Utente
Salve,
In data 8 settembre ho eseguito l'estrazione di due denti del giudizio (entrambi completamente e correttamente sviluppati al di fuori della gengiva): a sinistra nell'arcata inferiore ed a destra nell'arcata superiore.
E' andato tutto benissimo, sia dal punto della rimozione che dal recupero post operatorio.
In data 2 ottobre (24 giorni dopo l'intervento) ho effettuato una seduta di igiene orale, dove mi e' stato ribadito l'ottimo recupero di entrambe le situazioni e la conferma dell'assenza di nuove problematiche (carie ecc.
). Tuttavia, successivamente all'igiene, e quindi a piu' di 25 giorni dalle estrazioni, ho iniziato a provare ipersensibilita' (per lo piu' al freddo ed assente fino a quel momento) al dente adiacente a quello rimosso nell'arcata superiore.
Onestamente, sono interdetto su quale possa essere la causa.
Tenderei ad escludere un carie, della quale non risultava la presenza in piu' momenti (estrazione, rimozione punti, igiene).
E tenderei a non credere che possa essere causato da un'erronea procedura dell'igienista in quanto, nella mia ignoranza, suppongo che sul momento avrei percepito il dolore di un'eventuale errore.
Dunque, ritenete possibile la comparsa di questo sintomo ad un dente adiacente a distanza di quasi un mese dall'estrazione?

Grazie mille anticipatamente e buona giornata

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, dopo 20/30 giorni da un' avulsione, è possibile avere una retrazione gengivale nel dente adiacente che rende sensibile il dente agli sbalzi termici, Inoltre c'è la possibilità che durante le procedure l'igienista abbia rimosso del tartaro, togliendo un cappotto al dente rendendolo ancor più sensibile.Quindi nessun errore tutto nella norma, nel frattempo può utilizzare un dentifricio per sensibilità dentale..
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr. Ruffoni, grazie mille per la celere risposta. Ritiene, dunque, che il tutto si possa rivelare un semplice fastidio di natura passeggera e normale amministrazione di cio' che ho vissuto a livello odontoiatrico nell'ultimo mese? E che quindi in questo caso il tempo e la pazienza possano essere i migliori alleati?

[#3]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Certo attenda, se i fastidi continueranno, porteranno a galla la diagnosi.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/