Utente 477XXX
Salve, cari medici,
vorrei chiedervi un consiglio riguardante la durata della terapia antibiotica con Augmentin dopo l’estrazione più rigenerazione ossea.
Il mio dentista mi ha prescritto Augmentin 2 giorni prima dell’intervento. Al terzo giorno ha eseguito l’estrazione e ha messo dentro la ferita il materiale per la rigenerazione ossea. Perciò ha ribadito che io debba assumere Augmentin per altri 8 giorni, cioè in totale – per 10 giorni.
Secondo voi, potrei smettere di assumere Augmentin prima? Questo farmaco mi crea abbastanza disagio e non so se potrò resistere per tutti qui giorni. Fra i sintomi che mi dà l’amoxicillina sono: febbre, dolore al fianco sinistro (un rene?), brividi di freddo e mal di testa soprattutto quando mi muovo o mi piego in avanti. Il dottore mi ha proposto di provare con un altro farmaco ma abbiamo convenuto insieme che, 1. se posso resistere, è meglio continuare cin Augmentin, e 2. che non sappiamo se avrò altre reazioni avverse a un altro farmaco.
Quando ho chiesto al mio dentista se potevo smettere prima con Augmentin, magari al settimo giorno, lui voleva insistere che per la sicurezza mia sarebbe corretto proseguire fino a 10 giorni. Io sono un po’ scettica. Aiutatemi con un consiglio.
Secondo voi, potrei smettere di assumere Augmentin prima di quanto consigliato dal medico visto che mi provochi un disagio notevole?
Grazie a tutti

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Mi scusi, si è affidata a un professionista, immagino lo abbia scelto perché lo ritiene preparato e perché ripone fiducia in lui. Adesso chiede di esser legittimata da medici che non l'hanno visitata ad assumere una condotta diversa da quella che le è stata indicata.
Io francamente mi sento di dirle che se una soluzione terapeutica diversa va trovata, e non lo so ( ha la certezza che tutti i sintomi che riferisce siano ascrivibili esclusivamente all' antibiotico che sta assumendo?) va trovata da chi l'ha in cura. È con lui che condivide il piano di trattamento. Se dovesse contravvenire la prescrizione che le è stata data e per un qualche motivo il trattamento chirurgico eseguito dovesse risolversi in un insuccesso magari a causa di un processo infettivo, di chi sarebbe la responsabilità?
Si chiarisca bene con chi la cura.
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Grazie mille per la sua risposta.
Dico francamente, mi sono rivolta a questo dentista per questioni di urgenza e per questioni di costi. È una persona nuova per me, ma credo lui sia preparatissimo e serio. Ma come naturale che sia, vorrei sentire anche i vostri pareri.
I sintomi descritti sono ascrivili al farmaco Augmentin perché in passato dovevo già assumere un farmaco contenente l’amoxicillina per un altro problema e avevo gli stessi sintomi per tutta la durata della terapia. Appena mollato il farmaco, stavo di nuovo bene. Io ho raccontato di questi sintomi al mio dentista parlando di Zimox e facendogli notare che quel farmaco mi dava fastidio. Nonostante ciò ho visto che dopo mi ha prescritto un farmaco che contiene l’amoxicillina, esattamente come Zimox.
Ora cosa mi potreste consigliare, cosa fare in questo caso? Proporgli di prescrivermi un altro antibiotico?
Quali antibiotici potrebbero essere un’alternativa? Mi immagino che non debbano contenere le penicilline.
E soprattutto: per alleviare questo malessere, io dovrei prendere la tachipirina. Però posso prendere la tachipirina per 6 giorni?