Utente 457XXX
Buongiorno,
Premetto che mi sono recata in uno studio dentistico per l'strazione di un premolare, successivamente mi è stato inserito un impianto. Ma al momento di avvitare il perno, questo si è spezzato (perché è stato stretto troppo e questa procedura è stata effettuata dall'odontotecnico, ma era lui che doveva farlo?). Quindi sempre lui con la fresa ha consumato la vite rimasta all'interno. Poi è stato fatto un moncone che sostituisse la vite ed inserito. Ma la cosa che mi preoccupa è che mi ha comunicato che per fissarlo ha utilizzato una colla anaerobica che viene utilizzata per esempio per incollare le ali agli aerei. Ma è tossica?
Cosa mi consigliate di fare?

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
.........." Ma al momento di avvitare il perno, questo si è spezzato (perché è stato stretto troppo e questa procedura è stata effettuata dall'odontotecnico, ma era lui
che doveva farlo?). Quindi sempre lui con la fresa ha consumato la vite rimasta all'interno. Poi è stato fatto un moncone che sostituisse la vite ed inserito....."

Premesso che quello che ha eseguto l'odontotecnico si configura come
"esercizio abusivo della professione medica" ,
esistono delle procedure per risolvere il problema che si è presentato,ma non credo che il procedimento eseguito sia quello migliore.

La risoluzione, in questi casi, è molto complessa e può portare alla rimozione dell’impianto . Inoltre non sembra esserci una metodica codificata e standardizzata finalizzata alla rimozione della vite protesica rotta. Varie metodiche sono state proposte: alcune prevedono l’utilizzo di punte ad ultrasuoni per cercare di svitare il frammento altri prevedono l’utilizzo di kit dedicati alla rimozione della vite , altri Autori consigliano di non rimuovere il frammento e di utilizzare viti protesiche più corte.

I riferimenti scientifici :

Kim BJ, Yeo IS, Lee JH, Kim SK, Heo SJ, Koak JY. The effect of screw length on fracture load and abutment strain in dental implants with external abutment connections. Int J Oral Maxillofac Implants. 2012;27:820-3.

Gooty JR, Palakuru SK, Guntakalla VR, Nera M. Noninvasive method for retrieval of broken dental implant abutment screw. Contemp Clin Dent. 2014;5:264-7.

Saponaro PC, Heshmati RH, Lee DJ. Using a Porcelain Furnace to Debond Cement-Retained Implant Crown from the Abutment after Screw Fracture: A Clinical Report. J Prosthodont. 2014 Oct 14. doi: 10.1111/jopr.12233. [Epub ahead of print]

Turkyilmaz I, Vierra MJ, Asar NV. Removal of a fractured locator abutment screw fragment. J Contemp Dent Pract. 2013;14:968-72.

Consulti un Implantologo Esperto

Buona giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 457XXX

Grazie Dott. De Socio per l'esauriente risposta.
Ma si può usare una colla anaerobica, non è tossica?

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Buongiorno ,
non vorrei che avessero utilizzato la Loctite(metacrilato),utilizzata per unire tra loro i metalli,di colore rosso o blu,normalmente impegata dai meccanici....oppure il comune Attack che tutti abbiamo in casa......Chieda giuste spiegazioni al Dentista (che deve essere il suo vero interlocutore)e si faccia mettere per iscritto tutto quel che le hanno fatto e detto.
Senta poi il parere di un Collega esperto implantologo e si regoli di conseguenza.
Distinti Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"con la fresa ha consumato la vite rimasta all'interno."

Temo che l'impianto sia stato irrimediabilmente compromesso, e occorra rimuoverlo e sostituirlo.

Ma non si preoccupi troppo dal punto di vista economico: i dentisti sono assicurati contro gli errori, e dovrebbe essere relativamente facile ottenere il risarcimento che copra le spese necessarie e la restituzione della parcella.

Riferisca la cosa inoltre ai carabinieri e al locale Ordine dei Medici il fatto che un signore abusivo non laureato abbia provocato il danno e tentato di porvi rimedio.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)