Utente 132XXX
buonasera, mi chiamo Diletta, 26 anni. Da circa 3 mesi, in prossimità del ciclo mestruale, avverto un dolore continuo e martellante ai denti (molari); inizialmente cio' avveniva nell'arcata superiore sinistra, ora si è spostato a quella inferiore, e il dolore si è fatto più insistente, nel senso che prima lo sentivo solo quando masticavo, e adesso sempre. Al termine del ciclo, 4-5 giorni dopo, i dolori si affievoliscono fino a scomparire del tutto, salvo poi tornare a tormentarmi 10 gg. prima del ciclo. Davvero mi chiedo cosa stia accadendo, e se possa esserci un collegamento col ciclo mestruale, o se è solo un problema ai miei denti. Premetto che per fortuna non ho mai avuto il minimo problema odontoiatrico, questa è la prima volta. Ringrazio per l'attenzione, e cordialmente saluto.

[#1] dopo  
Dr. Pasquale Vitolo

20% attività
0% attualità
0% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2001
Cara Diletta,
Dalla descrizione che hai fatto dei sintomi la causa può essere ormonale, in particolare degli estrogeni.
Una concentrazione aumentata di tali ormoni nel sangue può avere ripercussioni sulle gengive, e se si instaura una gengivite si possono avere anche quei dolori che riferisci.
Ti consiglio una visita odontoiatrica per verificare la presenza di tartaro, che peggiora la gengivite ed una visita ginecologica per valutare le condizioni ormonali.

[#2] dopo  
Dr. Massimo Canonica

20% attività
0% attualità
0% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2000
Effettivamente sarebbe necessario effettuare una visita odontoiatrica clinica e radiologica per discriminare un possibile problema dentario o parodontale.Le modifiche ormonali possono causare alterazioni a livello del microcircolo ematico capaci di causare patologie a livello gengivale,soprattutto se associate a presenza di placca batterica.
Massimo Canonica
Dr.Massimo Canonica

[#3] dopo  
Dr. Paolo Patrucco

24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
Cara Diletta,
i picchi ormonali che si raggiungono durante il periodo premestruale vanno a colpire i tessuti e le mucose di tutto l'organismo ,non solo quelle dell'apparato sessuale per cui anche le mucose ed il connettivo della bocca vanno in sofferenza ,sanguinano più facilmente e in presenza di tartaro sopra, o peggio ,sottogengivale insorgono dolori diffusi .
Sarebbe necessario controllare lo stato delle tue gengive e per approfondire il problema un' eventuale analisi dei dosaggi ormonali del ciclo per scongiurare qualsivoglia sorpresa.
Paolo Patrucco
Paolo Patrucco

[#4] dopo  
1325

Cancellato nel 2008
Condivido i consigli dati dal Dr.Vitolo e dal Dr.Canonica.
Personalmente riterrei indispensabile un preciso controllo
gnatologico statico e dinamico dei rapporti intermascellari(disordine craniomandibolare - malocclusione).
Giovanni Luksich

[#5] dopo  
Utente 132XXX

ringrazio tutti per le risposte datemi; l'input che mi ci voleva per prenotare una visita odontoiatrica. Il mio ciclo sta quasi finendo, e come prevedevo, nessuna traccia del dolore forte che mi ha accompagnata per circa 10 gg., proprio come non fosse mai esistito. E con lui, tutti gli altri dolori pre mestruali (mal di schiena, tensione al seno, mal di pancia.) grazie di cuore
Diletta

[#6] dopo  
Utente 132XXX

Buongiorno a tutti. Dopo le Vs. provvidenziali risposte, sono stata dall'odontotecnico. Risultato: i dolori che provavo erano dovuti a una grossa carie che avevo in corrispondenza della parte dove avevo dolore, che stava a sua volta ravvicinata a una carie più piccola nel dente di fianco.. Dopo le otturazioni, il dolore è definitavamente scomparso. Il problema è che, purtroppo, noto ancora una certa sensibilità in quel dente, specie quando lavo i denti (un dolore brevissimo ma forte), tanto che non posso usare acqua troppo fredda. Stessa cosa con il caldo, te, caffè ecc. Nessun altro tipo di dolore, solo tanta sensibilità.
E' normale, tutto cio'? cosa posso fare, quantomeno per chiarirmi le idee? grazie di cuore, diletta