Utente 514XXX
Buongiorno, dovrei realizzare una corona di 36, il dentista propone come materiale lo zirconio monolitico. Ho chiesto cosa ne pensa dell'oro integrale e mi ha detto che teoricamente potrebbe Carmela come una volta in oro integrale, sarebbe il migliore materiale, ma non mi converrebbe per motivi estetici inoltre i costi sono troppo proibitivi anche se non li conosce esattamente. Avrebbe senso almeno nel lungo termine chiedere una corona in oro per la maggior durata al di la del problema estetico? La minor durata dei materiali attuali si ripercuote solo sulla durata del manufatto o anche sulla possibilità di infiltrazioni cariose ( ovvero la minor resistenza nel tempo dei materiali attuali potrebbe dare luogo a maggiori possibili tá di infiltrazione o solo alla rottura?)

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, i costi proibitivi sono un investimento, perché lei potrà recuperare sempre i costi di questo materiale, mentre lo zirconio non varrà nulla. Recentemente ho visto togliere un arcata contenente oltre 40 gr.d'oro, che negli anni 80 era stata pagata 1.300.000 lire corrispondenti a circa 700 , oggi il valore del rottame è nettamente superiore. La precisione ottenibile con l'oro non è comparabile agli altri metalli, zirconio compreso, visto che anche lui fa parte dei metalli.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Non eseguo più corone in lega aurea.
Trovo lo zirconio incomparabilmente superiore, e nettamente più preciso.
Lo zirconio infatti è realizzato con tecnologia cad/cam mediante stampante 3D per sottrazione e sinterizzazione, meglio ancora se con impronta digitale, mentre le corone in lega aurea (NON oro puro) vengono realizzarte nel vecchio modo "analogico" con tutta una serie di imprecisioni che possono essere introdotte nei diversi passaggi.

Inoltre molto difficilmente potrà essere recuperato il metallo prezioso, perchè occorre una procedura indostriale per separare la quantità di metallo aureo (difficilmente supera il 50% del peso) dagli altri componenti non preziosi della lega dentale.
Forse 4 o 5 euro al massimo, da uno dei compraoro.

Questo senza parlare dei fenomeni di polimetallismo e delle correnti galvaniche corrosive che possono verificarsi nell'ambiente orale.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#3]  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Sicuramente la tecnologia cad/cam mediante fresatore 3D raggiunge ottime precisioni, con probabilità le migliori, ma lo stesso sistema è utilizzabile anche per la produzione di corone in lega aurea, con il vantaggio che l'oro possiede caratteristiche di malleabilità nettamente maggiori, rispetto agli altri metalli. Chiaramente avremo un estetica pessima. Quindi l'oro/ceramica potrebbe essere un buon compromesso.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/