Utente 422XXX
Buongiorno,

Premetto che molti anni fa (circa 30) il mio dentista di allora aveva eseguito una protesi fissa basata su denti a perno e ponti in ceramica ed oro. Per dei fastidi alla masticazione e dolenzia ai denti e alle gengive sempre più ricorrenti mi sono recata presso una Clinica dentale per un consulto ed un preventivo dei lavori da eseguire. A seguito dell'esecuzione di un ortopanoramica completa, mi è stato detto che i perni dei denti devitatalizzati e le relative radici non erano più recuperabili visto anche alcune infezioni (piccoli granulomi) alle radici dei denti. Mi è stata prospettata la possibilità di procedere ad un impianto dentale con 6 "viti in titanio" con estrazione e bonifica dei residui denti dell'intera arcata inferiore e superiore il tutto effettuato in unica seduta. Inoltre l'odontoiatra consultata mi ha detto che anche se era possibile montare subito dopo l'intervento dei denti provvisori (mediante impronta presa prima dell'intervento) era preferibile non metterli ed attendere circa 10 giorni dall'operazione senza denti perchè "così le ferite sarebbero guarite prima". Non essendo riuscita a chiarire con la professionista, chiedo cortesemente se invece di procedere come prospettato in un unica seduta non sia possibile intervenire in più sedute, anche distanziate nel tempo, per permettere la guarigione e l'osteointegrazione degli impianti inseriti nella "parte di bocca" su cui si interviene così da ridurre i fastidi e permettermi di continuare a mangiare in maniera relativamente normale ( sul lato opposto a cui si intervenie) mentre si completa l'intera arcata dentale. Da precedenti esperienze negative ricordo che masticare con i denti provvisori in resina non è affatto agevole per l'inevitabile dolore alle gengive e per il fastidio arrecato dal palato della protesi. Infine essendo intenzionata a procedere alla sistemazione della sola arcata dentale inferiore (dove avverto i fastidi) chedo se e quali siano le controindicazioni nell'effettuare solo qui l'impianto mantenendo i miei denti nell'arcata superiore.
Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
le moderne tecniche implantologiche abbinate a tecnologie digitali consentono interventi in un solo tempo chirurgo protesico, che rappresentano la migliore condizione per il paziente.
Poiché entrambi gli interventi possono richiedere dei tempi lunghi per il paziente, personalmente preferisco eseguire le estrazioni prima e mettere una protesi provvisoria.
Dopo un tempo variabile, eseguire l'intervento, mettendo le protesi provvisorie che saranno equivalenti alle iniziali: questo le consente di avere una estetica che ha già visionato ed accettato ed un immediato comfort masticatorio.
L'implantologia guidata, che è abbinata a questa procedura chirurgo-protesica, rende l'intervento relativamente semplice e veloce con un favorevole decorso post operatorio.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#2] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
La fretta è la peggior nemica, viviamo nella pubblicità che in 48 ore si fa tutto anche nei paesi dell'est ! Sembra che vantando questo si raggiunga un alto numero di pazienti che conoccorrono ad ammortizzare tutti gli elevati costi di pubblicità.
Sicuramente tutto è fattibile anche in più tempi ed è forse meglio perché, in anestesia locale tenere un paziente con bocca aperta per più di un ora è un grande stress e se si vuol far tutto si deve correre sperando poi che tutto vada a buon fine. Tempi brevi di più prestazioni permettono di gestire al meglio eventuali complicanze.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/