Utente 108XXX
Buongiorno

Io vivo a circa 400 metri dall'autostrada (non la vedo da casa mia perché c'è un bosco in mezzo e non è una molto trafficata, cioè non si verificano mai ingorghi o cose del gemere, essendo un tratto dove non ci sono uscite o aree di interesse), questa vicinanza con l'arteria autostradale può portare a lungo andare all'insorgenza di tumori a causa dell'inquinamento? O meglio, la mia condizione di vita può essere considerata pericolosa? Ci sono studi che affermano/smentiscono aumenti di casi di tumori o altre malattie nelle immediate vicinanze di un'autostrada? Sono un po' preoccupato.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ci sono studi perchè si dovrebbero fare milioni di studi : si dovrebbe misurare il grado di inquinamento

1) per ogni punto dell'autostrada

2) E per tutte le distanze da questa .

Pertanto si può rispondere solo conoscendo il grado di inquinamento nella sede della SUA abitazione (o zone limitrofe)
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 108XXX

I dati di oggi per la mia zona sono : PM10: valore tra 20 e 50 microgrammi al metro cubo; NO2 valore tra 30-80 microgrammi al metro cubo e O3 il valore è minore di 100 microgrammi al metro cubo (dati aggiornati a oggi dall'ufficio dell'ambiente della mia regione).

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se sono rilevati i dati che ha allegato ,suppongo che ci sia una amministrazione comunale + Asl che rilevano le soglie di pericolosità. E quindi credo che , ogni cittadino ne ha pieno diritto,entrambe le istituzioni siano tenute a comunicare quando si è "fuori soglia". Ma anche questo non basta per ipotizzare l'entità del rischio che dipende dal tempo di esposizione. Se ad esempio Lei abita a Bergamo, ma lavora a Milano fa più testo l'esposizione ...di Milano.
Sugli effetti dell'inquinamento ci sarebbe da scrivere un paio di volumi e credo che questa non sia la sede più adatta, ma persino tramite Internet con i motori di ricerca con le parole chiavi "inquinamento e salute" potrebbe avere le informazioni più importanti.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 108XXX

lDiciamo che io sono per la maggior parte della giornata nello stesso punto (casa mia) quindi i valori al quale sono più esposto sarebbero questi. Ma quindi in sostanza c'è un modo per capire se questi valori sono considerati pericolosi a lungo termine oppure irrisori?

Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Chieda, se qualcuno è disposto a dirglielo (^___^) quanti giorni all'anno i dati
sono fuori "soglia". E' un vecchio problema : quando si contesta alle amministrazioni di non fare nulla per il contenimento della soglia.......questa viene innalzata artificiosamente (su dati discutibili) e tutto...ridiventa normale !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com