Utente 442XXX
Salve,
circa un mese ho inserito una capsula oro-ceramica sul 7°sx inferiore, devitalizzato prima di Agosto, e che si è spaccato su un lato 3 mesi dopo, cioè ha perso il lato prossimale alla lingua, ma solo il lato prossimale all'apertura della bocca per intenderci. Avevo aspettato per la capsula, per impegni personali, e rassicurata dal fatto che un dente devitalizzato "generalmente" non si rompe in un paio di mesi, e oltretutto il dentista non aveva voluto mettere il perno, in quanto per lui il dente stava bene. Si è visto come stava bene;)

La capsula ha dato problemi fin da subito, infatti quando masticavo mi faceva male. Il medico dice che è normale, che la capsula a differenza del provvisorio, inizialmente fa male.
Il dolore masticando persiste. Così dopo altre 2 settimane gliele ricomunico. Dice che mi sono fissata, il dente è devitalizzato, etc....
Mette le mani in bocca, e con le sole dita sfila la capsula, restando stupito. Constata che il cemento (provvisorio) si è consumato completamente. Mette il cemento definitivo, mi chiede se la capsula va bene, perché il cemento definitivo è più liquido e quindi la capsula potrebbe risultare più bassa.

Il dolore, dopo la prima sera, va via,ma mangiando delle caramelle gommose, riscontro dolore. Lo comunico al collega che mi fa la pulizia dentale, il quale controlla capsula e gengiva, ma dice che sta bene. Anzi gli faccio vedere anche le caramelle. Lo so sembra strano, ma tutto nasce dal fatto che il dentista, settimane prima, mi aveva proposto come prova di dolore, un mon chéri, che si scioglie in bocca (come se dovessi mangiare solo cioccolatini tutta la vita...mah!).

Dopo una settimana, prendo mascherine per sbiancamento e faccio presente che il dolore masticando caramelle morbide (che porto nuovamente) è più forte di prima, e che la gengiva sanguina. (Me ne sono accorto mentre spazzolavo). Dice che le caramelle fanno male a chiunque con una capsula. La solita risposta: il dente è devitalizzato, vogliamo fare una panoramica? (che poi non fa). Anzi stavolta aggiunge: sarà un problema gengivale. Finalmente un problema c'è. Ma se ne frega. Non controlla nulla.

Dopo qualche giorno ho notato un leggero rigonfiamento della gengiva di quel dente e lieve sanguinamento (ricorda un lieve ascesso).

Credo che il dolore sia dovuto ad un masticamento con slittamento orizzontale, associato ancora una volta ad una capsula non inserita-cementata bene. Oppure, non conoscendo la materia, forse una parte della capsula va a finire sul pezzetto di dente rimasto proprio in quel lato che si staccò

- Vorrei sapere cosa ne pensate di questi problemi, cioè è tutto normale?
- Vorrei sapere se una capsula oro-ceramica, dentro è in oro giallo.
- Vorrei sapere se l'unica soluzione è la capsula oro-ceramica per quel dente, dato che avevo richiesto una capsula in zirconia o disilicato di litio, ma il dentista ha detto che si rompono. Io so che una di queste ultime regge quasi o proprio gli stessi "carichi masticatori".

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Se ha dolore quando mastica probabilmente qualcosa non va.
Se la gengiva e ' gonfia idem.
Non sappiamo se il dente devitalizzato sia stato ricostruito e poi limato per mettere la capsula,se la corona "chiude " su tessuto
dentale "sano" o meno.
Il dubbio è che possa avere un ascesso parodontale da frattura radicolare.
Chiederei prima al suo dentista curante spiegazioni anche con
la richiesta di lastre,se non risolve ,consulti altri Colleghi.
Buona Serata
PS . CORONA IN LEGA AUREA NON È COLOR ORO PERCHÉ CONTIENE PICCOLE PERCENTUALI DI
PLATINO E/O PALLADIO PER AUMENTARE LA DUREZZA
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 442XXX

Grazie molte, <br />
quindi devo ripetere la panoramica?

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Va bene anche una Rx endorale,se non si vede granché,sarebbe meglio una CBCT della zona interessata.
Buona Giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 442XXX

Grazie ancora,
provvederò.

Cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente 442XXX

Salve Dottore,
mi scusi se la disturbo ancora.
Oggi sono tornata dal medico. Ho detto che mi faceva ancora male mentre masticavo, così mi fa la cosiddetta panoramica, che ha stesso in studio.
Dalla panoramica ovviamente non esce nulla. Lui dice che la devitalizzazione è stata fatta benissimo, etc. Ogni volta dice questo, neanche ogni volta gli dicessi: mi hai sbagliato la devitalizzazione, e lui si giustificasse. Ogni volta gli dico che mi fa male quel dente (devitalizzato con capsula). Siccome ormai sono 2 mesi che mi "rimbalza" dicendo una volta è la capsula, perché il provvisorio tende ad allargare, mentre il definitivo tende a.... (e non ho mai capito/ricordo cosa dice, anzi se può chiarirmelo lei, gliene sarei molto grata), gli dico, ma "potrebbe" essere una frattura, ricordandogli che mi mancava una pezzo del dente che si fratturò (di cui non aveva il più vago ricordo). Dice che non c'è nessuna frattura. (Che poi potrebbe anche essere una frattura verticale, difficile da vedere, almeno così disse un medico: "si vede al microscopio, ci vorrebbe una TAC, ma chi si fa una TAC per questo?")

