Utente 259XXX
Egregi dottori buon giorno e grazie per il servizio che ogni giorno fornite!
Mi è stato diagnosticato, con una radiografia, un granuloma sotto due molari che sono incapsulati.... In uno ho un perno metallico e nell'altro ho un perno in fibra (spero di non sbagliarmi ma oggi è stato detto così).....

Secondo il mio dentista ci sono 3 possibilità di trattamento:

1) ritrattare i canali.... a detta dei medici la via più difficile come riuscita in quanto per togliere i perni si rischia di rompere la radice. Inoltre mi dice che questo trattamento ha scarsissime possibilità di successo

2) apicectomia lasciando le capsule che ho ora sopra.... ma bisogna vedere col chirurgo se si può fare.....

3) impianto... togliere tutto e mettere due impianti.... soluzione consigliatissima dal dentista....


Vorrei un vostro parere, per non prendere decisioni affrettate.....

grazie

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Penso che il suo dentista la stia seguendo benissimo.
Soluzione 3, se non praticabile la 1.
La 2 solo per salvare qualche tempo (sempre che ci riesca) le corone, con il grosso rischio di perdita di osso che potrebbe cpompromettere la successiva effettuazione di impianti.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#2] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gentile utente granuloma è un termine volgare, perchè non si tratta di una patologia tumorale, infatti la definizione esatta periodontite periapicale cronica. Purtroppo non conosciamo la situazione clinica e radiologica per darle dei consigli e soprattutto lei non ci parla della sintomatologia.
La via implantologica oltre essere la più invasiva e anche quella con costi biologici maggiori.
La via chirurgica è invasiva ma con minor costi biologici,( non comprendo perchè occorre il parere di un chirurgo, visto che qualunque odontoiatra oltre la chirurgia generale ha studiato anche la chirurgia speciale odontostomatologica) .
La via endocanalare non ha costi biologici e è minimamente invasiva.
Personalmente parto sempre dalla via con minor costi biologici e minor invasività.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#3] dopo  
Utente 259XXX

Buona sera e grazie dei Vostri pareri.
In realtà inizialmente non avevo alcun sintomo, hanno scoperto questo granuloma da una radiografia di controllo... e mi era stato detto di tenerlo controllato ma di non fare nulla....

Dopodichè ha iniziato a farmi male fino a che mi si è gonfiata la parte.... mi hanno dato 5 giorni di antibiotico con l'accordo di rivederci per fare il lavoro....

oggi mi sono state date queste possibilità.... il tentativo di ritrattare i canali non è nemmeno stato eseguito poichè "forse si rompe la radice, forse non dura il lavoro"....

per l'apicectomia... devono sentire il chirurgo se si può eseguire...

invece gli impianti si potevano fare benissimo.....

[#4] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Prima di scegliere una procedura chirurgica sia essa l'apicetomia (lasciare un dente pluricanalare infetto con un apice tagliato e "sigillato" non sempre riesce a risolvere il suo problema questo le deve essere ben chiaro) o l'implantologia, può provare a sentire un dentista con una comprovata esperienza in endodonzia che, se lo ritenesse opportuno potrebbe procedere con il ritrattamento per via ortograda (fermo restando i rischi che il dente si rompa).
Se si esclude l'opzione endodontica del ritrattamento le restano due scelte:
1- Apicetomia: il dentre resta ma la predicibilità dell'intervento nel medio/lungo termine è mediamente bassa.

2-Implantologia: estrazione e ripristino con impianti con una predicibilità nel tempo molto alta.

Poi naturalmente i discorsi cambiano da caso a caso, ad esempio l'apicectomia di un frontale superiore (che è un mono-canalare) è una metodica che ha una buona predicibilità ed è una scelta spesso razionale a differenza di quella che si può fare su un primo molare superiore in cui è presente un canale accessorio (un 4° canale) che non è stato individuato e trattato durante la terapia canalare. Non è possibile generalizare più d tanto.
La decisione finale dovrà prenderla con chi la cura tenendo presente che il ritrattamento endodontico dovrebbe esser la prima scelta.

Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
La soluzione 1 in genere quando ci sono capsule e perni e' difficoltosa con rischio di insuccesso( perforazioni,rottura radici ecc) con costi non proprio economici....e poi?
se si hanno complicazioni e non rimane
che estrarre i denti?
Meglio perseguire la terza strada in accordo con i colleghi,preferibile quando si presenta un caso come il suo.L'apicectomia la sconsiglio per i motivi già accennati in precedenza

Cordialità

Luigi de Socio


https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia