Utente 114XXX
Mi rivolgo a voi per un consiglio a seguito di quello che sta succedendo a mio fratello.A mio fratello è stato riscontrato un tumore che sembrava di origine renale ma che a seguito di un esame istologico hanno dichiarato essere di origine polmonare, fra l'altro con metastasi in tutto il corpo, ed hanno ipotizzato un collegamento con delle cicatrici lasciate da un evento di tubercolosi accaduto circa 55 anni prima.Poichè allora anchio ho avuto lo stesso evento di tubercolosi insieme a mio fratello, però in maniera più lieve, volevo chiedervi se effettivamente le cicatrici lasciate dalla tubercolosi possono dopo tanti anni degenerare in un cancro e quale esame conviene fare per scoprire in tempo utile una cosa del genere.
Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
gli esiti di processsi infiammatori pregressi possono nel tempo determinare la comparsa di neoplasie polmonari (in effetti già in passato si parlava di cancro su cicatrice).
Non esiste veramente un "tempo utile per scoprire queste alterazioni", tuttavia è possibile farsi seguire da uno specialista pneumologo per stabilire la periodicità con cui fare degli esami radiologici di controllo.
Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#2] dopo  
Utente 114XXX

Grazie del consiglio, anch'io avevo infatti pensato di rivolgermi ad uno specialista pneumologo per una visita accurata che mi potesse tranquillizzare completamente.
Grazie ancora.