Utente
Buonasera, a metà ottobre, causa cisti, subirò la devitalizzazione (o apicectomia credo) di molare superiore e successivamente estrazione dei due premolari adiacenti.
Successivamente il chirurgo mi opererà per togliere la cisti.

Sia il chirurgo che il dentista mi assicurano che quasi sicuramente l'osso in 7/8 mesi per poter innestare almeno un impianto, ma sicuramente tutti e due, ricrescerà (ho 40 anni).
Ho piena fiducia di chi mi tiene in cura, lo premetto, ma di recente ho sentito che in alcune cliniche dentali, al momento dell'estrazione, vanno già ad impiantare una specie di membrana che occorre per velocizzare la ricrescita (scusate per il linguaggio improprio ma non è il mio settore).

Come sono stata avvisata da chi mi cura che, se contrariamente all'aspettativa l'osso non ricrescesse, dovrei impiantare osso prelevato dalla mandibola, cosa che ovviamente avrebbe dei tempi molto più lunghi.

Vorrei un consulto in merito
Grazie

[#1]  
Dr. Lorenzo Perini

24% attività
12% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2020
Gentile utente, condivido pienamente il parere dei colleghi che l'hanno operata. L'innesto osseo si esegue solo nei casi in cui è effettivamente richiesto (stesso discorso per la "membrana" di cui ha parlato). Vedrà che la monitoreranno passo dopo passo durante la guarigione del sito d'estrazione. A volte l'osso può anche rigenerare in meno tempo (intorno ai 5-6 mesi), quindi sia fiduciosa e attenda di guarire correttamente.
Dr. Lorenzo Perini

[#2] dopo  
Utente
Grazie!
Se può togliermi una curiosità, la tecnica della membrana (per così definirla) quando si applica? Glielo chiedo perché le cliniche (non generalizzo) mi sembrano orientate a offrire soluzioni molto rapide, t, ragionando in budget più che da un punto di vista medico.. Io so solo che tra un impianto e un carico ho aspettato mesi... E dopo 8 anni l`impianto è perfetto...
Grazie mille

[#3]  
Dr. Lorenzo Perini

24% attività
12% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2020
Guardi, l'utilizzo della membrana è tendenzialmente discrezionale. In linea di massima si applica in pazienti che necessitano un supporto per una corretta rigenerazione ossea (sia in termini di qualità che di quantità) in previsione di una riabilitazione implantare. Lei stessa, comunque, ha eseguito una valutazione personale intelligente: in medicina, il ragionamento basato sul detto "il tempo è denaro" raramente porta a risultati attendibili. Prosegua tranquillamente con le terapie.
Cordialmente
Dr. Lorenzo Perini