Utente 107XXX
Buongiorno, avevo parlato con voi tempo fa di un problma di parodontite; dopo i vari step di pulizia ho dovuto eseguire anche gli interventi chirurgici per quadranti, il primo mi ha causato quasi nessun problema di dolore o altro alla zona se non un po' di gonfiore ma bensì il secndo giorno dopo l'intervento forte mal di testa, tipo cervicale, sonnolenza e fotofobia che sono durati due giorni. Al successivo controllo ne ho parlato al mio medico e così per l'interv. succ. mi ha provato a cambiare antibiotico, da Zimox ad Amoxicillina. I successivi due interv. non mi hanno dato problemi se non il solito gonfiore. Al quarto intervento stesso problema del primo, dalla notte successiva al 2°giorno ed il giorno succ. forte mal di testa e vomito, avevo provato con Aulin e Novalgina ma non mi hanno minimamente risolto, mi provocava vomito anche il solo bere poca acqua, avevo cercato di assumere poco te e biscotti per non prendere i medic a stomaco vuoto ma è stato impossibile. Quindi per quanto riguarda la zona dell'interv. nessun problema, sono gli effetti collaterali che mi danno problemi. Mi chiedo quindi se possano essere dovuti all'antibiotico o all'anestesia. Aggiungo inoltre che nel terzo e quarto intervento ho avuto bisogno di Bio-Oss e Bio-Gide, potrebbe anche questo materiale provocare sino ad assorbimento problemi? ma come si spiegherebbe che nel 3 interv non ho avuto gli stessi problemi? Chiedo un vostro cortese parere e resto a disposiz anche di ulteriori elementi che potessero servire. Vi ringrazio.
Buona settimana

[#1]  
Dr. Alessandro Medici

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2000
Gent. utente,
i materiali eterologhi a lei impiantati sono testati e ampiamente utilizzati; non sono documentati casi di sintomatologia analoga a quella da lei destritta.
Le posso solo consigliare di rivolgeri ad un dermatologo per le prove allergiche; tenga comunque presente che la sintomatologia da lei riferita può essersi svuluppata anche su altre basi (neuromuscolare, ecc.)
Saluti
Dott. Alessandro Medici
www.medermal.it

[#2]  
Dr. Marco Lombardini

16% attività
0% attualità
0% socialità
PAVIA (PV)
CAVA MANARA (PV)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2009
Cara Signora, sono d'accordo con il collega sulla necessità di rivolgersi ad uno specialista nel caso si trattasse di ipersensibilità verso le penicilline (zimox ed amoxicillina contengono lo stesso principio attivo, l'amoxicillina appunto). In genere in alternativa alle penicilline viene prescritto un macrolide (es. Zitromax o Klacid. Dalla sintomatologia riportata tuttavia non sembra possa trattarsi di allergia o ipersensibiltà, ma di cefalea dovuta presumibilmente allo stress chirurgico. I biomateriali non possono aver provocato tale sintomatologia.
Cordialità
Dr. Marco Lombardini

[#3] dopo  
Utente 107XXX

Grazie per le cortesi risposte; posso ipotizz. quindi che i problemi potrebbero essere o dovuti all'anestesia per l'interessamento neuromuscolare oppure a stress chirurgico ma in questo caso si intende "stress" fisico per le manovre a cui la zona viene sottoposta opp. psicologico? a distanza di 5-6 giorni ho ancora un gonfiore localizzato ed indolenzimento della mandibola non molto accentuato. In sintesi mi potreste spiegare come funziona la neuromuscolatura facciale, so che è complessa ma se possibile. Non ho avuto in passato problemi con gli antibiotici, sebbene da anni non ne abbia avuto bisogno, e quindi anche dopo aver avuto i vostri chiarimenti direi di escluderli come allergia. Nel caso delle prime ipotesi c'e' qualcosa di efficace da assumere per evitare di passare almeno due giorni ko? Grazie di nuovo ed arrivederci

[#4]  
Dr. Alessandro Medici

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2000
Non è possibile darle una spiegazione semplice sulla neuromuscolatura facciale perchè è un argomento complesso e articolato. Altrettanto articolato è il modo col quale ciascuno di noi reagisce a determinati stress. Le manovre chirurgiche di cui ci ha parlato non generano la sintomatologia riferita che può invece ascriversi, come correttamente le ha detto il dr. Lombardini, allo stress dell'intervento (anche muscolo-tensivo).
Si affidi al proprio curante ed al proprio odontoiatra che, conoscendola, possono certamente consigliarla al meglio.
Dott. Alessandro Medici
www.medermal.it