Utente 458XXX
Visto che ho letto che può essere pericoloso e che il mio dentista non sarà disponibile fino a lunedì prossimo, ho pensato di chiedere un parere, sperando di trovare qualcuno più esperto della sottoscritta (sono per il fai da te, ma non per cose gravi).
Temo in un ascesso che possa degenerare coinvolgendo il cervello, in parole povere e mi chiedevo se, mentre che attendo il dentista, non fosse una buona idea avvantaggiarmi, se possibile, attraverso un esame di qualche tipo da portare poi al vaglio del suddetto.

Riporto di seguito quanto successomi finora.


27 luglio

Ho accusato un dolore intenso e costante, tutto il giorno, in corrispondenza di una sorta pallina, trovata al tatto, troppo in profondità per valutarne il colore, tra gengiva e labbro superiore, lato sinistro, proprio all'attaccatura del naso, zona di congiunzione tra arcata dentaria e labbro. Non avevo nessun dolore dentale, ma il dolore sulla parte era maggiore a pressione.

Causa dolore intenso e snervante, ho assunti, a distanza non inferiore di 4 ore, 3 pastiglie di Aspirina e 1 Tachipirina. Ho anche adoperato dell'aglio tagliato facendolo passare a contatto sulla parte, lato interno. Considerato che potrebbe aver accelerato il processo in una parte che adesso sò delicata, un po' sono pentita.

In serata la protuberanza a pallina, solida, sembra essersi ristretta, incassato più in profondità in un gonfiore diffuso e morbido. La narice sinistra si è leggermente ampliata.



28 luglio

Ho assunto 1 tachipirina di notte per dormire, intorno alle 2. Sennò non dormivo.
Avrei poi insistito con l'aglio. Solo un passata di pochi secondi, come ieri, non di più.

Il dolore è presente, ancora costante, ma non forte come ieri. Il labbro superiore è avanzato causa gonfiore. Misurando la temperatura corporea, intorno alle 10, era di 37.5°C. Nessun dolore dentale, solo lieve dolore a pressione esterna nella parte.
Muovendo la testa in basso a sinistra ed in basso alla testa, pressione circoscritta medesima zona: attaccatura naso.


E questo è tutto per il momento.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, l'aglio è ottimo nel soffritto e lascia un alito pesante, ma le lesioni del cavo orale si curano dopo un accurata diagnosi che no abbiamo. Lunedì ci sarà un sospetto diagnostico che verrà confermato da accertamenti diagnostici per cui è perfettamente inutile fare accertamenti senza sospetto diagnostico.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/