Utente 181XXX
Gentili dottori, ho un dubbio che mi tormenta. Mio marito di anni 55, affetto da un tumore al colon con metastasi epatiche diffuse ha fatto dei cicli di chemioterapia con il farmaco folfox. Ha risposto positivamente, infatti dopo 4 cicli ha fatto il primo controllo, tramite TAC e marcher ed è risultato che il tumore si era dimezzato, i marcher da 1,5 erano scesi a 0,7.Mio marito si sentiva bene, l'emocromo era perfetto e il fegato funzionava discretamente. Visto che le possibilità di operarlo erano minime l'oncologo ritenne opportuno continuare a fare altre 2 cicli di chemio e poi controllare di nuovo, inizialmente sempre con il folfox e poi avrebbe deciso se cambiare.Gli viene fatta la prima di questo nuovo ciclo, però gli viene tolto contemporaneamente, nella terapia domiciliare: il lasix e l'aldactone, ritenuti dall'oncologo fino ad allora parte della terapia. Voi cosa ne pensate? Visto che la situazione da allora è peggiorata? E', infatti, aumentato di 10 chili in 15 giorni e sono iniziati alcuni dolori: Al che, gli è stata fatta un'altra chemio, sempre con il solito farmaco, raddoppiato il lasix e ridato di nuovo anche l'aldactone. Mio marito è sceso in una settimana di peso, era solo liquido, però non va più bene.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Diciamo che tutto dovrebbe essere valutato con il paziente e i relativi esami davanti.
Se pur con il diuretico i risultati sono scarsi potrebbe non trattarsi di semplice ritenzione idrica e va valutato.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#2] dopo  
Utente 181XXX

Gentilissimo dottore la ringrazio, però vorrei chiederle un'altra cosa. E' possibile che con tutto quel liquido il farmaco non funzioni?

[#3] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
NO!
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#4] dopo  
Utente 181XXX

La ringrazio per la tempestività nella risposta, però , se il suo " no " è così categorico, mi può spiegare anche il perchè. La prego è importante.

[#5] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
PERCHè SI è FISSATA CON IL LIQUIDO?
L'UNICO PROBLEMA CHE POTREBBE DARE L'AUMENTO DI PESO LEGATO AI LIQUIDI è NEL MODIFICARE (SOLITAMENTE DI POCHISSIMO) I DOSAGGI DEI FARMACI IN BASE AI M2.

IL PROBLEMA è DIVERSO E CIOè LA TROPPA IMBIBIZIONE è UN SEGNALE CHE QUALCOSA NEL METABOLISMO O NEL SISTEMA CIRCOLATORIO NON Và.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#6] dopo  
Utente 181XXX

E' vero, sono " fissata " ( come dice lei ), perchè credo che tutto quel liquido abbia diluito la "chemio " e l'abbia resa inefficace, visto che prima di questo inconveniente andava tutto bene. Poi, non ho capito bene cosa vuol dire nella seconda parte della risposta. La ringrazio di cuore e mi perdoni se ancora approfitto della sua gentilezza e disponibilità.

[#7] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
il liquido non diluisce la chemio.
Potrebbe invece esserci un problema metabolico e/o cardiologico
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#8] dopo  
Utente 181XXX

Io so che dopo quell'episodio il male ha ripreso vita e la situazione è PRECIPITATA, NEL VERO SENSO DELLA PAROLA. Il tutto è confermato dall'ULTIMA TAC. La ringrazio di cuore e mi perdoni, perchè lei non sa quanto vorrei crederle!