Utente cancellato
Buonasera,è la prima volta che scrivo qui.Da ormai 9 mesi mi trovo in una brutta situazione e non riesco a venirne a capo,ho dei problemi al livello gastro intestinale,tutto era iniziato poichè avvertivo un fastidio fisso alla bocca dello stomaco e quando mi sono recato la prima volta dal gastroenterologo mi ha fatto fare esame delle feci per h.pilory ed era positivo,in seguito alla cura per un mese circa era andata bene ma poi erano tornati sintomi come fastidio senso di peso allo stomaco aerofagia e difficolta nel respiro,ho fatto anche varie indagini come analisi del sangue complete ogni 6 mesi ,visita cardiologica con elettrocardiogramma,ecografia addominale ,tutto assolutamente nella norma,in realta nessun medico voleva farmele fare visto che non riscontravano nulla ,inoltre ho fatto gastroscopia e c era una gastrite microerosiava cronica con piccola ernia jatale,ho seguito la dieta che mi avevano dato e piano piano andava meglio e poi ho fatto la cura per 8 settimane con limpidex da 30 mg e i fastidi erano diminuiti,ilfatto è che questi sintomi mi hanno di molto compromesso la qualità della vita poichè ad esempio la sensazione di gonfiore e di pienezza che avverto nella parte sinistra dell addome mi da problemi nella mia respirazione,sembra come se non avessi abbastanza aria..ma niente sono tornato a farmi visitare e il gastroenterologo dice che è tutta una questione ansiosa perchè mi ci sono fissato..e in effetti è cosi mi ci sono assolutamente fissato e non sto mai tranquilloper questo ,mi sono fatto vedere anche da un neurologo e dice che soffro di ansia..io non so cosa pensare..dalle vostre esperienze in materia cosa pensate ?vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Cosa altro si può aggiungere ?

Ha fatto una visita gastroenterologica, una gastroscopia
ed un controllo che escludono le paure che ci descrive
postando in oncologia.

Per esclusione non possiamo che condividere l'ipotesi diagnostica prospettata.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com