Utente 437XXX
A mia madre di 75 anni è stato riscontrata una lesione al polmone.
In una seconda Tac effettuata in data 09/2007 hanno riscontrato che il processo produttivo presente è aumentato a 5.8 cm rispetto ad una precedente tac fatta a febbraio 07 (era 4 cm.)oltre ad essere maggiormente evidenti noduli parenchimali polmonari di carattere ripetitivo specie in adiacenza alla lesione.
Sono evidenti anche segni di ectasia bronchiolare già segnalati precedentemente nei lobi inferiori,ora visibili anche in sede lobare superiore dx.
Presenti anche piccoli linfonodi mediastinici ed ectasia bronchiale fibrosi lobare media.
A tutto ciò cosa posso pensare.
Non viene indicato se il nodulo a carattere benigno oppure no.
Ringrazio anticipatamente chi mi può aiutare a capire come posso interpretare il tutto prima della visita dall'oncologo.

[#1]  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

purtroppo il referto suggerisce fortemente una patologia neoplastica polmonare. La prima cosa da fare è una biopsia per definire le caratteristiche istologiche della malattia. Tutto questo per escogitare la strategia terapeutica più idonea.

Tienimi aggiornato, un caro saluto

Dr. Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
https://www.ipertermiaitalia.it/

[#2]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

concordo con il dr. Pastore.

A febbraio quale diagnosi era stata formulata sulla lesione polmonare di 4 cm di diametro ?
Già si parlava di "processo produttivo" ?
Erano già stati descritti i linfonodi mediastinici ?

Ci aggiorni, se lo desidera, dopo il consulto con l'oncologo, che
a questo punto andrebbe sollecitato.

Cordiali saluti.
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#3] dopo  
Utente 437XXX

Dopo il consulto con l'oncologo ci è stato consigliato una broncoscopia per valutare la natura del tumore visto che 14 anni fà mia madre era stata operata di tumore al seno che poi si è ripresentato 6 anni fà.
Questo, ci ha spiegato, per capire se il tutto è nato dalle cellule tumorali prodotte dal seno o dal polmone per poi definire il trattamento di chemioterapia + adatto.
Naturalmente abbiamo accettato il consiglio e Lunedi 24/09 ci presenteremo in ospedale a prendere appuntamento per l'esame consigliato.
Ringrazio delle risposte finora ricevute e vi terrò aggiornati sull'esito dell'esame.

[#4]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
La informazione che prima non ci aveva dato è importantissima ovviamente per cominciare ad inquadrare il caso.

-6 anni fa si era ripresentato il tumore del seno....dove ?
Allo stesso seno o altrove ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#5] dopo  
Utente 437XXX

Riepilogo richiesto per il dott.Catania:
Riporto la sintesi anamnesi Extra oncologica consegnatomi in data 24/09:
1994 QUAD mmam dx e DA dx per ca dutt G2 pT1 c pNo MO,ER 60%,PgR 40%.
RT complementare e Temoxifene x 3 anni.

2001 Tumorectomia dx per ca dutt infiltr G 2 rpT1c (16mm.)0,ER0%, Mib20%,c-erbB2 3+8intesa e completa nel 70% delle cellule.
Chemioterapia precauzionale con CMF1,8 x 6 cicli.
Follow-up

2006 5-2006 CA15-3=50
7-2006 CA15-3=53
9-2006 CA15-3=64
PET tb.=+polm bilater,mediast e ilo bilater,emicostato,rachide cerv,D11-12
TC torace:piccole adenop mediast,fino a 14 mm;noduli parenchimali multipli;bronchiettasie.
TC rachide C/D e RM rachide:solo decalcificazione D12 (osteoporotica?)
10-2006 CA15-3=70
RM encefalo:oncologica verosimil NEG
In considerazione delle condizioni generali e del desiderio della paziente (*) di non eseguire terapia alopecizzante,si opta per sola capecitabina orale. (*= + per consiglio dell'oncologo + che x desiderio della paziente).
Inizia XELODA 2000 mg/mq x 5 cicli,con remissione serologica.

1-2007 CA15-3=58
2-2007 TC torace:SD noduli polmonari e adenopatie mediastinche;incremento di un nodulo polmonare escavato di 4 cm.;inv D12
TC addome:neg.
Valutazione pneumologica:non si può escudere natura primitiva del nodulo polmonare.Dopo colloquio con la paziente che,in assenza di un chiaro impatto terapeutico,desidera poter evitare in questo momento acceramenti impegnativi (es.FBS o agobiopsia)per escludere la natura primitiva del nodulo polmonare maggiore segnalato alla TC, e tanuto
conto del suo desiderio di non eseguire terapie oncologiche alopecizzanti,(*=come sopra)si opta di comune accordo per proseguire con sola VINORELBINA orale.Alla progressione,andrà rivalutata l'opportunità di un approfondimento diagnostico e,in base alle condizioni generali della paziente e alla sua disponibilità,anche ad un trattamento chemioterapico che includa trastuzumab.
8-2007 22 somministrazioni settimanali con vinorelbina orale,con sostanziale stazionarietà sierologica.
9-2007 CA15-3=80 (in incremento).
TAC torace cmc:PD del processo polmonare sin (4>5.8 cm.)e maggiore evidenza dei noduli polmonari adiacenti di natura ripetitiva;SD mediastinica;maggiori segni di ectasia bronchiolare.
Diagnosi oncologica attuale:
Secondarismi polmonari e linfonodali mediastinici di ca mammario.
Nodulo polmonare di 4 cm. di possibile origine primitiva polmonare.
Si organizza accertamento FBS per diagnosi differenziale tra malattia mammaria e polmonare.

Questo e la copia originale di quanto mi è stato rilasciato dall'ospedale e,per quanto poco possa capire in merito, credo che aggredire il tumore inizialmente con una terapia contenente trastuzumab probabilmente il nodulo sarebbe stato + ridotto.
Ringrazio anticipatamente il Dott. Catania e tutti quelli che mi risponderanno in merito.


[#6]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sì adesso il quadro , pur nella sua complessità, è molto più chiaro.

Quanto afferma Lei può avere un senso in relazione ai secondarismi da Ca mammario, ma perde valore sul nodo sul quale c'è un sospetto di primitività polmonare.

Sulla terapia in corso aspettiamo una replica dei colleghi oncologi medici (io sono un chirurgo oncologo).

Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#7] dopo  
Utente 437XXX

Buongiorno a tutti.
Ieri ho ritirato l'esito dell'esame agoaspirazione al polmone sinistro dove viene indicato quanto segue:
Elementi epiteliali atipici,voluminosi,scarsamente differenziati,cellule cilindriche bronchiali regolari,muco,granulociti,residui cellulari necrotici ed emazie.
Positivo per CTM (cosa significa ctm?)
Esito esame broncoaspirato sinistro:
Secreto bronchiale
Reperto citologico:
Cellule epiteliali bronchiali ++
Muco +
Macrofagi alveolari ++
Emazie ++
Granulociti neutofili ++
Linfociti ++
Altro materiale necrotico

Diagnosi citologica:
Alterazioni cellulari reattive-quadro infiammatorio.

A questo punto capisco che il quadro nella sua complessità per chi è ignorante in materia come me è comunque chiaro,anche xchè non era una novità,ma se qulcuno mi può spiegare in parole + semplici il tutto le sarei grato.
Domani faremo la visita con l'esito degli esami dall'oncologo.
Grazie ancora a chi mi risponderà.

[#8]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
domani l'oncologo Le spiegherà che CTM vuol dire
Cellule Tumorali Maligne.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com