Continua a dire che ha fatto tutto il possibile, quando poi non è assolutamente vero, nel senso che ogni volta che ho manifestato il dolore, una volta era la differenza di capsula (invece poi era la capsula non cementata bene e che si muoveva, anche se non me ne ero accorta) una volta è la gengiva che si deve riprendere (che mi avevo fatto anche la pulizia, e il collega nel constatare se ci fossero problemi alla capsula, aveva intaccato la gengiva), e alla fine non ha mai applicato nessuna terapia o altro, tranne 1-2 volte guardare la gengiva, che a sua detta è rosa-sana (almeno fuori!). Invece col tempo non c'è stato nessuno recupero, anzi un peggioramento.

Questo perché, dopo 2 mesi, quando mangio una caramella gommosa, e ieri ne è stata la prova, mi fa ancora più male. Anzi proprio ieri, avvertito il dolore, finisco di mangiare dall'altro l'alto, e la gengiva-quel dente resta indolenzito per diciamo 1 minuto ancora (prima non lo aveva fatto). Ovviamente a me non preoccupa la caramella in sé, ma il problema che si nasconde dietro, anche perché ho fatto caso (soggettivo) che nella masticazione, fa male quando vado a dividere perlopiù (cioè nella fase discensiva, scusate se il termine è incorretto).

Per l'ennesima volta dice che mi sono fissata, che non sa più che fare, che ha fatto tutto il possibile. Non ci vedo più quando mi dice che mi sono fissata: dopo che precedentemente aveva fatto una pessima figura quando la capsula se ne era venuta tra le mani, e quindi a maggior ragione mi aveva offeso (mi dai della bugiarda e poi constati che è il contrario), ti permetti di ripetere che mi sono fissata?! Se ti dico che avverto un dolore è perché ce l'ho, che siamo bambini di 3 anni che si inventano le cose. Piuttosto dovrebbe preoccuparsi a risolvere il problema, a capirne le possibili cause.

Così finalmente, dopo aver constatato per l'ennesima volta che la gengiva è rosa e che la capsula sta cementata bene, chiama il collega della capsula. Dicono che è un problema della tasca gengivale (se si chiama così), in cui si infiltra cibo e quindi si annidano batteri. E proprio la tasca tra dente e dente, proprio quella che corrisponde al lato dove manca il pezzo di dente (lato linguale, verso l'apertura della bocca). Il collega (odontotecnico) dice che una soluzione sarebbe di accorciare la capsula, in modo che "detta molto alla buona" (non ricordo benissimo come l'ha detto), i batteri riescono ad uscire, nel senso che si crea più o meno spazio.
Infatti il provvisorio era più corto.
Prova a togliermi la capsula, ma non ci riesce col martelletto. Così propone intanto un lavaggio con un antibiotico giallo che inietta su-in la gengiva. Mi propone un filo interdentale piatto-striscia (Oral-B Professional).

Mi vuole fissare un appuntamento per la settimana dopo, ma lui e i collega non sono convinti sui giorni. Alla fine sotto richiesta di particolari terapie-accorgimenti accorgimenti da seguire, mi fissa appuntamento per dopodomani, per fare un altro sciacquo con antibiotico. Mi ha dato dentifricio paradontax.

Mi scuso davvero tantissimo per essere stata prolissa, ma non so più che pensare (e il dentista non lo sa, e in parte se ne frega). Quindi il problema resterà per sempre?
Cioè si annideranno sempre batteri in quella tasca? Ciò può creare altri problemi: ascessi, perdita del dente, etc?

Se potete essermi di aiuto spiegandomi qualcosa in più, le sarei molto grata.
L'altra volta dottore parlava di tessuto dentale sano e di dente ricostruito.
Allora il dente fu devitalizzato e chiuso senza capsula o perno. Dopo 2 mesi si stacco un pezzo del dente, uno dei 4 "quadratini" (si vedeva la gengiva-la carne per intenderci). Mi accorsi che una parte del dente (cioè la parte che dovrebbe scendere nella cavità) si vedeva appena sotto/appena sopra gengiva. Riguardo la capsula: no il dente, che io ricordi, non è stato ricostruito (otturato) di quel pezzo mancante. Limato sì.

In attesa di vostre informazioni.
Cordiali saluti

[#6] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Cara Signora le rispondero' con molta sincerità :
visto che il Collega ( che poi "chiede consiglio all'Odontotecnico,
che Medico non é.....") le sta facendo solo perdere tempo,si
rivolga altrove.
Con una semplice visita e una endorale ben fatta,forse le chiariranno cosa è successo.
In bocca al lupo e buona giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Chi è che le ha messo le mani in bocca?
Forse il "collega" odontotecnico?

Se è così, interessi della faccenda i NAS.

In ogni caso, si rivolga altrove.
Dopo essersi fatta restituire i soldi, naturalmente, visto che dovrà ancora spendere per quel dente.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#8] dopo  
Utente 442XXX

Scusate il ritardo....
Grazie davvero mille per le risposte.

Oggi ha fatto un altro lavaggio con antibiotico. Riguarda la tasca paradontale, che l'altra volta diceva essere profonda e si annidando batteri.

Mi dice di andare nuovamente settimana prossima per un ulteriore lavaggio con antibiotico.

Non parla più adesso di togliere la capsula (andrebbe segata ahimè, come disse il collega).
Gli dico prima di andare via: quindi è un'infezione (infiammazione)?. Lui: no è la tasca paradontale tra dente e dente....

Sinceramente non lo ascolto più.
Forse ho studiato male io: l'antibiotico (battericida o batteriostatico) non si usa per la cura delle malattie infettive, ma si usa per lavare la biancheria! ;) ;)

Grazie ancora per la disponibilità. Ora vedrò che fare, almeno per il dente. Tanto non penso mi restituisca i soldi.

Cordiali saluti...(vi aggiornerò nel caso)

[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
E' vero...
Ma cosa ha studiato...
L'antibiotico per curare le infezioni?
Ma via, dai!
E' chiaro che si usa per lavare la biancheria!
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)