Utente 382XXX
Gentili Dottori,
chiedo la vostra opinione in merito alla mia situazione.

7 settimane fa ho subito un apicectomia sul dente 14 per dolori e gonfiore che duravano da 6 mesi (dente maltrattato e poi devitalizzato nel corso di questi mesi e parecchie terapie antibiotiche) non c'erano granulomi o ascessi, ma quando il chirurgo ha aperto ha trovato tessuto essudato brutto che ancora oggi non capisco cosa sia.
Dopo il solito decorso con gonfiore e dolore gestibili nei primi gg, augmentin a copertura antibiotica e brufen, dopo 15 gg mi tolgono i punti, due giorni dopo mi gonfio nuovamente perché si erano dimenticati un punto che ha fatto infettare la ferita, che si era pure un po' riaperta, faccio una nuova terapia antibiotica con Augmentin, dolore e gonfiore restano, mi viene aggiunto metronidazolo 4 volte al gg insieme ad augmentin e in seguito 5 rocefin.
Niente, il gonfiore resta, nella guancia mi sento qualcosa di duro che se muovo la bocca tira dappertutto, dolore al dente che ha subito l'apicectomia e mal di testa dalla parte operata.
Ho fatto eco alla guancia gonfia e risulta versamento trasversale fluido sovrafluido di 15mm con 4mm di profondità e mi consigliano rm massiccio facciale, che il chirurgo non vuole che faccia.
Dice che si tratta di una guarigione estremamente lunga, con tutti gli antibiotici presi sostiene non ci sia infezione, la cicatrice ora è chiusa ma dura, oltretutto più ampia del normale, in quanto ha allargato sul 15 per controllare durante l'apicectomia che non ci fossero infezioni sopra.
Mi prescrive Kolibri x2volte al gg x 4 gg per il dolore e nulla per il gonfiore, che in parte attutisce il dolore ma non del tutto e finiti i giorni di prescrizione tutto torna come prima.

Ad oggi, dopo 7 settimane, oltre al dolore alla parte operata e al dente e ai suoi afiacenti, ho gonfiore che non accenna a ridursi per niente, anzi dopo l'ultima visita è aumentato, calore alla guancia e sento un qualcosa di duro dentro quando muovo la bocca che fa male, se faccio una doccia calda si infiamma e diventa rossa, e torna più o meno normale dopo molte ore, è sempre leggermente più rossa della parte opposta, in più ho formicolio sul labbro, dolenzia generale al volto che prende anche l'occhio.
Escludo trigemino x rm eseguita 4 mesi fa per capire da dove provenisse il dolore.

Ritengo che il decorso non sia proprio normale, e sinceramente non so più dove sbattere la testa.

Vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, un tessuto brutto che non si capisce cosa sia va sottoposto a esame istologico in modo da avere un diagnosi certa. Ora non le resta che seguire le indicazioni del suo odontoiatria, informandolo dell'attuale sintomatologia, lui è l'unico responsabile dell' intervento e che la può inviare con lettera di presentazione a un collega più esperto.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 382XXX

Grazie Dottor Ruffoni,
Chi ha eseguito l'intervento e mi ha visitato l'ultima volta è chirurgo maxillo facciale, non l'odontoiatra. Non dovrebbe essere già lui il collega più esperto?

[#3]  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Il maxillo si occupa in modo generico del cavo orale, l'odontoiatra è lo specialista. Adesso comprendo perché non è stato fatto l'istologico.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 382XXX

Andiamo bene allora! L'odontoiatra mi ha mandato dal maxillo e non entra nel merito dell'intervento.
Gentile Dr. Ruffoni, cosa mi consiglia di fare? Cambio medici? La rm la faccio giusto? Non ho in mano neanche documentazione in merito all'intervento se non la fattura di pagamento...

[#5]  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Tranquillo la documentazione la può richiedere, la risonanza è stato prescritta da un medico e va eseguita. Ora entrambi i professionisti devono comunicare tra di loro in modo da trovarle le migliori cure.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/