Utente 378XXX
Salve, otto giorni fa ho subito l'estrazione di un dente del giudizio nell'arcata superiore. Il dentista non si era accorto che si era verificata una perforazione del seno mascellare abbastanza importante. Dopo aver avuto passaggio consistente di acqua dalla bocca al naso mi sono recata il giorno seguente dal dentista che ha applicato 5 punti e siccome persisteva un foro ha iniettato della fibrina con una siringa. Sono sotto antibiotico con ciproxin 500 due volte al giorno da allora ma continuo a percepire la fuoriuscita di liquido, il dentista ha iniettato ieri altra fibrina ma continua ad uscire del siero. Ora si è levato anche un punto. Per lunedì mi è stato fissato un consulto in ospedale con l'otorino per verificare il da fare. Vorrei sapere se posso utilizzare un disinfettante locale perché mi accorgo che localmente non è pulito e temo che finito l'antibiotico parta un'infezione (se non è già in corso) o un gel come ho sentito consigliare. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
Eviterei collutori disinfettanti e opterei senz'altro per il gel, avendo cura però di non spingerlo all'interno della perforazione ma di metterlo solamente nelle immediate vicinanze.

Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#2] dopo  
Utente 378XXX

Grazie, mi può consigliare un gel efficace? Mi occorre la ricetta medica?

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Mi dispiace ma non possiamo prescrivere farmaci su questo sito.
I gel che si trovano in farmacia comunque non necessitano di prescrizione medica.

Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#4] dopo  
Utente 378XXX

Dalla ferita comunque fuoriesce un liquido giallognolo amaro a tratti misto a sangue, cosa significa? Ci può essere una fistola internamente o è la ferita che non riesce a rimarginarsi? Cosa posso fare oltre al gel?

[#5] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Per ciò che riguarda il liquido potrebbe trattarsi di essudato infiammatorio prodotto nel seno a causa di una sinusite già instauratasi, oppure del risultato della mancato inizio del processo di guarigione della ferita.
Comunque sono valutazioni che può fare solo chi la può visitare.

Per il resto direi che oltre al gel non c'è altro da fare, al momento.

Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#6] dopo  
Utente 378XXX

Grazie, il mio medico di famiglia oggi mi ha consigliato di fare aerosol con fluimucil, potrebbe servire?

[#7] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
le comunicazioni oroantrali, come nel suo caso, prevedono un chiusura del tramite con un piccolo intervento chirurgico che mira ad interporre un tessuto per chiudere la fistola. Sia un otorino o un chirurgo maxillo-faciale o un dentista esperto possono eseguire l'intervento. Le altre attività, gel o aereosol, non risolvono il problema, forse lo mitigano.
Se lo ritiene ci tenga informati.
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#8] dopo  
Utente 378XXX

Dopo circa 20 giorni dall'estrazione del dente che mi ha causato la perforazione, continuo ad avere discesa di liquido trasparente ma amaro, il dentista e l'otorino che mi hanno visto non hanno dato molto peso alla cosa e hanno detto che ci vuole tempo. Nel frattempo sono al diciottesimo giorno di antibiotico e ad una settimana di spray al cortisone. È normale questa fuoriuscita di liquido ancora dopo tanti giorni? Posso sperare che si chiuda da sola la perforazione? E l'antibiotico per quanto lo devo e lo posso continuare a prendere? Grazie

[#9] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
se lei non tiene conto di quanto sopra suggeritole, potrà senz'altro continuare a postare, ma non per cercare soluzioni, a questo punto.
La soluzione, l'avrà compreso non è l'antibiotico.
Richieda un consulto da qualcun altro, in termine tecnico un secondo parere.
Saluti.
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it