonzia-

[#9] dopo  
Utente
La ringrazio per la grande professionalità e disponibilità dimostrata, ora sono più tranquilla perché so che la bocca di mio figlio è in buone mani. Cordiali saluti.