Utente 428XXX
Salve,ho 26 anni. avevo fin dall'adolescenza un problema di affollamento e inclusione di un canino.ho effettuato una terapia odontoiatrica con apparecchio fisso di 6anni circa. Estrazione di 4 premolari e fuoriuscita del canino incluso e spazio necessario per i denti del giudizio.Terminata la terapia avevo raggiunto un occlusione perfetta.Solo che il mio dentista all'epoca mi lascio 2 piccoli spazi tra i canini dell arcata superiore per ingrandirli leggermente e tutto il lavoro ottenuto sarebbe rimasto stabile. Causa di vari problemi non ho potuto fare quest ingrandimento e dopo 3 anni i miei denti si sono tutti rispostati. Causa anche di atteggiamenti parafunzionali, bruxismo(con assottigliamento dei denti)e disturbi all'atm.
Ho cambiato dentista e quest ultimo ha eseguito ortodonzia mobile (Prima espansore e poi apparecchio planas). A sua detta la terapia sarebbe stata di 2 anni. Che purtroppo ad oggi sono divenuti 5!!
In questi anni il mio cranio ha cambiato inclinazione e il mio viso si è allungato.la mia mascella è stata ruotata e avanzata.la masticazione che prima era monolaterale a dx ora lo è a sx. Ha creato una sorta di dislivello a dx che dovrò compensare con composto per rialzare i denti posteriori della mascella superiore dx. Ho dolori cervicale,disturbi alla vista,alla deglutizione,retrazione gengivale (solo su quei pochi contatti dove serro) ai piedi,alle ginocchia,formicolii dal mento alle guace,e mal di testa atroci. Per non parlare che a livello estetico era un disastro.
Ho chiesto allora un ulteriore consulto a un chirurgo maxillo facciale,non per nulla convinta del Lavoro fatto.
Dal suo referto e dalle lastre scopro che attualmente ho una gravissima malocclusione. Che l apparecchio planas mi ha danneggiata in tutti questi anni e devo sperare in un recidiva per ricominciare di nuovo un percorso con ortodonzia fissa. Altrimenti se questo nn dovesse accadere sono costretta a operare per riposizionare la mascella come era in partenza. Sono disperata e dispiaciuta... gentili dottori potete darmi qualche consiglio in merito? Vi ringrazio di cuore . cordialmente saluti

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente lei descrive una sindrome con dramma annesso per non aver eseguito delle semplici cure a completamento della prima cura ortodontica, questo deve far capire quanto è importante seguire sempre le cure mediche.
Nel suo caso, che chiaramente deve essere rivisto, lascerei perdere le speranze di recidiva che non sono guidate e che potrebbero anche peggiorare la situazione in tempi indefinibili e proporrei uno studio approfondito del caso con tutti gli accertamenti diagnostici necessari, per poi passare alla programmazione della cura, definendo i presidi da utilizzare e stabilendo tempistiche con i possibili obiettivi da raggiungere.
Le consiglio di farsi mettere per iscritto dal maxillo-facciale una dichiarazione motivata che il danno attuale è stato generato dal bite.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Cara signora,signorina,
ho letto con molta attenzione il suo caso e le vorrei fornire
una chiave personale di lettura.
Probabilmente ha avuto a suo tempo una recidiva ortodontica
per la non corretta gestione degli spazi e credo per la mancata contenzione post-cura di cui non fa menzione.
I denti che si sono "rispostati" sono la conseguenza della
recidiva e non del bruxismo ( il bruxismo crea altri problemi ad esempio alla ATM).
Il problema successivo pare un alterato rapporto occluso-posturale di origine iatrogena (anche senza report clinici nella sua descrizione ,del mutato atteggiamento posturale e dei sintomi segnalati, dei quali sono fondamentali i dolori cervicali, alla deglutizione e disturbi alla vista,lei e' stata in grado di autodiagnosticarsi il problema....)
Attualmente presenta uno squilibrio posturale a partenza dall'apparato stomatognatico.
Le ricordo,ma forse lo sa gia' ,che i muscoli masticatori,oculari,del collo,del tronco,degli arti,sono tra loro interconnessi secondo
una catena cinematica per cui,effetti a partenza dalla bocca,possono estrinsecarsi a livello ad esempio del rachide con atteggiamenti scoliotici,dolori cervicali e lombari ecc.
A mio avviso lasci perdere rialzi occlusali inventati,lasci perdere per ora
il chirurgo maxillo-facciale e si orienti verso uno specialista
gnatologo che cercherà di riequilibrare il suo apparato
stomatognatico agendo con banali placche o bite per risolvere
il primo problema che è quello occluso-funzionale,riposizionando
magari una mandibola "spostatasi"....
Indi trovato un rapporto occluso-muscolare stabile,passerà
ad una stabilizzazione,vuoi ortodontica,vuoi protesica della sua bocca.
Abbia fiducia,il suo problema è abbastanza comune,ma in
mani esperte è risolvibile.
Poi eventuali inestetismi ,ma questo lo dovrà decidere lei,saranno competenza
del maxillo-facciale

Cordialità

Dott. Luigi De Socio

https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia