Utente 494XXX
Buongiorno ,
dopo 4 mesi dall'intervento per l'inserimento di un impianto con contestuale integrazione di osso mi è stata inserita la corona. Due mesi dopo la corona si è spostata di qualche mm e il dentista mi ha detto che l'impianto non si è integrato e che quindi va rimosso.
Dalla radiografia risulta anche una ulteriore perdita di osso di 2 mm.in altezza (l'integrazione era stata fatta in larghezza ) Rimuovendo l'impianto si rischia di compromettere altro osso? È possibile prevedere una integrazione di osso nello stesso momento della rimozione? È possibile rimandare la rimozione fino a che il movimento non diventi più evidente?
Ringrazio per l'attenzione.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, mi piace sentire gli utenti istruiti che parlano dell'integrazione degli impianti! Peccato che poi i risultati sono questi! Una tecnica semplice predicibile con bassissimo insuccesso, soprattutto se nascondiamo il caso come il suo in un cassetto, questa è la nostra attuale letteratura. Lei chiede se è possibile mettere nuovo osso, certamente ne vendono di artificiali, animali, ricostruiti ecc. poi abbiamo autologo, prelevato direttamente dalla sua testa o dal suo bacino in quantità industriali. Forse non dobbiamo cercare un po' di segatura da impastare, ma dobbiamo cercare perché, la precedente cura non è andata a buon fine, poi con un bello studio e un ragionamento, che non è uguale al preventivo, si rivaluta la nuova riabilitazione.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/