Utente 544XXX
Buona sera Dottori,
Porgo alla vostra attenzione un fastidio che avverto. Circa 20 giorni fa mi sono svegliata con un linfonodo ingrossati dietro l'orecchio ed un indolenzimento interno all'orecchio (non doloroso). Il mio medico di base mi ha visitato ed ha escluso un'otite interna o esterna. Siccome il mese prima avevo contratto un'infezione da Streptococco (placche alla gola, febbre alta e linfonodi ingrossati della gola) mi ha detto di stare tranquilla e di valutare il decorso. Oggi a distanza di 20 giorni noto che le dimensioni del linfonodi si stanno riducendo ma ogni volta che chiudo la bocca sento un crick interno all'orecchio e sento un rigonfiamento della gengiva nella parte interna ma non provo ancora dolore (in corrispondenza del dente del giudizio). Il mio medico di base mi ha prescritto cmq una visita da un otorino per escludere problematiche legate all'orecchio. Mi ha tranquillizzato per quanto riguarda il linfonodo ingrossato in quanto dalla palpazione non è pericoloso (le dimensioni stanno diminuendo molto lentamente). Secondo voi conviene prenotare anche una visita da un dentista per escludere anche problematiche legate al dente del giudizio e soprattutto se esistono connessioni tra i vari sintomi? Conviene anche effettuare un'ecografia del linfonodo? Vi ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, la visita odontoiatrica è fondamentale in questo caso.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/